Progetto Monte Stella

"Monte Stella: nascita di un modello di tutela condivisa"

Con il progetto Monte Stella si intende provvedere alla cura e alla manutenzione del complesso ambientale di Monte Stella coinvolgendo associazioni, comitati, gruppi di cittadini e le diverse realtà interessate.

Il progetto, considerato come parte di un più ampio intervento di lunga durata, prevede una prima fase che durerà 12 mesi e che si concluderà entro la fine del 2020.

Il progetto è cofinanziato dalla Fondazione di Comunità di Milano Onlus.

Nel 2020 ricorrerà il sessantesimo anniversario del completamento della realizzazione di Monte Stella, importantissimo esempio di “verde urbano estensivo”, precursore di quei criteri di realizzazione del verde pubblico più recentemente definiti “forestazione urbana”.

La qualità dei luoghi, l’importante valore non solo per il QT8 ma per tutta la città, la rilevante estensione dell’area verde, il grande valore dei risultati raggiunti fanno di Monte Stella uno degli elementi identitari della città.

Si intende provvedere alla cura e alla manutenzione del complesso ambientale di Monte Stella coinvolgendo associazioni, comitati, gruppi di cittadini e le diverse realtà interessate.

Non si tratta di un progetto limitato alla dimensione di un singolo parco, un quartiere, una porzione di territorio, ma sarà strumento di conoscenza e di prevenzione dei danni ambientali; inoltre il coinvolgimento delle varie associazioni è la base fondamentale per costruire un percorso di conoscenza, di educazione e sensibilizzazione, di partecipazione e di coinvolgimento diffuso nella città.

Nel tessuto urbano milanese un ambito così ampio di verde ha importanti funzioni di mitigazione ambientale, di miglioramento della qualità dell’aria, di fornitore di benessere per i cittadini, di contenitore di biodiversità vegetale e animale; contribuisce in modo rilevante all’assorbimento e al sequestro di anidride carbonica.

L'obbiettivo principale che si prefigge il progetto Monte Stella è ripristinare e mettere in sicurezza i micro dissesti attuali, riqualificando in tal modo anche gli ambienti semi-naturali, con particolare attenzione alla componente vegetale e ai principi di invarianza idraulica; oltre al miglioramento della qualità biologica del Parco Monte Stella, che porterà al rafforzamento della componente vegetale.

Inoltre, ulteriore obiettivo, sarà la generazione di un caso pilota applicabile in contesti urbani analoghi sia in ambito nazionale sia in ambito europeo, mediante la predisposizione di linee guida sulla invarianza idraulica e l’impiego delle tecniche di Ingegneria naturalistica.

Dal punto di vista partecipativo, un obiettivo che ci poniamo, sarà la nascita e lo sviluppo di uno spirito collaborativo di cura, tutela e frequentazione condivisa e rispettosa degli spazi verdi e degli elementi antropici.

  • Rilievo e verifica del complesso sistema di smaltimento delle acque meteoriche, completa revisione applicando le tecniche relative all’invarianza idraulica e redazione di linee guida.
  • Recupero, restauro e sistemazione delle aree a maggiore pendenza impiegando le tecniche dell’Ingegneria naturalistica.
  • Individuazione e perimetrazione di un’oasi urbana. 
  • Ideazione di percorsi didattici ambientali gratuiti dedicati agli istituti scolastici del Municipio 8.
  • Realizzazione di iniziative periodiche di animazione e di divulgazione rivolte alla cittadinanza, sulle tematiche ambientali del Monte Stella.
  • Avvio di un cantiere pilota d’ingegneria naturalistica.
  • Completare il sentiero CAI Milano 01 di Monte Stella fino a piazza Duomo: un percorso che ricordi nel tempo l’origine di Monte Stella e la storia della nostra città.
  • Progettare un nuovo percorso e/o delle migliorie su percorsi esistenti, che consentano l’utilizzo e la fruibilità del Parco del Monte stella anche a persone non deambulanti (in carrozzella o con ausili) o persone non vedenti o ipovedenti in autonomia.
  • Realizzazione di un piantonaio.
  • Organizzazione di mezze giornate ecologiche di pulizia del parco.

  • Aumento delle aree messe in sicurezza e riqualificate.
  • Diminuzione degli atti di vandalismo, accumulo di rifiuti, utilizzo improprio dei sentieri.
  • Riduzione inquinamento acustico.
  • Generazione di un caso pilota.
  • Creazione di un’oasi urbana riconosciuta.
  • Attivare nuovi strumenti di tutela partecipata della biodiversità urbana.
  • Aumento della partecipazione della comunità alla cura e tutela di Monte Stella, come elemento essenziale del paesaggio e della biodiversità urbana.

Capogruppo:

Partner:

Altri soggetti interessati dal progetto:

La rete dei soggetti coinvolti nel progetto non si esaurirà con i soli partner ma coinvolgerà a diversi livelli altri soggetti pubblici e privati, istituti scolastici, associazioni, comitati e singoli cittadini.
Di seguito un breve elenco dei soggetti coinvolti, che hanno già aderito o che hanno partecipato ai primi tavoli di presentazione di questa “idea progettuale” organizzati presso il Municipio 8: