Udienza pubblica

Cosa è un'udienza pubblica?

L'Udienza pubblica, ai sensi dell'art.28 del regolamento di Partecipazione Popolare del Comune di Milano, può essere indetta dall'Amministrazione Comunale qualora essa intenda adottare deliberazioni relative a grandi opere pubbliche a rilevanza cittadina, oppure convocata su interventi che incidono in modo rilevante sull'economia, sull'assetto del territorio, sulla tutela della salute e dell'ambiente a seguito di richiesta sottoscritta da un numero di 1000 (mille) cittadini. 

Le firme per la richiesta di udienza pubblica avanzata dai cittadini devono essere apposte su fogli vidimati in unica data a cura dell'Ufficio Elettorale (fac simile del modulo in allegato in fondo alla pagina). Ciascuna firma deve essere accompagnata dall'indicazione di cognome, nome, data e luogo di nascita del sottoscrittore, nonché degli estremi di un documento di riconoscimento. I fogli vidimati devono essere trasmessi al Sindaco tramite inoltro al Protocollo Generale del Comune.

Il Sindaco o l'Assessore delegato indicono l'udienza pubblica entro 45 giorni lavorativi dalla data di pubblicazione sul Portale del Comune e nelle sedi dei Municipi della richiesta e presiedono la stessa, eventualmente coadiuvati dal Segretario o dal Vice Segretario generale o da altro Assessore competente per materia.

Le modalità e i termini di intervento durante l'Udienza pubblica sono regolati dall'Amministrazione alla fissazione della data dell'udienza stessa.

All'Udienza Pubblica si applicano le norme relative al funzionamento del Consiglio Comunale anche per quanto riguarda la partecipazione del pubblico durante la seduta.

Argomenti: