img testata Art Bonus > elementi condivisi

Art Bonus, i progetti del Comune di Milano

Progetti attualmente aperti e finanzabili


Ciclo di Orfeo - Pinacoteca del Castello Sforzesco in deposito presso Palazzo Sormani
Anonimo Olandese (Carl Borromaus Ruthart, Pandolfo Reschi, Livio Mehus)
codice identificativo P02

Il progetto prevede il restauro dell’intero ciclo che raffigura il mito di Orfeo che incanta gli animali, 23 tele che ricoprivano interamente le pareti della Sala del Grechetto, presso il Palazzo Sormani Andreani, sede della Biblioteca Comunale Centrale di Milano e le due tele conservate presso la Pinacoteca al Castello Sforzesco.
 
Approfondimenti

È possibile contribuire alla conservazione e al funzionamento di civici musei, biblioteche, siti archeologici, archivi storici in cui si svolgono attività culturali, mostre, spettacoli, eventi. Tra cui:

  • Programmazione, organizzazione, gestione e promozione delle grandi mostre presso gli spazi espositivi, siti archeologici, archivi storici e musei scientifici e attività di promozione, comunicazione e divulgazione curate dalla Direzione Cultura;
  • Programmazione e gestione di iniziative culturali compresa la promozione della cultura milanese e delle arti visive;
  • Programmazione, organizzazione e controllo sul territorio cittadino delle seguenti attività:
    manifestazioni ed eventi teatrali, cinematografi, musicali, multimediali, editoria, arti visive e fotografia;
  • Ideazione, organizzazione e gestione di iniziative e progetti nelle biblioteche attraverso le mostre bibliografiche, gli incontri, i convegni;
  • Collaborazioni ad attività promosse da soggetti esterni quali manifestazioni, festival, rassegne ecc. rivolte alla promozione della lettura, all'informazione e alfabetizzazione digitale, all'inclusione sociale e all'intercultura, alla promozione di specifiche conoscenze in campo culturale;
  • Tutela e implementazione del patrimonio librario;
  • Innovazione dei servizi, delle attività e delle strutture del sistema bibliotecario.

    In allegato l'elenco dei musei civici, degli archivi storici, degli spazi espositivi e delle biblioteche civiche.

Accumulazione musicale e seduta dell'artista francese naturalizzato americano Arman è una scultura “fruibile” ubicata nel Parco Sempione.

Realizzata nel 1973, in occasione della XV Triennale insieme ad altre undici opere di vari artisti, venne collocata all’interno del Parco Sempione secondo il programma Contatto Arte/Città ideato da Giulio Macchi.

Informazioni sullo stati di conservazione
L'evidente degrado dell’opera è stato causato dal passare del tempo. Parti dell’opera sono andate perse: il leggio non è più in situ e resta quasi solo l’impronta della sezione di tromba, elementi ben visibili nelle foto d‘epoca.

L'intervento
Il restauro conservativo del Comune di Milano intende eliminare le cause del degrado e garantire un’ottimale mantenimento dell’opera. L’intervento si inserisce in un più ampio programma di riqualificazione delle opere d’arte presenti all’interno del Parco Sempione.

L'importo previsto inizialmente è stato raggiunto ma la campagna potrebbe essere riaperta in quanto si rendono necessari ulteriori fondi per consentire il restauro dell'opera.

Approfondimenti


Il Teatro Ringhiera si colloca in un immobile “polifunzionale” situato in via Boifava 17, alla periferia sud della città. L’immobile, in cui trovavano sede, oltre al teatro, anche alcuni uffici dell’Anagrafe, un deposito del Settore Biblioteche, spazi ricreativi del Municipio 5, è  stato chiuso e svuotato nel 2017 poiché sono emersi vari problemi strutturali per l’intero complesso:  per la piazza antistante l’ingresso del teatro (detta “piana”),  per la palazzina e per il teatro stesso, in particolare i camerini e il sottopalco.

Il teatro ha rappresentato un importantissimo presidio territoriale per la zona di riferimento, grazie  alle proposte culturali e aggregative che sono state costantemente attivate nello stesso , aperte a tutta la cittadinanza e soprattutto agli abitanti del quartiere.
L’intervento di manutenzione straordinaria prevede l’ammodernamento e la messa a norma dell’intera unità destinata allo spettacolo e intrattenimento, compresi i locali di servizio e tecnici.
Attraverso il recupero fisico e una riorganizzazione funzionale dell’immobile di via Boifava 17  si vuole offrire un innovativo modello di intervento culturale in grado di contribuire alla rigenerazione del quartiere e rimettere a disposizione del quartiere e della città uno spazio teatrale che sappia coniugare offerta culturale integrata e multidisciplinare, innovazione, multifunzionalità e integrazione sociale.

Approfondimenti

Scarica l'allegato »

Pagina ufficiale del progetto » 

Raccolte concluse


La raccolta fondi per la Sala delle Asse è stata chiusa perché è stata raggiunta la somma necessaria per lo svolgimento dei lavori.

Il progetto si è posto l'obiettivo di completare il restauro dei dipinti murali della Sala delle Asse, al primo piano del torrione nord-est del Castello Sforzesco. Si tratta di una decorazione pittorica realizzata da Leonardo da Vinci, chiamato a Milano da Ludovico Sforza detto il Moro.

Approfondimenti