Documenti necessari per il soggiorno in Italia

Per chi ha un passaporto biometrico

Chi ha un passaporto biometrico non ha bisogno del visto e può rimanere in Italia 90 giorni senza necessità di permessi.

Entro 8 giorni dal momento dell’ingresso in Italia, se entrato da altre frontiere dello spazio Schengen, dovrà compilare la dichiarazione di presenza e presentarla presso:

  • Questura Centrale - Ufficio Immigrazione
    via Montebello 26, Milano

    oppure
     
  • presso un Commissariato di P.S.

Per chi non ha un passaporto biometrico

Chi non ha un passaporto biometrico e/o necessita del certificato di identità consolare oppure ha bisogno dell’inserimento sui passaporti di figli minori di 16 anni, può rivolgersi al Consolato Generale d’Ucraina a Milano, in Via Ludovico di Breme 11.
 Il Consolato riceve (senza appuntamento) nei seguenti giorni- orari:

  • lunedì, martedì e giovedì dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00
  • mercoledì, venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Email: milanoconsolato1@gmail.com

Si segnala che la validità dei passaporti ucraini è stata prorogata fino a 5 anni ed il certificato di identità consolare è valido per un anno.
 

Richiesta del permesso di soggiorno

Se si rientra tra le persone aventi diritto alla protezione temporanea, è sufficiente presentare alla Questura del luogo di domicilio una domanda per un permesso di soggiorno per protezione temporanea. Questa richiesta è gratuita. In Questura verranno prese le impronte digitali e richiesti i dati personali, il passaporto o altri documenti di identità. Inoltre, sarà consegnata una ricevuta di presentazione della domanda che occorrerà portare sempre con sé fino al giorno del rilascio del permesso di soggiorno per protezione temporanea. La Questura convocherà gli interessati per la consegna del permesso di soggiorno

Potranno richiedere questo tipo di permesso:

  • cittadini ucraini residenti in Ucraina prima del 24 febbraio 2022, o loro familiari;
  • cittadini di un Paese terzo diverso dall’Ucraina o apolidi che beneficiavano di protezione internazionale o di protezione nazionale equivalente in Ucraina prima del 24 febbraio 2022, o loro familiari;
  • cittadini di un Paese terzo diverso dall’Ucraina o apolidi, titolari di un permesso di soggiorno permanente in Ucraina prima del 24 febbraio 2022 e non possono ritornare in condizioni sicure e stabili nel loro Paese d’origine.

Come prenotare l’appuntamento per richiedere il permesso per protezione temporanea:

  • Via email all’indirizzo:
    immig.quest.mi.ucraina@pecps.poliziadistato.it , allegando copia del passaporto e la dichiarazione di presenza (se sul passaporto non è apposto il timbro di ingresso alla frontiera italiana);
  • personalmente, presso Ufficio Immigrazione di via Montebello 26 dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 12;
  • personalmente, presso la sede di HelpUkraine Point di Milano, viale Monza n.79 dal lunedì al venerdì, dalle ore 09.00 alle ore 13.00 e dalle 14,00 alle 18,00. 
    Contatti: +39.02.674988368 in ucraino e inglese, +39.02.674988369 in italiano. helpukraine@avsi.org 

La richiesta dovrà essere corredata dai seguenti documenti:

  • 2 foto formato tessera
  • Dichiarazione di ospitalità
  • Passaporto con eventuale timbro d'ingresso in Italia
  • Dichiarazione di presenza se sul passaporto non è apposto il timbro d’ingresso alla frontiera italiana
  • Eventuali certificati attestanti rapporti di parentela.

Non sono previsti oneri per il rilascio. Non sarà quindi necessaria né la marca da bollo né il pagamento di altri oneri contributivi. Al richiedente verrà rilasciata una ricevuta munita di fotografia e codice fiscale, utile per accedere alle prestazioni sanitarie. Con la richiesta di permesso di soggiorno, è possibile svolgere attività lavorativa, sia in forma subordinata, anche stagionale, che autonoma.

Il permesso verrà successivamente stampato in formato elettronico e avrà la validità di un anno, a decorrere dal 4.03.2022 e con durata non oltre il 4.03.2023.

Chi è ospite di strutture d’accoglienza riceverà lì le indicazioni sugli adempimenti burocratici necessari.

Chi ospita cittadini ucraini nella propria abitazione o in una casa di sua proprietà deve presentare la “Dichiarazione di ospitalità”: vedi il paragrafo Per chi ospita i cittadini ucraini.

Per tutte le indicazioni di carattere generale può trovare nella brochure multilingue, curata dal Ministero dell’Interno

Ulteriori informazioni sugli adempimenti amministrativi sono disponibili sui siti di:

Polizia di Stato
Questura di Milano