Certificato Urbanistico - CU

Il Certificato Urbanistico (CU) è il documento previsto dall’art. 44 del Regolamento Edilizio del Comune di Milano che specifica per gli immobili oggetto di richiesta le previsioni degli strumenti urbanistici vigenti e\o adottati e l’eventuale presenza di vincoli.

Il Certificato Urbanistico è necessario quale documento da produrre a corredo dei progetti relativi a interventi di nuova edificazione e/o di ampliamento.

Per il rilascio del certificato non sono previste procedure d’urgenza.
Si consiglia di presentare le richieste con un congruo anticipo rispetto alla data di utilizzo.

Il certificato verrà rilasciato entro 45 giorni dalla data di ricezione della domanda da parte degli uffici, compatibilmente con il numero di richieste pervenute.

Il certificato urbanistico può essere sostituito da un’attestazione resa dal progettista dell’intervento edilizio, nel caso corredata da opportuna documentazione (art. 44 c. 3 del RE).

Il certificato urbanistico conserva validità finché non intervengano modificazioni agli strumenti urbanistici o alla normativa vigente (art. 44 del RE).

  • una marca comunale relativa ai diritti di segreteria pari a € 25,82;
  • due marche da bollo da € 16,00 ciascuna.

In caso di rilascio di certificati non preventivati rispetto a quello richiesto, è necessario il pagamento dei diritti di segreteria, pari a € 25,82, per ogni certificato aggiuntivo, a conguaglio dei diritti già versati.

  • Online
  • Mail
  • Telefono

Accedi al servizio

Richieste di rilascio di Certificati e attestazioni relative alle destinazioni urbanistiche (PGT)

Il servizio permette di inviare le richieste relative al rilascio di:

  • Certificato di Destinazione Urbanistica (CDU), documento previsto dall’art. 30 del DPR n. 380/2001;
  • Certificato Urbanistico (CU), documento previsto dall’art. 44 del Regolamento Edilizio del Comune di Milano;
  • Altri attestati, certificati, dichiarazioni di destinazione urbanistica previsti da norme e disposizioni di legge diverse dalle precedenti.

Accedi al servizio

Per informazioni:  02.88466795 - 02.88466644

Modulistica e allegati

Modulistica

Il Modulo online, debitamente compilato, andrà accompagnato alla seguente documentazione:

  • fotocopia leggibile del documento di identità del richiedente o, nel caso di richieste presentate da incaricato/delegato, copia dell'incarico/delega accompagnata dalla fotocopia dei relativi documenti di identità (proprietà e incaricato/delegato);
  • estratto della mappa catastale (catasto terreni) in scala 1:1.000 rilasciato dall’Agenzia del Territorio - Ufficio di Milano o dal Polo Catastale Comunale in data non anteriore a tre mesi, con l’area oggetto della richiesta evidenziata da un contorno di colore rosso. L’estratto mappa dovrà essere chiaramente leggibile (numerazione dei mappali e relativa perimetrazione);
  • visura catastale storica (catasto terreni) rilasciata dall’Agenzia del Territorio - Ufficio di Milano o dal Polo Catastale Comunale da cui risultino le variazioni delle superfici dei mappali oggetto della richiesta.
  • titoli di proprietà comprensivi dei relativi tipi planimetrici e allegati esplicativi;

Al fine di agevolare l’individuazione del lotto funzionale di cui all’art. 4.16 delle Norme di attuazione del Piano delle Regole del vigente PGT, occorre inoltre allegare:

  • copia degli atti, eventualmente in possesso, che hanno interessato le precedenti trasformazioni (es. copie precedenti titoli di proprietà,  Atti di densità, Convenzioni urbanistiche, Concessioni edilizie, Titoli edilizi abilitativi, Tavole esplicative delle aree computate o utilizzate ai fini edificatori oggetto di licenze edilizie, ecc.).

Il Titolo di proprietà può essere richiesto all'Agenzia del Territorio - Ufficio di Milano, al notaio rogante o, in caso il notaio non esercitasse più la professione, all’Archivio Notarile Distrettuale di Milano.

Casi particolari

Nel caso in cui le aree oggetto della richiesta siano interessate da frazionamento non ancora recepito dalla mappa catastale, dovrà essere prodotta copia del frazionamento approvato dall'Agenzia del Territorio.

Nel caso di utilizzo di estratto di mappa rilasciato in data superiore a tre mesi, oppure di relativa fotocopia, e lo stesso non sia difforme dalla mappa catastale, è necessario riportare su tale mappa la seguente dichiarazione, con data e firma: “Si dichiara che il presente stralcio di mappa è conforme all’originale depositato presso l’Agenzia del Territorio-Ufficio di Milano”. 

Gli estratti di mappa, o loro fotocopie, con data superiore a un anno da quella di utilizzo non potranno essere comunque ritenuti validi al fine della richiesta.