Multe e sanzioni: ricorso e rigetto del ricorso

Quando è possibile fare ricorso?
Il ricorso è consentito per le seguenti sanzioni:

  • verbale di contestazione
  • verbale di accertamento d’infrazione
  • ingiunzione di pagamento.

Non è invece possibile ricorrere in caso di:

  • accertamento d’infrazione ADI (il documento lasciato sul parabrezza in caso di divieto di sosta).

Per presentare ricorso contro l’ADI è necessario attendere di ricevere il verbale di accertamento d’infrazione, che viene notificato con raccomandata postale a chi non effettua il pagamento dell’ADI.
 

Per le violazioni diverse dal Codice della Strada gli interessati possono fare ricorso entro trenta giorni dalla data della contestazione o della notificazione all'autorità riportata sul verbale.

Per informazioni o per prenotare un appuntamento puoi:

  • contattare lo 02.02.02
    attivo dal lunedì al sabato, dalle 8:00 alle 20:00 (festivi esclusi)
     
  • recarti presso:
    Sportello Unico Area Procedure Sanzionatorie
    via Friuli, 30
    orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 08:00 alle 16:00, sabato dalle 8:00 alle 13:00

  • Sportello

I termini per presentare il ricorso sono:

  • sessanta giorni per il Prefetto
  • trenta giorni per il Giudice di Pace

Ricordati
Puoi fare ricorso solo se non hai effettuato il pagamento del verbale.
 

Accedi al servizio

Il ricorso deve essere inviato per posta raccomandata A/R a uno di questi destinatari:

  • Ill.mo Signor Prefetto
    tramite il Corpo di Polizia Locale del Comune di Milano
    Area Procedure Sanzionatorie 
    via Friuli, 30 - 20135 Milano
     
  • Ill.mo Signor Prefetto
    corso Monforte, 31 - 20122 Milano
     
  • Ufficio del Giudice di Pace
    via F. Sforza, 23 - 20122  Milano

Per tutte le informazioni relative al ricorso al Giudice di Pace visita il sito dedicato 
 

  • Online
  • Sportello

Le Ordinanze Ingiunzioni del Prefetto per violazioni al codice stradale vengono emesse:
in caso di rigetto del ricorso presentato al Prefetto ai sensi degli artt. 203 e 204 del Codice della Strada.
L’interessato può ricorrere al Giudice di Pace entro 30 giorni dal ricevimento  dell’Ordinanza Ingiunzione.  
Nei casi in cui il ricorso non venga considerato ammissibile, il Prefetto non emette una Ordinanza Ingiunzione, bensì una Dichiarazione d’Inammissibilità e in tal caso l’iter amministrativo del verbale impugnato non si interrompe.
Anche in caso di emissione di Dichiarazione d’Inammissibilità l’interessato può ricorrere al Giudice di Pace entro 30 giorni dal suo  ricevimento.
E’ possibile fare Ricorso all'Autorità competente solo se non è stato effettuato il pagamento.
All'Ordinanza Ingiunzione viene allegato un bollettino prestampato da pagare entro 30 giorni dalla notifica.
Alla Dichiarazione di Inammissibilità viene allegato un bollettino prestampato da pagare entro 30 giorni solo se sono già trascorsi 60 giorni dalla notifica del verbale impugnato.  Nel caso in cui non siano ancora scaduti i termini per il pagamento del verbale in misura ridotta (60 gg dalla sua notifica) occorre invece utilizzare il bollettino precompilato, quello di importo più elevato, allegato al verbale originario.
Se il giorno di scadenza è festivo, il termine è prorogato al primo giorno seguente non festivo.

Accedi al servizio

Pagamento libero
- ti occorre solo in codice IUV riportato nell'avviso di pagamento
- non è necessaria nessuna registrazione

Clicca sul pulsante e accedi

Accedi al servizio

1. Ufficio Cassa dell' Area Procedure Sanzionatorie della Polizia Locale
via Friuli, 30 - piano rialzato
orario: dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 16:00, sabato dalle 08:00 alle 13:00
Allo sportello occorre esibire il provvedimento e il bollettino allegato.
Il pagamento è consentito in contanti o con Bancomat.

2. uffici postali
Utilizzando il Bollettino precompilato allegato al Provvedimento, oppure quello di importo più alto allegato al verbale originario nel caso in cui si tratti di Dichiarazione di Inammissibilità e siano già trascorsi i 60 giorni dalla notifica del verbale originario per il pagamento in misura ridotta.

Per opporsi a un’ingiunzione di pagamento bisogna depositare un atto di citazione presso il Giudice competente (il Giudice del luogo in cui ha sede l’ufficio che ha emesso il provvedimento). Il Prefetto e/o il Sindaco NON sono competenti.

Il ricorso va presentato entro 30 giorni dalla notifica dell’ingiunzione di pagamento.

Per maggiori informazioni visita il sito del Tribunale di Milano 

Riferimenti normativi
R.D. 639/1910, art. 2
R.D. 639/1910, art. 3, modificato dal D.Lgs. 150/2011, art. 32.
 

  • Online
  • Sportello

Rigetto con determinazione dell’importo da pagare
In caso di sentenze di rigetto parziale o totale del ricorso del Giudice di Pace per violazioni al Codice della Strada (riguardanti verbali e ordinanze prefettizie) il ricorrente della Sentenza potrà pagare l’importo determinato dal Giudice di Pace adottando le modalità e utilizzando i canali descritti di seguito.

Il pagamento è richiesto entro i 30 giorni successivi alla notifica. La sentenza si intende comunque notificata trascorsi 6 mesi dalla data della sua pubblicazione, ossia del suo deposito in cancelleria.

Rigetto senza determinazione dell’importo da pagare
Nel caso in cui il Giudice di Pace disponga il rigetto del ricorso senza determinare con precisione l’importo da pagare, la somma dovuta ammonta alla metà del massimo previsto per la sanzione amministrativa edittale, alla quale vanno aggiunte le spese di notifica dei verbali.

Rigetto riferito alle ordinanze ingiunzioni del Prefetto
In caso di rigetto del ricorso senza riferimenti all’importo da pagare, è confermata la somma stabilita dal Prefetto prima del ricorso.

Per informazioni
Per ulteriori informazioni riguardanti le modalità di pagamento e gli importi delle sanzioni stabiliti dal Giudice di Pace contattare il seguente indirizzo mail: PL.SanzioniRicorsoAG@comune.milano.it

 

Accedi al servizio

Attraverso il servizio di home banking effettuare un bonifico bancario
codice IBAN IT21M0760101600001038786867

Indicare nella causale il numero della sentenza e/o del Registro Generale del Giudice di Pace (N.R.G.)
 

  1. Ufficio Cassa dell' Area Procedure Sanzionatorie della Polizia Locale
    via Friuli, 30 - piano rialzato
    orario: dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 16:00, sabato dalle 08:00 alle 13:00
    Allo sportello occorre esibire copia della sentenza o del provvedimento, reperibile presso l’Ufficio del Giudice di Pace.
    Il pagamento è consentito in contanti o con Bancomat.
     
  2. uffici postali
    versamento sul Conto Banco Posta PA n° 001038786867
    intestato a "Comune di Milano - Polizia Locale Sentenze Servizio Tesoreria - via Silvio Pellico, 16 - 20121 Milano.
    Indicare nella causale il numero della sentenza e/o del Registro Generale del Giudice di Pace (NRG)
     
  3. sportelli bancari
    bonifico bancario, utilizzando il codice IBAN IT21M0760101600001038786867
    Indicando nella causale il numero della sentenza e/o del Registro Generale del Giudice di Pace (N.R.G.).
    NB. Per il pagamento con bonifico bancario verrà considerata valida la data di accredito del denaro versato, non quella in cui è stata eseguita l’operazione.