Mappatura unità fuori rete: Indicazione Elementi Conoscitivi

Gli Enti Gestori che intendono attivare sul territorio comunale una struttura socio assistenziale fuori rete (cioè, una struttura non normata da Regione Lombardia e non rientrante nelle sperimentazioni del Comune di Milano), devono presentare all’Amministrazione comunale l’Indicazione Elementi Conoscitivi (IEC) ai fini della mappatura delle unità di offerta presenti sul territorio.

Non rientrano in questa categoria tutte quelle strutture che svolgono attività commerciali e, comunque, non attività sociali ed assistenziali.

Il gestore dovrà garantire il rispetto delle norme regionali o nazionali in materia di igiene e sanità pubblica, di sicurezza degli impianti, di urbanistica-edilizia e, nel caso di utilizzo di personale non volontario, il rispetto dei rapporti di lavoro.

Le Unità d’Offerta devono essere localizzate in immobili con categoria catastale compatibile con l’attività svolta; le categorie solitamente idonee sono quelle da “A/1 – Abitazione signorile” ad “A/10 – Uffici e studi privati” e la categoria “C/1 – Negozi o botteghe” (con accesso diretto alla strada). L’utilizzo di immobili in categorie diverse da quelle citate è possibile solo a seguito di verifica della compatibilità con il Polo Catastale del Comune di Milano (Via Privata Catone, 24).

Eventuali localizzazioni al piano seminterrato devono obbligatoriamente essere provvisti di parere preventivo favorevole, insieme a deroga (art. 65 del D. Lgs 81/2008) per attività lavorative nei locali seminterrati o interrati (B.U.R.L. 26/11/2014 – Nuovo Regolamento Edilizio del Comune di Milano, art. 88).

Dopo la presentazione dell’Indicazione Elementi Conoscitivi (IEC - richiesta esclusivamente per la mappatura delle strutture attive sul territorio del Comune di Milano), l'Unità Monitoraggio e Controllo Servizi Territoriali ne verifica la completezza e inserisce la struttura tra quelle operanti sul territorio del Comune di Milano.

L’Indicazione Elementi Conoscitivi presentata non determina l'abilitazione allo svolgimento dell’attività; pertanto, il gestore deve verificare preventivamente presso il SUAP o gli Enti competenti gli eventuali adempimenti necessari per il funzionamento della struttura.

Accedi al servizio

Se si è in possesso di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata, è possibile scrivere un'e-mail all’indirizzo ed.autorizzazioni.controlli@postacert.comune.milano.it.
Alla mail occorre allegare la modulistica prevista.

Per presentare la modulistica relativa alla IEC rivolgersi all'ufficio:

Comune di Milano
Direzione Educazione - Area Monitoraggio, Controllo e Riscossione Servizi Educativi
Unità Monitoraggio e Controllo Servizi Territoriali
via Porpora, 10 - 20131 Milano

Orario: da lunedì a venerdì dalle 9:00 alle 12:30, solo su appuntamento.

Per presentare la IEC inviare via posta ordinaria o raccomandata A/R la modulistica prevista al seguente indirizzo:

Comune di Milano
Direzione Educazione - Area Monitoraggio, Controllo e Riscossione Servizi Educativi
Unità Monitoraggio e Controllo Servizi Territoriali
Via Porpora, 10 - 20131 Milano

Per richiedere informazioni, è possibile inviare un'e-mail all’indirizzo di posta elettronica Ed.ServEducativiMonitoraggio@comune.milano.it.

Riferimenti normativi

Per ulteriori approfondimenti consultare la normativa regionale e comunale di riferimento:

  • Legge Regionale n. 3/2008
  • Regione Lombardia, Decreto della Direzione Generale Famiglia e Solidarietà Sociale n. 1254/2010
  • Legge Regionale n. 2/2012

Aggiornato il: 14/06/2021