Contributo sostegno alla mobilità

Si tratta di una integrazione alle spese di trasporto che i cittadini e le cittadine con problemi motori sostengono per raggiungere:

  • luoghi di lavoro
  • sedi scolastiche (esclusa la scuola dell'obbligo per la quale è necessario fare riferimento all'Ufficio Diritto allo Studio della Direzione Educazione)
  • servizio diurno della struttura ospedaliera e/o riabilitativa

Chi può chiederlo
L’intervento è rivolto ai cittadini disabili, in possesso di verbale di invalidità civile superiore al 74% o che debbano sottoporsi a particolari trattamenti terapeutici (es: chemioterapia, radioterapia), che siano impossibilitati a fruire dei mezzi pubblici e che utilizzino, in alternativa, mezzi propri o taxi o mezzi specializzati. E' altresì rivolto agli anziani non autosufficienti.

A seguito dell’approvazione della deliberazione di Giunta 1354/2018  è necessario presentare l’attestazione ISEE (ISEE ordinario) in corso di validità.

Il termine per presentare domanda per l’anno 2020 è scaduto il 30 aprile 2020

         •    Isee ordinario da 0 a € 10.000,00
              Trasporto con auto privata e taxi – Annuale – Max: € 3.000,00
              Trasporto con mezzi specializzati – Max: € 3.500,00

          •    Isee ordinario da 10.000,01 a € 30.000,00
              Trasporto con auto privata e taxi – Annuale – Max: € 2.000,00
              Trasporto con mezzi specializzati – Max: € 2.500,00

         •    Isee ordinario da € 30.001,00 a € 40.000,00
              Trasporto con auto privata e taxi – Annuale – Max: € 1.500,00
              Trasporto con mezzi specializzati – Max: € 2.000,00

         •    Isee ordinario oltre € 40.000,00
              Trasporto con auto privata e taxi: Spesa a completo carico del cittadino
              Trasporto con mezzi specializzati: Spesa a completo carico del cittadino

Si comunica che con Determinazione Dirigenziale n. 3450/2020 è stata approvata la graduatoria per il titolo sociale Linea 4 – Sostegno alla Mobilità per l’anno 2020.


La graduatoria è composta da:

  •  i richiedenti dichiarati ammessi, in quanto in possesso dei requisiti richiesti e in posizione utile per ricevere il contributo in ragione degli stanziamenti a disposizione;
  •  i richiedenti dichiarati ammessi ma sospesi, in possesso dei requisiti verificati ma che non hanno ancora presentato l’ISEE e che verranno ammessi al beneficio se gli importi ISEE saranno inferiori all’importo massimo previsto;
  • i richiedenti dichiarati non ammessi, cioè non in possesso dei requisiti richiesti sulla base delle procedure previste.

A tutti i richiedenti verrà data comunicazione dell’esito della valutazione delle domande

Per informazioni è possibile scrivere a:
pss.titolisociali@comune.milano.it

Argomenti: