Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà

È una dichiarazione che società o enti privati (banche, assicurazioni ecc.) possono chiedere per documentare stati, fatti o qualità personali di una persona con cui hanno rapporti. La persona interessata la rilascia sotto la propria responsabilità.

Per richiedere la Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà bisogna presentarsi agli sportelli delle sedi anagrafiche comunali con il proprio documento d’identità, l'accesso è libero, senza appuntamento.

L'Ufficiale d'Anagrafe, il quale riceve la dichiarazione in parola, attesta che la sottoscrizione della persona interessata viene apposta in sua presenza, previo accertamento dell'identità del dichiarante, come espressamente previsto dal D.P.R. 445/2000.

Nota bene:
In base alla legge sulla documentazione amministrativa non è necessario autenticare documenti e istanze indirizzate alla Pubblica Amministrazione: è sufficiente inviare la documentazione via posta, fax o consegnarla tramite persona delegata, allegando fotocopia del proprio documento d’identità.

Non è possibile autenticare presso il Servizio Anagrafe dichiarazioni che affermino espressioni di volontà o di impegno. Per validare questo tipo di documenti l’autorità competente è il notaio.

Costi per il rilascio della dichiarazione

  • in carta libera: € 0,26
    (indicare la causa di esenzione prevista dalla legge)
  • in bollo: € 16,52

Accedi al servizio

Per rendere una dichiarazione sostitutiva di notorietà per successione si accede liberamente senza obbligatorietà di appuntamento.

Per tutte le altre dichiarazioni è necessario  prenotare un appuntamento online:

E' comunque garantito l'accesso libero per le emergenze. 
Importante:

  • presentarsi dai 15 giorni precedenti alla data dell'evento che determina l'urgenza (es. appuntamento notaio/banca)
  • le urgenze devono essere motivate e documentate.  Ovvero è necessario portare attestazione dell'urgenza (es. attestazione di appuntamento notaio, ecc)


In sede anagrafica sarà fissata una data per l'erogazione del servizio.
 

Aggiornato il: 03/11/2021