Cosap: pagamenti e rimborsi

Occupazioni permanenti

  • il pagamento è riferito all’anno solare, senza considerare i giorni effettivi di occupazione. Quindi non ha rilievo se l’occupazione inizia o termina nel corso dell’anno
  • si paga il 1° anno in sede di rilascio concessione e, gli anni successivi, in un’unica soluzione entro il 31 marzo e dietro invito di pagamento del Comune
  • nulla è dovuto per importi inferiori a € 5,50.

Occupazioni temporanee

  • il canone è calcolato sui giorni effettivi di occupazione ed è dovuto prima del rilascio concessione.

Eventi: a chi rivolgersi?
Le occupazioni temporanee collegate ad eventi e/o a pubblico spettacolo sono gestite dallo Sportello Unico Eventi

Occupazioni permanenti
Qualora non sia già previsto dalle modalità contenute nell’invito di pagamento annuale del Comune, è possibile chiedere di effettuare il pagamento in quattro rate trimestrali di uguale importo con le seguenti scadenze e a condizione che la somma complessivamente dovuta sia superiore ad € 1.550,00 all'anno:

  • 31 marzo
  • 30 giugno
  • 30 settembre
  • 31 dicembre.

La rateizzazione comporta l'applicazione degli interessi di legge.

Occupazioni temporanee
Non è consentita la rateizzazione.

I rimborsi delle somme versate e non dovute per le occupazioni suolo pubblico si possono richiedere entro il termine di cinque anni dal giorno del pagamento o da quando è stato definitivamente accertato il diritto alla restituzione.

Sulle somme rimborsate spettano gli interessi nella misura di legge.

Sono esenti dal pagamento del canone alcune tipologie, quali ad esempio:

  • le occupazioni con tende solari
  • le occupazioni inferiori al mezzo metro quadrato o lineare (esclusi i mezzi pubblicitari)
  • le occupazioni effettuate con ponteggi per la tinteggiatura e la pulizia delle facciate degli edifici, limitatamente al tempo indispensabile per l'effettuazione dei lavori, purché i ponteggi non siano utilizzati quale mezzo pubblicitario o commerciale
  • le occupazioni permanenti realizzate con insegne, anche a bandiera, poste sull'edificio sede dell'attività commerciale, artigianale o professionale a scopo di segnalazione, a condizione che le stesse non abbiano pali di sostegno installati su suolo pubblico
  • le occupazioni realizzate dalle ONLUS per le sole attività istituzionali, direttamente connesse, funzionali o accessorie per natura, purchè si realizzino senza attività di vendita, somministrazione o promozione di prodotti commerciali e per una durata non superiore a 15 giorni.

Per l'elenco completo dei casi di esenzione consultare l’art.28 del Regolamento Cosap

  • Online
  • Sportello

Chi deve pagare
Il canone è dovuto dal titolare della concessione o, in mancanza, da chi occupa il suolo pubblico senza formale autorizzazione.

Occupazione permanente
Le modalità sono diverse per il primo anno di concessione da quelli successivi. Per il primo anno è richiesto il pagamento su conto corrente (vedi box qui sotto), per gli anni a seguire verranno fornite indicazioni dai nostri uffici.

Occupazione temporanea
Il pagamento avviene su invito emesso dal Comune e prima del rilascio della concessione.

Accedi al servizio

È possibile pagare via home banking nelle seguenti modalità

  • bollettino di conto corrente postale n. 59897280
    intestato a
    • Comune di Milano - Area Pubblicità e Occupazione Suolo - Servizio Tesoreria
  • bonifico bancario
    Poste Italiane SpA
    IBAN IT49Q0760101600000059897280
    a favore di
    • Comune di Milano - Area Pubblicità e Occupazione Suolo

È possibile pagare agli sportelli nelle seguenti modalità

  • bollettino di conto corrente postale n. 59897280
    intestato a
    • Comune di Milano - Area Pubblicità e Occupazione Suolo - Servizio Tesoreria
  • bonifico bancario
    Poste Italiane SpA
    IBAN IT49Q0760101600000059897280
    a favore di
    • Comune di Milano - Area Pubblicità e Occupazione Suolo

Argomenti: