Richiesta e consegna dei punti fissi

Ai sensi dell’art. 59.1 RE solo per gli interventi di nuova edificazione (esclusi i sopralzi), sostituzione edilizia e opere di urbanizzazione oggetto di prescrizioni planivolumetriche (piani urbanistici o titoli abilitativi convenzionati) prima di iniziare i lavori dovrà essere presentata richiesta di ricognizione della linea di confine tra gli spazi pubblici e l'area di pertinenza della costruzione, protocollando, all'ufficio che ha curato l’istruttoria relativa allo strumento planivolumetrico, il modulo “Richiesta Punti Fissi”.

L'Ufficio provvederà a trasmettere copia della documentazione all'Area  Pianificazione Urbanistica Generale e al Reparto Strade competente dell'Area Tecnica  Infrastrutture per la Mobilità.

I punti fissi e le linee di livello verranno comunicati entro 20 giorni dalla presentazione della domanda di cui sopra.

Ai sensi dell’art. 59.2 RE, per gli interventi di nuova edificazione (esclusi i sopralzi), sostituzione edilizia e opere di urbanizzazione (compresi gli interventi oggetto di prescrizioni planivolumetriche per i quali è già stata presentata la richiesta ai sensi dell’art. 59.1 RE) prima di iniziare i lavori di scavo dovrà essere definita, mediante segnalazioni o picchettature, la collocazione sul terreno delle costruzioni, conformemente alle previsioni di progetto e della stessa dovrà essere data comunicazione al gruppo  che ha in trattazione la pratica edilizia, protocollando il modulo “Comunicazione Punti Fissi”.

Le picchettature dovranno restare esposte per un periodo di almeno 10 giorni dalla comunicazione, decorso tale termine i lavori di scavo potranno iniziare.

L’ufficio che ha in trattazione la pratica edilizia provvederà a trasmettere per conoscenza copia della documentazione all'Area Tecnica Infrastrutture per la Mobilità -  Reparto Strade e ad eventuali altri Uffici  competenti per le aree confinanti.