Il ministro, il don e la sicurezza con solidarietà

Milano (Corriere della Sera - Andrea Galli), 10 ottobre 2020

Dialogo tra don Rigoldi e il ministro dell'Interno Lamorgese

Il ministro Luciana Lamorgese e don Gino Rigoldi protagonisti del dibattito al teatro Shalom, dove il sacerdote ha ribadito l'importanza, quando si affrontano tematiche relative alla sicurezza, degli interventi in chiave sociale, sopratutto nelle zone dove c'è più degrado.
L'ex prefetto: "Milano sa reagire con la capacità di fare squadra", e il sacerdote: "Dobbiamo mantenere sempre vivo il senso della solidarietà e partire dai bisogni delle persone".

A Milano, non poteva essere che qui, in uno dei suoi quartieri, il Giambellino, indipendentemente dal profilo e dal ruolo dell'ospite-interlocutore che, nella parrocchia San Vito, il ministro dell'Interno Luciana è salita sul palco con don Gino Rigoldi, padrone di casa; nell'incontro, organizzato dal Partito democratico, nell'ambito di "Ricomincia con noi"; tema di partenza: la sicurezza, poi si è parlato di tanto altro, in diretta streaming e davanti a 120 spettatori, il massimo della capienza per le misure anti-Covid-19.

L'intervento di don Gino, preceduto da quello del ministro che ha annunciato in relazione alla pandemia la possibile rimodulazione dell'impiego dei militari già presenti in città, si è concentrato sulle case popolari: ancora difettose a livello generale, ancora diffusori di criticità.
"Ma se miglioro il clima all'interno degli appartamenti, ho innegabili vantaggi su tutto il palazzo e, a cascata, sull'intera zona intorno: dunque sì a macro-interventi, a riqualificazioni strutturali su larga scala, a operazioni contro le occupazioni, ma senza mai dimenticare i singoli profili degli inquilini, le loro richieste, gli specifici bisogni: esplorare in profondità, non limitarsi alla superficie".

Il giornalista di Repubblica, Piero Colaprico - moderatore del dibattito - cui ha partecipato anche il presidente del Municipio 6, Santo Minniti - ricordando le lontane stagioni milanesi dei cento e passa omicidi all'anno - ha domandato alla Lamorgese lo stato attuale della sicurezza metropolitana, in riferimento al presunto 'Far west', sovente evocato dal centro-destra...
Risposta comprovata dai numeri: "Parliamo di una città assolutamente tranquilla".

E sul tema del lavoro, tra nuovi disoccupati e impieghi in nero...
"Stiamo agendo in relazione all'emergenza, nell'ovvia speranza di uscirne, contribuendo a fornire non pochi pasti a chi ne ha bisogno, a chi non ha i soldi per comprare da mangiare, dopodiché dobbiamo essere pronti per quando terminerà questo periodo e farci trovare reattivi con metodo".

Il punto di partenza?
"L'importante è muoversi insieme e mantenere il senso della comunità".

Altro argomento, una delle virtù di Milano, ovvero la sinergia tra le istituzioni, che riguarda anche i rapporti tra differenti forze dell'ordine e al contempo la capacità dei privati di entrare direttamente nelle esigenze dei milanesi.
"Sì, è vero, nella mia recente esperienza di prefetto, ho avuto modo di verificare l'immediata disponibilità, l'attenzione, la conseguente mobilitazione, una qualità senza dubbio locale, che però adesso nel mio incarico da ministro, trovo anche nel resto d'Italia; il periodo durissimo che stiamo vivendo ha generato reazioni virtuose".

E sugli immigrati di seconda generazione e il loro ingresso in Polizia, nella Finanza, nei Carabinieri?
"Chi è cittadino italiano può partecipare ai concorsi regolarmente: se hai l'età e sei cittadino italiano puoi partecipare, e nei concorsi vale il merito, non il colore della pelle".

Chiusura dell'incontro con don Rigoldi sulla politica a Milano: 'Io e la politica'?
"Beh, ci parliamo, con la massima chiarezza, su alcuni temi non ci incontriamo per niente, su altri andiamo d'accordo, a volte litighiamo anche, e qualcuno mi augura di andare all'inferno; penso al carcere dove ci sono l'altissimo tasso di recidiva, i suicidi... eppure mi sento rispondere che problemi non lo sono per niente, perché il problema è la sicurezza".

Aggiornato il: 01/02/2021