Multe e sanzioni: ingiunzioni per infrazioni al Codice della Strada

L’ingiunzione di pagamento per un’infrazione al Codice della Strada viene emessa quando la normale sanzione (avviso di infrazione, verbale o avviso bonario) non risulta saldata entro i termini stabiliti.

L’ammontare dell’ingiunzione risulta maggiorato poiché è dato dalla somma di:

  • importo della sanzione amministrativa (infrazioni al Codice della Strada e ai regolamenti comunali)
  • eventuali spese di accertamento e notificazione
  • maggiorazione di un decimo della sanzione per ogni semestre trascorso dal termine per il pagamento della sanzione in misura ridotta (Legge 689/81).

In questa pagina trovi tutte le informazioni per verificare, ricorrere o effettuare il pagamento.

Spostamento delle scadenze di pagamento


Per effetto della normativa anti Covid in vigore, cambiano i termini di pagamento per tutte le scadenze che erano previste nel periodo 8 marzo-15 ottobre e che riguardano:

  • le ingiunzioni di pagamento
  • le rateazioni in corso relative a ingiunzioni di pagamento
  • gli adempimenti correlati alle richieste di rateazione (fideiussione, pagamento anticipato per abbattimento del debito, pagamento del residuo debito per la concessione di una nuova rateazione...).

Per tutti questi pagamenti e adempimenti la nuova scadenza è spostata al 30 novembre 2020.

Riferimento normativo
Decreto Legge 104 del 14 agosto 2020, art. 99

Puoi visionare online i dettagli dei verbali contenuti nell'ingiunzione di pagamento e le relative cartoline di notifica.

Per l'accesso al servizio bisogna disporre di un'utenza SPID oppure della registrazione al sito del Comune con Profilo Completo.

Guarda ora »

L’Amministrazione può prevenire il contenzioso con il contribuente annullando i propri atti, in misura parziale o totale, qualora risultino viziati dalla presenza di errori.

Caratteristiche dell'autotutela
L’istanza di autotutela:

  • può essere presentata in carta libera dal destinatario dell'ingiunzione
  • non sospende i termini per il pagamento dell’atto
  • non sospende i termini per il ricorso alla competente autorità giudiziaria
  • non prevede una tempistica di risposta per l’Amministrazione.

Casi in cui è possibile esercitare l'autotutela
L’ingiunzione è fondata su atti divenuti definitivi ai sensi della normativa vigente. L'eventuale riesame potrà pertanto riguardare solamente:

  • vizi di forma e di notificazione dell'atto
  • sopravvenienza di fatti estintivi del diritto oggetto di esecuzione e non più il merito del provvedimento che ha dato origine al credito (verbale originario).

L'istanza di autotutela può essere presentata esclusivamente scrivendo all'indirizzo:
ele.riscoPL@comune.milano.it

Contro l’ingiunzione può essere proposta opposizione presentando ricorso.
Per dettagli e modalità visita la pagina Multe e sanzioni: ricorso e rigetto del ricorso

tel. 02.02.02, attivo dal lunedì al sabato, dalle 8:00 alle 20:00 (festivi esclusi)
email ele.riscoPL@comune.milano.it

  • Online
  • Sportello

Il pagamento deve essere effettuato entro trenta giorni dalla data di notifica, utilizzando esclusivamente il bollettino MAV precompilato e allegato all'ingiunzione.

Se il giorno di scadenza è festivo, il termine è prorogato al primo giorno seguente non festivo.

In caso di mancato pagamento della somma indicata nell'ingiunzione, il Comune di Milano avvierà le procedure esecutive, ovvero fermo del veicolo, pignoramento, ipoteca.

Accedi al servizio

Puoi pagare il MAV con il tuo servizio di home banking via internet e telefono.

Puoi effettuare il pagamento del MAV presso:

  • sportelli automatici bancomat senza costi aggiuntivi
  • sportelli di qualsiasi banca sull'intero territorio nazionale senza costi aggiuntivi
  • tabaccherie convenzionate con Banca ITB (la banca dei tabaccai), con una commissione a carico del cittadino.

  • Pec
  • Mail
  • Sportello
  • Posta

In caso di temporanea e obiettiva difficoltà economica, puoi presentare istanza di rateazione delle somme dovute per l’ingiunzione di pagamento, ricordando che:

  • sull'istanza va apposta una marca da bollo da € 16,00
  • ciascuna rata non può essere inferiore a € 50,00
  • vengono accorpati eventuali debiti pregressi ed emesso un piano di rateazione unico
  • sulle somme rateizzate vengono applicati gli interessi legali

Nel rispetto di quanto previsto dall'articolo 13 del "Regolamento per la gestione della riscossione delle entrate comunali", modificato dal comma 797, art.1, Legge 160/2019, il numero massimo di rate concedibili è:

Importi fino a € 1.500

  • potranno essere concesse un massimo di 8 rate mensili.

Importi da € 1.500 a € 6.000

  • potranno essere concesse 12 rate mensili, elevabili fino a 24 in ragione dell’importo complessivo del debito ​(comprensivo di eventuali interessi legali e/o moratori).

Importi superiori a € 6.000 

  • potranno essere concesse fino a 36 rate mensili.

Importi superiori a € 10.000

  • la concessione della rateazione potrà essere subordinata alla presentazione di idonea garanzia mediante polizza fideiussoria o fideiussione bancaria che copra l’importo totale e comprensivo di oneri, spese e degli interessi nella misura del tasso legale in vigore
  • qualora la rateazione non sia garantita da polizza fideiussoria o da fideiussione bancaria, il Comune, a garanzia del proprio credito, riscuoterà le rate attraverso l’addebito in conto corrente, tramite RID, cessione del quinto dello stipendio o ulteriori forme ritenute idonee.

Link utili
Regolamento per la gestione della riscossione delle entrate comunali

Accedi al servizio

Se disponi di un indirizzo di posta elettronica certificata, invia il modulo compilato e completo di tutti gli allegati, all'indirizzo servizidiriscossione@postacert.comune.milano.it 

Puoi inviare il modulo compilato e completo di tutti gli allegati, all'indirizzo ele.rateazioni@comune.milano.it 

Puoi consegnare istanza di rateazione a mano a:

Protocollo di via Silvio Pellico,16
orario: dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 13:00
accesso consentito solo su prenotazione
con autenticazione spid
senza autenticazione spid

In alternativa:
Protocollo Generale del Comune di Milano
via Larga, 12
orario: dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 15:30
accesso consentito solo su appuntamento

Puoi consegnare istanza di rateazione inviando una raccomandata A/R a:
Comune di Milano - Area Riscossione coattiva e sanzioni codice della strada
via Silvio Pellico, 16 – 20121 Milano