Servizi abitativi transitori (SAT)

Il Comune di Milano e ALER Milano mettono a disposizione una quota di alloggi pubblici da utilizzare per Servizi Abitativi Transitori (SAT), da assegnare con un contratto di locazione per un periodo massimo di 12 mesi, rinnovabili una sola volta per un periodo non superiore a 12 mesi.
Possono fare domanda per i Servizi Abitativi Transitori (SAT) i cittadini residenti nel Comune di Milano che possiedono i requisiti per l’accesso ai Servizi Abitativi Pubblici SAP (link).

I richiedenti devono trovarsi in una delle seguenti situazioni di emergenza abitativa:

  • Nuclei familiari che debbono forzatamente rilasciare l’alloggio in cui abitano a seguito di provvedimento esecutivo di sfratto per finita locazione o per morosità incolpevole nel pagamento del canone di locazione;
  • Nuclei familiari che abbiano rilasciato l’alloggio in cui abitavano nei sei mesi precedenti la presentazione della domanda, a seguito di provvedimento eseguito di sfratto per finita locazione o per morosità incolpevole nel pagamento del canone di locazione e che permangono in una situazione di precarietà abitativa;
  • Nuclei familiari che abbiano rilasciato l’alloggio in cui abitavano nei sei mesi precedenti la presentazione della domanda a causa di sua inagibilità dovuta ad evento calamitoso, dichiarata da organismo tecnicamente competente e che permangono in una situazione di precarietà abitativa;
  • Nuclei familiari che debbono forzatamente rilasciare l’alloggio di proprietà in cui abitano a seguito di decreto di trasferimento del bene pignorato per il mancato pagamento delle rate di mutuo e/o delle spese condominiali purché il mancato pagamento sia dovuto a morosità incolpevole;
  • Nuclei familiari che abbiano rilasciato l’alloggio di proprietà in cui abitavano, a seguito di decreto di trasferimento del bene pignorato, emesso nei sei mesi precedenti la data di presentazione della domanda, per il mancato pagamento delle rate di mutuo e/o delle spese condominiali purché il mancato pagamento sia dovuto a morosità incolpevole e che permangono in una situazione di precarietà abitativa;
  • Nuclei familiari privi di alloggio che necessitano di urgente sistemazione abitativa.

Per presentare la domanda di accesso ai Servizi Abitativi Transitori (SAT) è possibile scaricare la modulistica già predisposta, che si trova in basso, presentarla in una delle modalità riportate nel link di colore blu in fondo alla pagina "Presenta la domanda per i Servizi abitativi transitori (SAT)".

La domanda può essere presentata in qualsiasi momento dell’anno e deve essere munita di marca da bollo di € 16,00=
 

Le domande sono valutate in ordine cronologico di protocollo, sino ad esaurimento del numero di alloggi messi a disposizione per i Servizi Abitativi Transitori (SAT), che per l’anno 2020 è di n. 250.

È possibile derogare all'ordine cronologico di protocollo presentando apposita istanza motivata.

Il cittadino, per l’elaborazione delle motivazioni dell’istanza, può avvalersi del supporto delle organizzazioni sindacali degli inquilini.
 

Utilizza i servizi