Avviso di pagamento Tari

Dove vengono inviati gli avvisi?

Gli avvisi vengono inviati:

  • all’indirizzo di residenza della persona titolare della posizione Tari
  • all’indirizzo email per chi ha scelto di ricevere la notifica in posta elettronica
  • all’indirizzo PEC per i titolari di partita Iva e per chi ha registrato il Domicilio Fiscale nel Fascicolo del Cittadino
  • sull'app IO.

Quando vengono inviati?

  • L'invio avviene a scaglioni, in tempo utile per effettuare i pagamenti entro le scadenze che consentono di scegliere tra la rata unica e il frazionamento a rate
  • gli avvisi di pagamento Tari 2022 saranno disponibili nel Fascicolo del cittadino e inviati ai cittadini nel periodo settembre-novembre 2022.

Per effettuare qualsiasi versamento devi attendere di ricevere l'avviso di pagamento

Per istruzioni su modalità e canali di pagamento visita Scadenze e pagamento Tari

Puoi scegliere di ricevere l'avviso di pagamento via posta cartacea oppure elettronica. Le due opzioni sono alternative tra loro.

1. Posta cartacea
L'avviso di pagamento viene spedito attraverso la posta ordinaria all'indirizzo di residenza.

2. Posta elettronica
Se preferisci ricevere l'avviso via posta elettronica, accedi al Fascicolo del cittadino e attiva la notifica via email degli avvisi di pagamento Tari.
Per ricevere gli avvisi Tari in questa modalità già a partire dall'annualità 2022, attiva la notifica entro il 25 luglio 2022.

Se non l’hai ricevuto può significare che:

  • non hai dichiarato l’occupazione dell’immobile
    - in questo caso il calcolo della Tari risulta impossibile e l’avviso non può essere inviato
  • hai in corso calcoli personalizzati perché hai modificato di recente la tua posizione Tari (in seguito a nuova occupazione, cessazione di occupazione, variazione di metratura o del numero di occupanti) oppure perché bisogna applicare rimborsi, compensazioni ecc.
    - in questo caso l’avviso verrà spedito in tempi diversi rispetto all’invio ordinario
    - le scadenze saranno diverse e prevedranno un lasso di tempo sufficiente per effettuare i pagamenti
  • hai attivato la notifica dell’invio via email
    - lo riceverai nella tua casella di posta elettronica. Il cartaceo non verrà spedito.

Se hai smarrito l’avviso o il messaggio di notifica via e-mail, puoi scaricarne una copia nel tuo Fascicolo del cittadino, accessibile con utenza SPID oppure con Carta d’Identità Elettronica.

Oltre all’importo da pagare e alle date di scadenza, l’avviso contiene lo stato dei pagamenti aggiornato e il riepilogo dei conteggi: importi a debito o a credito, compensazioni, conguagli (esclusi eventuali ravvedimenti e accertamenti già in corso).

Gli importi a debito esposti potrebbero riferirsi a:

  • documenti di pagamento inviati e per i quali non risultano effettuati i pagamenti: per regolarizzare la situazione consulta la sezione Utilizza i servizi.
  • documenti in elaborazione e non ancora emessi: per procedere al pagamento sarà necessario attendere l’invio dell’avviso, nel quale saranno indicate scadenze e modalità.

Chi ha modificato di recente la propria posizione Tari (in seguito a nuova occupazione, cessazione di occupazione, variazione di metratura o del numero di occupanti) potrebbe avere la pratica in lavorazione e ricevere un conteggio basato sulla situazione precedente. In questi casi, i conteggi verranno aggiornati nelle annualità successive tenendo conto di compensazioni, conguagli ecc.

Controlla sul Fascicolo del cittadino che la tua posizione Tari risulti aggiornata e la data di decorrenza dell'aggiornamento. Se la tua posizione Tari è aggiornata ma riscontri comunque un errore negli importi da pagare, nella sezione Utilizza i servizi trovi il link per inviare la segnalazione ai nostri uffici.

È possibile chiedere un’ulteriore rateazione dell'importo seguendo le indicazioni della pagina comune.milano.it/rateazione

Verranno accorpati d’ufficio tutti i debiti pregressi, ad eccezione di quelli già rateizzati e di quelli riferiti a procedure cautelari e/o esecutive in corso.

Utilizza i servizi

Argomenti: 

Aggiornato il: 29/07/2022