Dispersione delle ceneri

Le ceneri possono essere disperse nel rispetto della volontà della persona defunta:

  • in aree appositamente destinate all’interno dei cimiteri
  • in natura: per esempio in mare, nei laghi e nei fiumi è consentita nei tratti liberi da natanti e da manufatti
  • in aree private all’aperto, con il consenso della persona che ne detiene la proprietà.

La dispersione è vietata nei centri abitati.

La volontà di disperdere le proprie ceneri può essere manifestata nei seguenti modi:

  • manifestazione in vita della volontà dichiarata dalla persona defunta in una disposizione testamentaria, attraverso una delle seguenti modalità:
    - in uno scritto da depositare e pubblicare a cura di un notaio (testamento olografo)
    - in un testamento pubblico
    - in un testamento segreto
  • iscrizione in vita ad Associazione legalmente riconosciuta, avente tra i propri scopi quello della cremazione del corpo delle persone associate.

In mancanza di tali requisiti la volontà di dispersione può essere espressa dal coniuge/unito civilmente.

  • In assenza di queste figure, la volontà può essere espressa dal parente più prossimo entro il 6° grado
  • in caso di esistenza di più parenti dello stesso grado, occorre la maggioranza assoluta di parenti di pari grado.

Tale manifestazione è resa davanti all’Ufficiale di Stato Civile, che redige e sottoscrive il relativo processo verbale nel Comune di residenza in vita o di decesso della persona defunta o nel Comune di residenza della persona dichiarante.

Chi autorizza la dispersione?
Per disperdere le ceneri occorre un'autorizzazione rilasciata dal Comune in cui è avvenuto il decesso.

Se le ceneri sono già tumulate, l'autorizzazione va chiesta al Comune in cui è tumulata la persona defunta.

Costo del servizio
Il Comune di Milano applica le seguenti tariffe:

  • € 28,97 per la dispersione in natura
  • € 105,86 nelle aree individuate all'interno dei cimiteri comunali.

Alla dispersione delle ceneri può provvedere:

  • una persona individuata dalla persona defunta
  • il coniuge o la persona unita civilmente
  • un altro familiare
  • l'eventuale esecutore testamentario
  • il rappresentante legale dell’Associazione di Cremazione alla quale la persona defunta era iscritta.

Nei cimiteri comunali sono state individuate due aree destinate alla dispersione.

Boschetto del ricordo - Cimitero Maggiore
Il Boschetto del ricordo è un’area verde in corrispondenza del campo 43, destinata alla dispersione a partire dal 2021. Qui è possibile effettuare la dispersione delle ceneri di persone decedute a Milano (sia residenti che non residenti) solo subito dopo il funerale.

La dispersione avviene per interramento diretto, ossia con svuotamento dell’urna all’interno di una fossa e successivo riempimento e livellamento del terreno. Non è quindi possibile collocare cippi, croci, segnacoli, vasi od oggetti di qualsiasi tipo, incompatibili in quanto la dispersione mediante interra\mento non è un’inumazione e il punto in cui avviene non può essere individuato come luogo di sepoltura.

Al termine del suo utilizzo, ogni settore di dispersione diventa dimora di piante e arbusti sulla base di un progetto (consulta il file sezione Allegati) che si completerà con l’utilizzo di tutti settori del campo 43 e la messa a dimora di tutte le piante ed arbusti previsti.
 

Giardino del ricordo - Cimitero di Lambrate
Realizzato nel 2004, il Giardino del ricordo è un’area verde nei pressi del Crematorio.

Le ceneri sono sparse in superficie e veicolate nel sottosuolo attraverso un flusso d’acqua.

Chi autorizza la dispersione?

Per disperdere le ceneri occorre un'autorizzazione rilasciata dal Comune in cui è avvenuto il decesso.

Se le ceneri sono già tumulate, l'autorizzazione va chiesta al Comune in cui è tumulata la persona defunta.

Costo del servizio
Il Comune di Milano applica le seguenti tariffe:

  • € 28,97 per la dispersione in natura
  • € 105,86 nelle aree individuate all'interno dei cimiteri comunali.

Per il rilascio dell'autorizzazione alla dispersione rivolgersi come indicato di seguito.

A seguito di funerale

Ufficio Funerali, Sepolture e Cremazioni
via Larga, 12 - 1° piano - stanza 115/120

orario (presentarsi almeno 30 minuti prima della chiusura dell’ufficio):

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 15:30
  • sabato e festivi infrasettimanali dalle 8:30 alle 12:00 (ingresso da via Rastrelli)
  • domenica dalle ore 8:30 alle ore 12:00 per decessi in abitazione e decessi in casa di cura sprovviste di camera mortuaria (ingresso da via Rastrelli)

Per la dispersione di ceneri che provengono da una sepoltura (celletta, colombaro, ecc.)

Ufficio rinnovi sepolture, esumazioni ed estumulazioni
via Larga, 12 – 1° piano - stanza 107
Si riceve solo su appuntamento.


Per prenotare un appuntamento


Orario di ricevimento per chi ha l'appuntamento

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 15:30

Modulistica e documenti

Modulistica da scaricare

Altri documenti da presentare

  • marca da bollo da € 16,00
  • documento da cui risulti la volontà di dispersione
  • copia di un documento d'identità in corso di validità di chi effettuerà la dispersione
  • in caso di manifestazione di volontà davanti all'Ufficiale di Stato Civile: documento d’identità in corso di validità delle persone che la rendono

Per dispersione a seguito di un funerale
tel. 02 884.62160 / 62171 

Per dispersione in caso di esumazione ordinaria, estumulazione da colombaro o celletta, dispersioni di ceneri già tumulate:
tel. 02 884.60103 / 62154

Aggiornato il: 13/10/2022