Animali a Milano: come fare

Questa pagina fornisce alcuni suggerimenti e illustra le principali norme che regolano il rapporto tra i cittadini e gli animali domestici.

L'Ufficio Tutela Animali mette a disposizione un vademecum pensato per questo particolare periodo, ideato e realizzato per aiutare chi adotta un cane ad affrontare il rischio che il rientro al lavoro al termine di questo periodo emergenziale, possa causare un trauma agli animali che hanno vissuto praticamente in simbiosi con il proprietario in questi mesi.

Il testo è stato elaborato dall'Ufficio Tutela Animali e dalla direttrice del canile con i suoi collaboratori.

Scarica il vademecum

Il proprietario, il possessore o il detentore anche temporaneo di un cane, compreso chi ne fa commercio, è tenuto ad iscriverlo all'anagrafe canina entro 15 giorni dall'inizio del possesso o entro 30 giorni dalla nascita.

Tutte le nuove identificazioni di cani avvengono tramite l'applicazione di un microchip, come disposto dalle norme emanate dall'Assessorato alla Sanità della Regione Lombardia. L'identificazione può essere effettuata solo dai Servizi Veterinari delle ATS territoriali e dai Veterinari Liberi professionisti accreditati, che provvedono all'iscrizione all'Anagrafe Canina informatizzata e - contemporaneamente - all'applicazione del microchip sull’animale.

Altri obblighi

  • cessione definitiva del proprio cane
    • chi lo cede e il nuovo proprietario sono tenuti a farne denuncia all'anagrafe canina entro 15 giorni
  • decesso del proprio animale o cambiamento di residenza
    • entrambi gli eventi sono da denunciare all'anagrafe canina entro 15 giorni
  • furto o smarrimento
    • bisogna sporgere denuncia entro 7 giorni al Dipartimento di Prevenzione Veterinario ATS. L'organo che riceve la denuncia di scomparsa dovrà poi registrarla nell'anagrafe canina.

A chi rivolgersi
I cittadini milanesi che devono iscrivere all'Anagrafe canina il proprio cane possono rivolgersi all'ATS per:

  • verificare se il veterinario di fiducia risulta già accreditato
  • conoscere l’indirizzo dei veterinari accreditati con studio nella zona indicata dal proprietario del cane
  • fissare l’appuntamento per l’iscrizione del cane tramite il Servizio Veterinario Pubblico.

Per i contatti vedi il box Informazioni in questa pagina.

Normativa
Legge Regionale n. 33 del 30 dicembre 2009

Dal primo gennaio 2020 anche per i gatti della Lombardia è diventata obbligatoria l’iscrizione all’Anagrafe degli Animali d’Affezione Regionale. Il provvedimento riguarda i gatti appena nati, appena adottati o appena comprati.

Microchip obbligatorio anche per i felini, quindi, oltre che per i cani e i gatti di colonia, quale strumento di identificazione e rintracciabilità in caso di fuga o smarrimento.

Per i contatti vedi il box Informazioni in questa pagina.

Normativa
Piano regionale integrato della sanità pubblica veterinaria 2019-2023

L'eventuale disaffezione verso l’animale, da qualunque causa sia originata, non può portare al suo abbandono in un qualsiasi contesto urbano o naturale.

Abbandonare un animale è un reato e significa condannarlo a morire nella maggior parte dei casi. Inoltre, alcune specie anche apparentemente innocue - come le tartarughe acquatiche, i pappagalli ecc. - possono riprodursi e danneggiare i nostri ambienti e le specie autoctone con cui entrano in competizione: per le tartarughe acquatiche del genere Trachemis la Regione Lombardia sta lavorando a possibili soluzioni per risolvere il problema.

Chi rinviene sul territorio comunale un cane smarrito o abbandonato deve contattare il Canile Sanitario della ATS Dipartimento Veterinario, oppure la Polizia Locale qualora il ritrovamento avvenga fuori dall'orario o dal calendario di apertura degli uffici dell'ATS.

ATS Milano
via Privata Aquila, 82 - Milano
tel. 02 8578.9072 / 9073
fax 02 8578.9059
email canilesanitario@ats-milano.it
orario: da lunedì a venerdì dalle 8:30 alle 11:30 e dalle 12:30 alle 15:30

Polizia Locale Milano
tel. 020208

Cosa succede quando interviene il canile sanitario?
Il Canile Sanitario è riservato alla prima accoglienza. Appena arrivati, i cani vengono visitati da un veterinario, curati e vaccinati se necessario, microchippati e iscritti all'anagrafe se già non lo sono. Per ognuno viene redatta una scheda clinica che contiene anche alcune indicazioni sul carattere rilevato, sulla base del comportamento manifestato durante la visita e la degenza.

Il Canile Sanitario accoglie anche i gatti di colonia da sterilizzare, quelli che devono stare in osservazione, quelli rinvenuti sul territorio cittadino feriti o visibilmente malati, nonché i cani e i gatti affidati dalla Forza Pubblica per situazioni di urgenza che riguardano i proprietari.

In presenza di animali feriti o in difficoltà, la prima cosa da fare è stabilire se necessitano realmente di un aiuto oppure si trovano in una fase fondamentale della loro esistenza (vedi il manuale).

Un tipico esempio è quello dei nidiacei che sembrano caduti dal nido e che, invece, stanno imparando le tecniche di volo. Capire queste due situazioni fa la differenza tra un piccolo che potrebbe necessitare di soccorso e uno che invece non va in alcun modo disturbato.

Ancor prima di intervenire, quindi, il consiglio è quello di contattare gli esperti e descrivere loro la situazione:

  • il punto di riferimento è la Polizia Metropolitana Milano
    tel. 02 7740.5808
  • i Centri di recupero animali selvatici C.R.A.S. accolgono e curano gli animali selvatici in difficoltà e forniscono consigli su come operare. I C.R.A.S. più  vicini a Milano sono:
    • Centro Recupero Animali Selvatici WWF, Vanzago (Mi)
      tel. 02 9354.9076
    • Centro Recupero Fauna selvatica “La Fagiana” LIPU, Pontevecchio di Magenta
      tel. 338 3148.603
  • infine l’ENPA Milano accoglie per il primo soccorso anche animali selvatici, in funzione della disponibilità di spazio.

L’Ufficio Tutela Animali lavora per migliorare la qualità della vita degli animali presenti in città e garantirne la tutela, contribuendo alla prevenzione del randagismo e all’accoglienza di cani e gatti nel Parco canile e gattile comunale nonché alla tutela delle colonie feline.

Inoltre, si occupa di informare la cittadinanza sulla conoscenza e il rispetto degli animali; promuove le attività destinate a favorire la convivenza tra animali e cittadini; si occupa delle segnalazioni e dei suggerimenti proposti da cittadini e Associazioni protezionistiche. Collabora con il Garante per la tutela degli animali e con gli altri Enti competenti.

Per contattare l'Ufficio consulta il box Informazioni in questa pagina.

Vai al regolamento per il Benessere e la tutela degli animali del Comune di Milano Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 4 del 3 febbraio 2020

Nell'area di Milano e Provincia gravitano numerose associazioni senza scopo di lucro che si occupano di tutela degli animali. Alcune agiscono in prima persona gestendo rifugi per animali abbandonati, altre sostengono campagne nazionali o internazionali che hanno portato importantissimi successi. Altre ancora effettuano opera di sensibilizzazione, formano personale esperto, compiono controlli su possibili maltrattamenti, organizzano servizi di pronto soccorso, offrono consulenze di tipo legale ecc.

Per merito delle associazioni protezionistiche, ogni anno migliaia di animali domestici e selvatici sono gestiti, controllati, curati e tutelati. Grazie alla loro capillarità nel territorio, alla passione insita nei volontari che ne fanno parte, alla loro capacità di intervenire nell’immediato in ogni orario, situazione e luogo, tali associazioni costituiscono un supporto indispensabile all’azione degli organi istituzionali di tutela animali.

Per questi motivi l'Ufficio Tutela Animali incoraggia le relazioni con e tra le associazioni presenti sul territorio e che costituiscono una ricca fonte di energie, idee, instancabile volontà e dedizione. E ogni anno le sostiene, anche con l’erogazione di contributi, e collabora con numerose loro iniziative.

Utilizza i servizi

Riferimenti Normativi

Unione Europea

Leggi dello Stato

Decreti Legislativi

Decreti del Presidente della Repubblica

Leggi Regionali

Ordinanze Ministeriali

Regolamenti

Varie

Argomenti: