Come aprire una Sezione Primavera

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (M.I.U.R.) ha istituito, sin dal 2007, un servizio socio-educativo denominato “Sezioni Primavera” che consiste in un’offerta integrata a favore di bambini di età compresa tra i 24 ed i 36 mesi ed è volto a fornire una concreta risposta alla domanda delle famiglie di implementare i servizi dedicati alla prima infanzia.

Le Sezioni Primavera possono essere istituite esclusivamente all’interno di una Scuola dell’Infanzia (Paritaria o non Paritaria) o di un Nido d’Infanzia e devono rispettare i seguenti requisiti:

  • accesso al servizio di bambini di età compresa tra i 24 e i 36 mesi che compiano i due anni di età in una data compresa tra il 1 gennaio ed il 31 dicembre dell’anno scolastico di riferimento. Per i bambini che compiono i 24 mesi d’età tra il 1 settembre ed il 31 dicembre, l’ammissione alla frequenza è fissata al compimento dei due anni di età
  • idoneità di locali e spazi sotto il profilo funzionale e della sicurezza, conformi alle norme regionali e dei regolamenti comunali vigenti in materia, e che rispondano alle diverse esigenze dei bambini della fascia da due a tre anni, in particolare: accoglienza, riposo, gioco, alimentazione, cura della persona, ecc.
  • allestimento degli spazi con arredi, materiali, strutture interne ed esterne, in grado di qualificare l'ambiente educativo come contesto di vita, di relazione e di apprendimento;
  • orario di funzionamento flessibile rispondente alle diverse esigenze dell’utenza e alla qualità di erogazione del servizio, compreso tra un minimo di 5 ed un massimo di 8 ore giornaliere;
  • rapporto numerico tra personale educativo e bambini non superiore a 1:10 definito, comunque, tenendo conto dell'età dei bambini, dell'estensione oraria del servizio, della dimensione del gruppo e delle caratteristiche del progetto educativo
  • dimensione contenuta del gruppo omogeneo di età che può variare tra un minimo 10 ed un massimo di 20 bambini in base al modello educativo ed organizzativo adottato. Il numero minimo di bambini è derogabile sino a n. 5 unità per istituzioni educative ubicate in specifiche realtà territoriali quali, ad esempio, comuni montani, piccole isole e piccoli comuni appartenenti a comunità carenti di strutture educative per la prima infanzia
  • allestimento di un programma di consulenza, assistenza tecnica, coordinamento pedagogico, monitoraggio e valutazione che garantisca la completa affidabilità sotto il profilo educativo del nuovo servizio avviato
  • impiego di personale educativo professionalmente idoneo, per la specifica fascia di età dei bambini, con particolare attenzione al sostegno di bambini con disabilità inseriti nella sezione, nel rispetto delle disposizioni di cui all’Accordo Quadro nazionale del 1 Agosto 2013
  • specificità del progetto educativo in cui sia evidenziata la continuità educativa con le strutture educative afferenti dedicate ai bambini da 0 a 6 anni e anche attraverso forme di disponibilità all’aggiornamento del personale.

Il possesso dei citati requisiti è condizione essenziale per l’autorizzazione al funzionamento delle sezioni primavera, per il prosieguo della loro attività e per la conseguente erogazione del contributo pubblico.

I Gestori che intendono avviare una nuova Sezione Primavera o prorogare il funzionamento di una Sezione già esistente dovranno presentare Richiesta di Autorizzazione al Funzionamento.