Cinque x Mille


Anche quest'anno il contribuente può destinare una quota pari al 5 per mille dell’IRPEF a sostegno delle attività sociali del Comune di residenza.

Il 5 per mille sarà indirizzato dai Comuni al contrasto delle nuove povertà e al supporto delle persone con disabilità, per migliorare la qualità della vita dei cittadini più deboli.

Il 5 per mille non è una tassa aggiuntiva ma una quota dell’IRPEF. Con questo meccanismo, che applica il principio di sussidiarietà, il contribuente può assegnare con la propria dichiarazione dei redditi finanziamenti pubblici a soggetti meritevoli.

Grazie a queste risorse garantite dalla legge, i Comuni possono rafforzare i loro servizi sociali. 

Argomenti: