Cremazione

Il Comune di Milano è dotato di un Polo Crematorio situato all'interno del Cimitero di Lambrate.

La cremazione viene decisa:

  • al momento della fissazione del funerale
  • per un cambio di sepoltura

ad esempio la cremazione resti derivanti da esumazioni o estumulazioni.

  • a seguito di funerale

         cremazione salma € 278,30

  • a seguito di cambio sepoltura

           - salma indecomposta

          cremazione € 98,95

          cassa indecomposti € 51,70

          trasporto al crematorio di Lambrate € 78,52

            - resti ossei

         cremazione € 109.08

         Inoltre: 

         affidamento ceneri € 28,12

         dispersione ceneri € 28,12 (solo nel caso di dispersione fuori dal Cimitero di Lambrate)

         cassettina ceneri  € 15,75

La cremazione è autorizzata dall'Ufficiale di Stato Civile del Comune di Milano per i decessi che avvengono sul proprio territorio.

Contestualmente al rilascio dell’autorizzazione alla cremazione, viene fissata la data dell’operazione e il parente del defunto può scegliere la destinazione delle ceneri.

Documenti da presentare

Volontà espressa dal defunto attraverso una delle seguenti modalità:

  • manifestazione in vita della volontà dichiarata in una disposizione testamentaria (cioè volontà espressa, in vita, dal defunto, in uno scritto da depositare e pubblicare a cura di un notaio c.d. “testamento olografo”, oppure in un testamento pubblico oppure in un testamento segreto);
  • iscrizione in vita ad Associazione legalmente riconosciuta, avente tra i propri scopi quello della cremazione del corpo dei propri associati;
  • in assenza dei punti precedenti occorre una manifestazione di volontà da parte del coniuge (o del partner in caso di unione civile). In mancanza di queste figure, del parente più prossimo entro il 6° grado e, in caso di esistenza di più parenti dello stesso grado, della maggioranza assoluta dei parenti di pari grado. Tale manifestazione è resa davanti all'Ufficiale di Stato Civile, che redige e sottoscrive il relativo processo verbale, previa identificazione dei dichiaranti tramite idoneo documento d’identità, in corso di validità. Il processo verbale può essere reso nel Comune di residenza in vita o di decesso del defunto o nel Comune di residenza del dichiarante

Certificato in carta libera del medico necroscopo dal quale risulti escluso il sospetto di morte dovuta a reato ovvero, in caso di morte improvvisa o sospetta segnalata all'Autorità Giudiziaria, il nulla osta della stessa recante specifica indicazione che il cadavere può essere cremato

Dichiarazione, del familiare, che indichi se il defunto era portatore di stimolatore cardiaco o apparecchiature similari. In caso positivo, poiché solo alcune tipologie di pace maker possono essere introdotte nei forni del Crematorio di Lambrate, è necessario disporre delle informazioni relative al tipo di alimentazione dell’apparecchio:

  • se il decesso è avvenuto in ospedale, sarà la struttura ospedaliera a indicare il tipo di alimentazione. Nell'ipotesi in cui la stessa non lo specifichi sui moduli di accertamento di morte, l’apparecchio dovrà essere espiantato.
  • se il decesso è avvenuto in abitazione il familiare dovrà produrre all'ufficio funerali, sepolture e cremazioni il tesserino del pace maker, da cui risulti marca e tipo dell’apparecchiatura per valutare se sia necessario richiedere l’espianto dello stesso.

La cremazione è autorizzata dall'Ufficiale di Stato Civile del Comune ove è sepolto il defunto.

Gli uffici forniranno le altre indicazioni necessarie in base alla provenienza e alla destinazione del defunto da cremare.

Documenti da presentare

Volontà espressa dal defunto attraverso una delle seguenti modalità:

  • manifestazione in vita della volontà dichiarata in una disposizione testamentaria (volontà espressa in vita dal defunto) in uno scritto da depositare e pubblicare a cura di un notaio (testamento olografo) oppure in un testamento pubblico oppure in in testamento segreto
  • iscrizione in vita ad associazione legalmente riconosciuta avente tra i propri scopi quello della cremazione del corpo dei propri associati
  • in assenza dei punti precedenti occorre una manifestazione di volontà (autocertificazione) da parte del coniuge (o del partner in caso di unione civile). In mancanza di queste figure, la manifestazione di volontà deve essere espressa dal parente più prossimo entro il sesto grado. In caso di esistenza di più parenti dello stesso grado, dalla maggioranza assoluta dei parenti di pari grado.

Gli uffici forniranno le indicazioni per altri eventuali documenti in base alla provenienza e alla destinazione del defunto da cremare.

Per informazioni su cremazione a seguito di funerale

Ufficio Funerali, Sepolture e Cremazioni
via Larga, 12 - 1° piano - stanza 115

orario:
- dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 15:30 per tutti i servizi. Attenzione: dal 9/12/2019 al 3/1/2020, causa lavori di adeguamento degli impianti tecnici, dalle 8:30 alle 14:00
- sabato e festivi infrasettimanali dalle 8:30 alle 12:00 per tutti i servizi (ingresso da via Rastrelli)
- domenica dalle ore 8:30 alle ore 12: 00 per decessi in abitazione e decessi in casa di cura sprovviste di camera mortuaria (ingresso da via Rastrelli)
NB. presentarsi almeno 30 minuti prima della chiusura dell’ufficio

tel. 02 884.62160/62167


Per informazioni su cremazione per cambio sepoltura

Ufficio rinnovi sepolture, esumazioni ed estumulazioni
via Larga, 12 - 1° piano - stanza 107
orario: dal lunedì al venerdì, dalle 08:30 alle 15:30. Attenzione: dal 9/12/2019 al 3/1/2020, causa lavori di adeguamento degli impianti tecnici, dalle 8:30 alle 14:00
(presentarsi almeno 30 minuti prima della chiusura dell'ufficio)

tel. 02 884.62150/62174