Dakar

La città

Dakar, capitale del Senegal - considerata la porta dell'Africa Nera al confine fra deserto e foresta tropicale - è situata all'estremità meridionale della penisoletta del Capo Verde, uno dei porti meglio protetti di tutta la costa occidentale africana.

Fondata nel XIX secolo Dakar ha avuto un improvviso sviluppo con la costruzione di ferrovie per l'interno ed oggi appare una metropoli di tipo spiccatamente europeo.

La città è simbolizzata nella sua architettura da una storia ricca e lunga in cui gli influssi esteriori del mondo arabo e dell'Europa si mescolano con le tradizioni locali. Per ammirare lo stile coloniale basta bighellonare a Dakar dove, immerse quasi sempre in cascate di fiori, spuntano vecchie case con i classici balconi e verande di legno lavorato. Per contro lo stile e l'architettura musulmana si nota soprattutto nelle moschee fra cui quella di Dakar spicca per la sua bellezza. L'architettura moderna si è sviluppata con molta originalità integrando gli elementi tecnologicamente avanzati dei giorni nostri con l'aspetto tradizionale e classico del passato.
L'economia si basa su industrie alimentari - fra cui primeggia la pesca industriale del tonno - meccaniche, tessili, chimiche, petrolchimiche e del cemento.

L'artigianato occupa ancora un posto importantissimo nell'economia, fra cui famosi sono i lavori di gioiellieri, fabbri e pellettieri.

Il gemellaggio
Il Comune di Milano, nello spirito di operante collaborazione auspicato fra i popoli d'ogni Paese e nella convinzione dell'opportunità di perfezionare i rapporti con Città esponenti del continente africano impegnate in un'intensa azione di emancipazione, di sviluppo e di partecipazione, il 23 aprile 1974, in occasione del Convegno dei Sindaci delle Grandi Città del Mondo, ha siglato con la città di Dakar un gemellaggio poi ratificato il 3 giugno 1974.

Referente:
Unità Relazioni e Cooperazione tra Città
Area Relazioni Internazionali
Piazza Duomo, 19
20121 Milano
GS.Relazinternazionali@comune.milano.it