Compatibilità paesaggistica

Il proprietario, possessore o detentore a qualsiasi titolo dell'immobile o dell'area interessati dagli interventi 

  • per i lavori, realizzati in assenza o difformità dall'autorizzazione paesaggistica, che non abbiano determinato creazione di superfici utili o volumi ovvero aumento di quelli legittimamente realizzati;
  • per l'impiego di materiali in difformità dall'autorizzazione paesaggistica;
  • per i lavori comunque configurabili quali interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria ai sensi dell'articolo 3 del d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380.

ha la possibilità di presentare apposita domanda ai fini dell'accertamento della compatibilità paesaggistica degli interventi medesimi. 

Qualora venga accertata la compatibilità paesaggistica, il trasgressore, in alternativa alla rimessione in pristino, è tenuto al pagamento di una sanzione pecuniaria che deve essere quantificata in relazione al profitto conseguito e, comunque, in misura non inferiore a cinquecento euro (art. 83 della L.R. 12/2005 e s.m.i.).

L'autorità competente si pronuncia sulla domanda entro il termine perentorio di centottanta giorni, previo parere vincolante della Soprintendenza da rendersi entro il termine perentorio di novanta giorni.

In caso di rigetto della domanda si applica la sanzione demolitoria. 

  • Online

Accedi al servizio

Se hai già un'utenza valida accedi ad OnlyOne-Pratiche Edilizie e seleziona il link “Domanda elettronica”, inserisci le credenziali di accesso e tra i dati specifici pratica paesaggistica seleziona la voce “compatibilità paesaggistica”. 
Al termine della procedura clicca su “Prenota appuntamento” per fissare un appuntamento utile all’accettazione e conseguente protocollazione della richiesta di compatibilità paesaggistica.

Accedi al servizio

Il professionista/avente titolo verrà avvisato attraverso e-mail. 

Il ritiro della compatibilità paesaggistica potrà essere effettuato solo previo pagamento della relativa sanzione pecuniaria, le cui modalità e importo verranno indicati nella comunicazione inviata da parte dell’Ufficio Tutela del Paesaggio.

La certificazione della compatibilità paesaggistica potrà essere ritirata presso l’Ufficio Rilascio.
Importi (diritti di segreteria e marca da bollo) da corrispondere al momento del ritiro sono indicati nella relativa pagina.

N.B. Si ricorda che per il ritiro degli atti, in caso di persona diversa dall'avente titolo, occorre presentarsi con la relativa delega.

  • Pec
  • Mail

Accedi al servizio utilizzando uno dei canali elencati di seguito

Inoltrare email all'indirizzo: suepaesaggio@pec.comune.milano.it

Inoltrare email all'indirizzo: St.UffBeniAmbientali@comune.milano.it 

Aggiornato il: 30/12/2020