Adotta un cane o un gatto

Il modo migliore per aiutare un cane o un gatto che vive nel Parco Canile/Gattile è adottarlo.

Avere un animale in casa è motivo di grande gioia, ma sapere di averlo portato via da un canile e aver così contribuito a dargli una nuova possibilità di vita ci procurerà un’emozione davvero unica e irripetibile, ancor più se l’animale che si adotta non è più in giovane età.

Per evitare scelte sbagliate ed esperienze negative sia alle famiglie richiedenti che agli animali ospiti del canile, il personale responsabile delle adozioni effettuerà un colloquio preventivo che aiuterà a decidere quale sia l’animale più idoneo alle proprie esigenze e caratteristiche.

Saranno effettuati controlli pre e/o post-affido presso le famiglie adottanti, in modo da poter verificare se ci siano problematiche connesse alla presenza del nuovo “ingresso”.

Il nuovo Rifugio di Milano è una bella struttura, dove gli animali sono amati e ben curati, ma è pur sempre un canile, e niente può sostituire l’affetto e il calore che solo una famiglia umana può essere in grado di dare e di cui i cani e i gatti ospiti della struttura, hanno un disperato bisogno.

Chi intende adottare un gatto ospite del Rifugio del Comune di Milano, deve rivolgersi direttamente al Parco-Canile e prendere accordi con il personale responsabile delle adozioni. I gatti dati in adozione sono tutti vaccinati, sterilizzati e microchippati.

Decidere di adottare un cane è una scelta forse ancora più impegnativa che adottare un gatto e tante sono le domande che ci si deve porre prima di prendere questa decisione.

  • Sono consapevole degli impegni che comporterà questa scelta?
  • Sono sicuro che non sia il capriccio di un momento magari dettato da una moda?
  • Sono d’accordo tutti i membri della famiglia sulla decisione? 
  • Sono sicuro non sia solo la volontà di fare un regalo originale a mio figlio?
  • Ho pensato a come fare in modo che il cane non resti solo troppe ore durante il giorno? 
  • Sono disposto ad accettare, senza andare in escandescenza, una possibile pipì sul tappeto di casa, o il rosicchiamento di una gamba del tavolo?
  • Sono consapevole del fatto che un cane comporta dei costi sia dovuti al cibo che alle spese veterinarie? E che in alcuni casi questi costi sono alti (purtroppo non esiste una mutua per le spese veterinarie)?
  • Ho già pensato a come affronterò la gestione del mio cane durante le ferie?
  • Sono consapevole del fatto un cane ha necessità di uscire in passeggiata più volte al giorno, 7 giorni su 7, qualunque sia la situazione climatica in quanto deve fare i propri bisogni, deve socializzare con cani e persone, deve potersi sgranchire le zampe?

Se la risposta è sì a tutte queste domande allora non c’è dubbio che sei pronto per l’adozione; presso il Parco-canile di Milano troverai più di 100 cani di tutte le età e taglie, in maggioranza meticci ma non solo, e personale specializzato che ti aiuterà a trovare quello più adatto alle tue esigenze.

Nel Parco canile di Milano c’è un padiglione interamente adibito a gattile.

Si tratta di una bellissima struttura circondata da siepi e composta da locali separati e chiusi da grandi vetrate che rendono l’ambiente assai luminoso. Inoltre è presente uno spazio esterno, a cui si accede tramite piccole aperture (cosiddette “gattaiole”) che consente ai nostri mici, quando il tempo lo permette, di sgranchirsi le zampe e godersi un po’ il sole e l’aria aperta. L’interno poi è letteralmente tappezzato da cucce, giochi, casette, tiragraffi e coperte per permettere ai gatti di saltare e giocare, quando vogliono, e di ripararsi dagli sguardi, quando non sono in forma. 

All'interno del Parco ci sono anche due reparti dedicati ai gatti malati di FIV e FELV, due gravi malattie che attaccano con frequenza le popolazioni feline. In questi due locali protetti i mici vengono curati amorevolmente dal personale e dai volontari che gestiscono il gattile e possono trascorrere con serenità la loro vita in attesa di qualche persona dal cuore davvero d’oro, che decida di prendersene cura in casa propria. 

Ricordiamo, infatti, che la FIV e la FELV sono due malattie che agiscono sul sistema immunitario del gatto rendendolo più fragile e più soggetto di altri ad ammalarsi ma non sono assolutamente trasmissibili all’uomo. Pertanto, portare in casa un gatto FIV o FELV in casa, non farebbe cambiare in alcun modo le abitudini ai generosi proprietari e darebbe al micio la prospettiva di un’esistenza molto più duratura e serena. La vita a contatto con persone da cui si sente amato, in una casa accogliente e sicura e la mancanza di contatti con altri gatti e agenti infettivi esterni, infatti, lo salvaguarderebbe dall’attacco di virus o altre malattie che non sarebbe in grado di contrastare adeguatamente.

Coloro che per gravissimi e documentabili motivi sono impossibilitati a mantenere presso di sé il loro cane o gatto possono effettuare, presso l’Ufficio Tutela Animali, una richiesta di rinuncia, fornendo le generalità, i dati informativi sul cane o gatto e le motivazioni della rinuncia.

Se la rinuncia verrà accettata, la titolarità del cane verrà assunta dal Comune di Milano, che provvederà al ricovero presso la propria struttura in attesa di un’adozione definitiva.

Per maggiori informazioni visita la pagina Animali a Milano: come fare >>

Per segnalazioni o informazioni:
tel.  02.884.64056 / 67741

fax. 02.884.63646

email: sbqv.ufficiotutelaanimali@comune.milano.it

posta elettronica certificata: 
sportbenessere@postacert.comune.milano.it


Via Dogana, 2 - scala A - 5° piano
20123 - Milano

Per informazioni sull'Autorizzazione alla Detenzione animali e sulla cessione di cani e gatti:
tel. 02.884.54322 / 67741

Per informazioni sulle colonie feline:
tel. 02.884.64056 - 67741

Parco-Canile:
tel. 02.884.46310
fax.02.884.46314

Accedi al servizio

Parco Rifugio Canile/Gattile

via Aquila, 81 (accesso da via Corelli), accanto al nuovo Canile Sanitario.
tel 02 884 46310

Orari di apertura: dal mercoledì alla domenica, dalle ore 13 alle ore 17. 

Si chiede gentilmente di rispettare gli orari di visita, tenendo presente che gli ultimi colloqui si chiudono alle ore 16.30 e i giri-visita alle ore 16.45.

Argomenti: