Stefano Parisi

Parisi Stefano

Consigliere comunale

Scrivi al consigliere:

Stefano.Parisi@comune.milano.it

Nel 2000 Antonio D’Amato mi chiama di nuovo a Roma, come Direttore generale di Confindustria. In questo periodo gestisco una fase molto delicata di tensioni sociali e di trasformazione delle regole del lavoro e del rapporto con il sindacato.

Nell’ottobre 2004, al termine della Presidenza D’Amato, sono tornato a Milano come Amministratore delegato di Fastweb, facendone l’azienda più avanzata in Italia del settore delle nuove tecnologie, della rete, delle telecomunicazioni.

In questa veste vengo chiamato alla guida prima di ASSTEL, l’associazione di rappresentanza delle imprese delle Telecomunicazioni aderente a Confindustria e poi di Confindustria Digitale, la Federazione di Confindustria che rappresenta le imprese italiane dell’ICT, di cui ho tenuto la presidenza fino al 2014

Intanto, nel giugno del 2012 ho fondato CHILI Spa, la prima piattaforma italiana di distribuzione di film in streaming. Una start up di successo che ha dato lavoro a una settantina di giovani, fra i migliori laureati delle università milanesi.

Nel febbraio 2016 ho accettato l’invito dei partiti del centro-destra, e di molti esponenti della cultura e dell’imprenditoria milanese, a candidarmi a Sindaco di Milano, lasciando ogni incarico operativo nell’azienda che ho creato.

Attualmente sono impegnato, come consigliere comunale del comune di Milano, nei banchi dell’opposizione.