Installazione ed esercizio distributori di carburanti

Impianti ad uso pubblico
Per impianto di distribuzione carburanti ad uso pubblico si intende un complesso commerciale unitario costituito da:

  • una o più colonnine di erogazione di carburante per autotrazione
  • i relativi serbatoi
  • i servizi e le attività economiche accessorie ed integrative.

Impianti ad uso privato
Per impianto di distribuzione carburanti per autotrazione ad uso privato si intendono tutte le attrezzature fisse o mobili ubicate in spazi all'interno di stabilimenti, cantieri, magazzini e simili di proprietà o in uso esclusivo, destinate al rifornimento di automezzi, o mezzi targati e non targati, di proprietà o in leasing in uso al titolare dell'autorizzazione.

Sono esclusi gli impianti destinati ai carburanti agevolati per uso agricolo.

Nota
Per gli impianti ad uso privato vige il divieto di cessione di carburanti a terzi, sia a titolo oneroso sia gratuito.

Rilascio delle concessioni
L’installazione di nuovi impianti ad uso pubblico stradali e privati è soggetta ad Autorizzazione rilasciata dal Comune.

L’installazione di nuovi impianti ad uso pubblico autostradali è soggetta a Concessione rilasciata dal Comune.

La concessione ha validità di 18 anni ed è sottoposta a rinnovo.

Collaudo
Ad ultimazione dei lavori e prima della messa in funzione, i nuovi impianti, ad esclusione di quelli di gasolio ad uso privato costituiti da contenitori - distributori rimovibili, devono essere collaudati.
L’interessato deve richiedere al Comune il collaudo.

A chi rivolgersi

  • Per l'installazione e l'esercizio degli impianti consulta la sezione Accedi al servizio

Autorizzazioni
Sono soggette a preventiva autorizzazione rilasciata dal Comune di Milano le seguenti modifiche:

  • aggiunta di nuovi prodotti petroliferi o idrocarburi diversi da quelli già autorizzati
  • ristrutturazione totale dell’impianto.

Collaudo
Ad ultimazione dei lavori e prima della messa in funzione, gli impianti sottoposti a ristrutturazione e quelli potenziati con i prodotti metano e GPL devono essere collaudati.

L’interessato deve richiedere al Comune di Milano il collaudo.

Ogni altra modifica diversa da quelle di cui sopra è soggetta a comunicazione al Comune.

A chi rivolgersi
Consulta la sezione Accedi al servizio.

Nota
L’art. 11 del Regolamento per la qualità dell’aria, approvato con Deliberazione C.C. n. 56 del 19 novembre 2020, ha introdotto l’obbligo di installare infrastrutture di ricarica elettrica in tutti gli impianti di distribuzione carburanti già esistenti, situati sulla rete ordinaria, su aree private/patrimoniali. 
Il progetto deve essere presentato entro il 1° gennaio 2022 e realizzato entro 12 mesi dalla data di presentazione. 
In caso di impossibilità tecnica, la colonnina deve essere realizzata in un'area pubblica diversa dal sedime dell’impianto di distribuzione carburanti entro il 1° gennaio 2023. 

Accedi al servizio

Per trasmettere domande e/o comunicazioni utilizzare esclusivamente il canale Pec
carburanti@pec.comune.milano.it

Ricordati
Per presentare la domanda è necessario usare i moduli forniti nella sezione Modulistica di questa pagina.

Direzione Transizione Ambientale
Ufficio Carburanti
via Sile, 8
20139 Milano

e-mail: DTA.Carburanti@comune.milano.it
PEC: carburanti@pec.comune.milano.it
tel. 02 884.68363 / 68364 / 68366

Modulistica

Decreto Legislativo n. 32 dell'11 febbraio 1998

Legge Regionale n.6/2010 e ss.mm.ii

Deliberazione della Giunta Regionale n. X/6698 del 9 giugno 2017

Decreto Regione Lombardia n. 8143 del 6 luglio 2017

Aggiornato il: 26/07/2021