Arte e mestieri di strada a Milano

Sono considerate Arti di Strada le attività artistiche e creative proprie delle arti, svolte individualmente o in gruppo, in spazi aperti al pubblico.

Gli artisti di strada, come da normativa allegata, si distinguono in due tipologie di attività:

  • espressioni artistiche di strada
  • mestieri artistici di strada.

Le aree disponibili sono accessibili su prenotazione agli artisti registrati alla piattaforma Stradarte.

Sono attività che non prevedono un corrispettivo predeterminato per la prestazione e/o un titolo di accesso per la partecipazione del pubblico, ferma restando la possibilità di raccogliere libere offerte.

Rientrano in questa fenomenologia le attività di:

  • acrobati
  • giocolieri
  • equilibristi
  • contorsionisti
  • cantastorie
  • attori di strada
  • clowns
  • statue viventi
  • mimi
  • fachiri
  • mangiafuoco
  • burattinai
  • danzatori
  • musicisti
  • oneman band
  • street-band
  • madonnari
  • dream painters.

Sono quelli finalizzati alla produzione e vendita al pubblico delle opere a carattere espressivo frutto dell’ingegno creativo di chi le propone e/o all'offerta di prestazioni estemporanee a carattere artistico-espressivo per le quali venga richiesto uno specifico corrispettivo.

In questa seconda categoria rientrano a titolo di esempio:

  • pittori
  • scultori
  • ritrattisti
  • fotografi
  • scultori di palloncini
  • truccatori
  • esoterici (astrologi, cartomanti ecc.).

L’esercizio dei mestieri di strada è soggetto a versamento del Canone Unico per l'occupazione di suolo pubblico.

Le aree disponibili sono accessibili su prenotazione agli artisti registrati alla piattaforma Stradarte e sono così classificate:

  • aree di libero esercizio
    - senza alcuna prescrizione o limitazione relativa a specifiche tipologie artistiche, fatte salve diversificazioni per fasce temporali
  • aree inibite all’amplificazione
    - indisponibili ad attività che prevedono l’uso di sistemi di amplificazione di qualsiasi genere
  • percorsi di esercizio itinerante
    - disponibili ad interventi che si svolgono in forma itinerante, non occupano nemmeno temporaneamente il suolo pubblico, effettuando esclusivamente sporadiche soste nel rispetto delle modalità di esercizio previste
  • aree riservate all’attività espressiva
    - sono ammesse esclusivamente le attività previste dal secondo comma dell’art. 5 del Regolamento
  • aree di speciale interesse pubblico
    - per la particolare rilevanza ambientale possono essere soggette a specifiche prescrizioni, limitazioni o estensioni, sporadiche o periodiche, anche frequenti
  • aree di espressione estemporanea
    - nelle quali le attività espressive di cui al secondo comma dell’art. 5 possono essere esercitate senza alcuna prenotazione dello spazio. Queste aree non possono essere utilizzate per l’esercizio dei mestieri artistici di strada.

Utilizza i servizi

Aggiornato il: 02/08/2021