Parco di Villa Finzi, tra romanticismo e magia

Una guida e un pieghevole per riscoprire ed esplorare un frammento della Milano ottocentesca attraverso architetture e giardini storici.

Nel quartiere di Gorla, nascosta tra gli alberi secolari del suo Parco, si trova Villa Finzi; in un'oasi di verde pubblico, dove poter rilassarsi ed incontrare gli amici.

Divenuta proprietà del Comune di Milano nei primi anni del secolo scorso, è ora sede del centro anziani di zona, che ne fruiscono come luogo di aggregazione e di svago.

Nel suo Parco sono presenti inoltre diversi altri servizi sociali, scuole ed istituti professionali, che perpetuano le iniziative umanitarie iniziate dalla Contessa Fanny Finzi-Ottolenghi.

Nell'intento di valorizzare un angolo storico vicino al Naviglio Martesana, poco conosciuto da molti milanesi, ma in grado di riservare sorprese storico-ambientali interessanti; la Commissione Ambiente del Consiglio di Zona 2 in collaborazione con le Guardie Ecologiche Volontarie e il'Area, Verde, Agricolture e Arredo Urbano ha realizzato nel 2009 una guida e un pieghevole.

Le 180 pagine del libro oltre a descrivere con testi ed immagini le 53 specie arboree e 15 specie arbustive presenti nel parco e scelte dalle Guardie Ecologiche per il percorso botanico, raccontano la storia del parco e della villa e di alcune presenze architettoniche come il Tempio della Notte e il Fontanile dell'Acqualunga. 

Il pieghevole illustra la mappa del parco e il percorso botanico con la posizione delle specie arboree e arbustive descritte nella guida.

Il giardino di Villa Finzi offre così suoi visitatori l'occasione di una piacevole passeggiata, ma anche la possibilità di conoscere come la storia e l'architettura, intrecciandosi, sviluppino percorsi culturali ed artistici insoliti, ma importanti per creare un nuovo turismo in città.