Come installare portabiciclette ad uso pubblico

L'installazione di portabiciclette destinate all'uso pubblico può essere richiesta da soggetti privati e da soggetti pubblici diversi dall’Amministrazione comunale.

Gli spazi di sosta per velocipedi si possono ricavare su:

  • aree demaniali
  • aree appartenenti al patrimonio indisponibile del Comune
  • aree private soggette a servitù di pubblico passaggio.

Per la loro realizzazione occorre ottenere una concessione di occupazione suolo a carattere permanente che si rinnova tacitamente di anno in anno, salvo rinuncia del proprietario o revoca o decadenza pronunciata dall'Amministrazione.

Le aree sono delimitate da segnaletica orizzontale e verticale e attrezzate con portabiciclette di proprietà del richiedente e disponibili per l’utilizzo libero e gratuito da parte di tutti.

Per maggiori dettagli consulta le Disposizioni tecniche per rastrelliere portabiciclette.
 

Il richiedente, in caso di concessione, avrà l’onere di garantire:

  • la manutenzione ordinaria e straordinaria della segnaletica e dei portabiciclette per l’intera durata della concessione
  • la sostituzione del palo e del segnale verticale e dei portabiciclette in caso di degrado
  • la rimozione immediata per ragione di interesse pubblico.

  • marca da bollo da apporre sulla domanda: € 16,00
  • marca da bollo per il ritiro della concessione: € 16,00
  • spese istruttorie: € 25,00
  • deposito cauzionale, ove richiesto: minimo € 500,00

Il portabiciclette ad uso pubblico è esente dal pagamento del Canone Unico.

Accedi al servizio

Compilare il "modulo rastrelliere portabiciclette" e presentarlo assieme ai documenti indicati al suo interno a:

  • Protocollo Unità Occupazione Suolo
    largo De Benedetti, 1 – primo piano
    orario: dal lunedì al giovedì, dalle 9:00 alle 12:00

    oppure:
  • Protocollo Generale

Aggiornato il: 24/06/2022