Cittadini più Coinvolti & più Sicuri

Cittadini più Coinvolti & più Sicuri è un progetto territoriale rivolto alla cittadinanza e alle persone più fragili di tutte le fasce di età, in particolare anziani, persone con disabilità, adulti in difficoltà, persone sole, situazioni d’isolamento e di emergenza.

Conosciuto anche come progetto Busta Rossa, offre un programma di assistenza effettuato da operatori dei servizi socio-sanitari e volontari che si affiancano ai soggetti interessati per predisporre strumenti informativi:

  • utili nella vita quotidiana
  • determinanti in situazioni di difficoltà ed emergenza medico-sanitaria.

Gli obiettivi del progetto sono:

  • incrementare la sicurezza psico-fisica reale e percepita delle persone
  • favorire la loro permanenza a domicilio
  • facilitare i soccorsi in situazioni d'emergenza.

Il progetto, che si avvale delle tecnologie digitali, predispone nuovi strumenti di assistenza a distanza oltre a percorsi di inclusione delle fasce deboli e di coesione sociale nella vita urbana.

Gli strumenti individuati permettono  il superamento dell’anonimato medico sanitario, cosa importante quando non si è in grado di cooperare con i soccorritori.

Costituisce il principale e più visibile strumento operativo che viene predisposto interamente con il coinvolgimento della persona.

La Busta Rossa, col logo del Comune di Milano, è individuale e contiene quattro schede:

  1. Scheda numeri utili di Milano
  2. Scheda Personale
  3. Scheda Medico-Sanitaria (con la collaborazione dell'MMG, Medico di Medicina Generale - ex Medico di famiglia)
  4. Scheda Salvavita.

La Busta Rossa “fotografa” in modo chiaro lo stato della persona. Deve essere conservata in casa, appesa vicino all'ingresso, a disposizione sia per le ordinarie esigenze quotidiane (es. pronta disponibilità di dati, amnesie, apprendimento di cambiamenti, ecc.) che per situazioni critiche (malore, perdita di coscienza, ecc.).

Costituisce altresì uno strumento per familiari, vicini di casa, custodi, operatori del soccorso e tutte le persone chiamate ad intervenire in caso di emergenza.

I dati della Busta Rossa vengono aggiornati secondo necessità e comunque ogni 6 mesi.
 

In Caso di Emergenza, da cui deriva la sigla ICE, ogni persona deve avere a disposizione uno o più numeri telefonici di persone di riferimento da rintracciare in modo veloce ed efficiente e da chiamare in caso di emergenza .

Questi numeri ICE possono essere inseriti:

  • nel telefono cellulare
  • nella Busta Numeri e Dati Utili
  • nella Carta di Identità Salvavita (CIS)  – Tessera Salvavita (TS)

E' utile disporre sempre di numeri ICE, sia in casa che all'esterno.

Chi non dispone di persone di riferimento -  e quindi ha difficoltà ad avere dei numeri ICE -  può indicare un operatore dei servizi, un volontario o un vicino di casa.
 

Si tratta di un “salvavita portatile “, che la persona porta con sé assieme alla Carta d’identità anagrafica.

Si sta sperimentando l'adozione per le persone con CIS o con TS di un braccialetto salvavita che ne segnala la presenza ai soccorritori.

Nella CIS ci sono la fotografia, i dati anagrafici e di ATS (ex ASL), quelli burocratici, i numeri telefonici ICE e, cosa importante, i dati medico-sanitari salvavita ripresi dalla Scheda salvavita della Busta a domicilio o creati ad hoc.

Scopo della CIS è quello di dare sicurezza durante gli spostamenti all'esterno delle persone in difficoltà (sicurezza stradale dei pedoni, supporto per gli anziani) e di agevolare i soccorsi nel caso di intervento degli Operatori del Soccorso (112, Ambulanze, Pronto Soccorso).
Per ottenere la C.I.S. è fondamentale la collaborazione del proprio Medico di Medicina Generale (MMG) che si attiva per fornire il profilo medico-sanitario (patologie/allergie/terapie e dati salvavita). 

Per le persone senza dimora, la C.I.S. è stata convertita in T.S. ovvero la Tessera Salvavita. 

Iniziativa che si realizza quando tre o più condòmini dello stesso stabile aderiscono al progetto utilizzando la Busta, l’ICE e la CI.S.

È un servizio che agevola le relazioni di buon vicinato, di solidarietà, di assistenza reciproca e la possibilità di usufruire di supporto rapido, facile ed economico in caso di bisogno.

Implica altresì il coinvolgimento dei custodi e degli amministratori di condominio e di quanti, anche in via informale, sono sensibili alla vita sociale in condominio, nella via e nel quartiere.
 

Collaborano attivamente al progetto:

  • Medici Volontari Italiani - MVI Onlus per la parte tecnologica
  • ProGES c.s. che mette a disposizione la sede operativa presso RSA Casa per Coniugi - via dei Cinquecento, 19 - Milano e un centralino per chi vuole aderire - tel. 02 53.92.964 il martedì e il giovedì dalla 14:30 alle 20:00.
  • Gruppo Volontari BUSTA ROSSA 

Per aderire al Progetto Busta Rossa, è necessario inviare una email al seguente indirizzo: custodiarsaconiugi@proges.it avente come oggetto:

Adesione a Cittadini più coinvolti e più sicuri

Il testo della mail deve contenere la seguente frase:
Chiedo di aderire al progetto “Cittadini più coinvolti e più sicuri" del Comune di Milano

  • nome e cognome —————————————
  • recapito telefonico fisso e mobile————————————————–
  • indirizzo zona/Municipio ————————, via—————————————-

L’adesione può essere fatta anche via telefono, chiamando il martedì e giovedì pomeriggio dalle ore h. 14.30 alle ore 20.00 il numero 02 5392964

Utilizza i servizi

Argomenti: