Documenti necessari per il soggiorno in Italia

Per chi ha un passaporto biometrico

Chi ha un passaporto biometrico non ha bisogno del visto e può rimanere in Italia 90 giorni senza necessità di permessi.

Entro 8 giorni dal momento dell’ingresso in Italia, se entrato da altre frontiere dello spazio Schengen, dovrà compilare la dichiarazione di presenza e presentarla presso:

  • Questura Centrale - Ufficio Immigrazione
    via Montebello 26, Milano

    oppure
     
  • presso un Commissariato di P.S.


Per chi non ha un passaporto

Chi non ha un passaporto può rivolgersi a:

per ottenere un certificato di identificazione o l’inserimento sui passaporti dei cittadini ucraini di figli minori di 16 anni sprovvisti di documenti.

Si segnala che la validità dei passaporti ucraini è stata prorogata fino a 5 anni.


Richiesta del permesso di soggiorno

Da venerdì 11 marzo le Questure potranno accettare le richieste di permesso di soggiorno per protezione temporanea e procedere con l'istruttoria delle pratiche. La stampa e la consegna del documento avverrà successivamente alla pubblicazione del DPCM.

Potranno richiedere questo tipo di permesso:

  • Cittadini ucraini e loro familiari residenti in Ucraina prima del 24 febbraio 2022
  • Apolidi e cittadini di Paesi terzi e loro familiari che beneficiavano in Ucraina di protezione internazionale o di protezione nazionale equivalente in Ucraina prima del 24 febbraio 2022.

Sfollati dall'Ucraina a partire dal 24 febbraio 2022

Le richieste potranno essere presentate:

  • personalmente presso l'ufficio immigrazione di via Montebello 26, dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle ore 12
  • richiedendo un appuntamento via email all’indirizzo urpimmigrazione.mi@poliziadistato.it allegando copia del passaporto e la dichiarazione di presenza SOLO se sul passaporto non è apposto il timbro di ingresso alla frontiera italiana.

La richiesta dovrà essere corredata dai seguenti documenti:

  • 2 foto formato tessera
  • Dichiarazione di ospitalità
  • Passaporto con eventuale timbro d'ingresso in Italia
  • Dichiarazione di presenza se sul passaporto non è apposto il timbro d’ingresso alla frontiera italiana
  • Eventuali certificati attestanti rapporti di parentela.

Non sono previsti oneri per il rilascio. Non sarà quindi necessaria né la marca da bollo né il pagamento di altri oneri contributivi. Al richiedente verrà rilasciata una ricevuta munita di fotografia e codice fiscale, utile per accedere alle prestazioni sanitarie. Con la richiesta di permesso di soggiorno, è possibile svolgere attività lavorativa, sia in forma subordinata, anche stagionale, che autonoma.

Il permesso verrà successivamente stampato in formato elettronico e avrà la validità di un anno, a decorrere dal 4.03.2022 e con durata non oltre il 4.03.2023.

Chi è ospite di strutture d’accoglienza riceverà lì le indicazioni sugli adempimenti burocratici necessari.

Chi ospita cittadini ucraini nella propria abitazione o in una casa di sua proprietà deve presentare la “Dichiarazione di ospitalità”: vedi il paragrafo Per chi ospita i cittadini ucraini.


Ulteriori informazioni sugli adempimenti amministrativi sono disponibili sui siti di:

Polizia di Stato
Questura di Milano