null Partecipazione. Firmati due nuovi patti con le scuole Ciresola e Sottocorno

Partecipazione. Firmati due nuovi patti con le scuole Ciresola e Sottocorno

Galleria fotografica

Milano, 8 giugno 2021 – Le scuole protagoniste dei patti di collaborazione nel recupero di un’area verde, la Piccola Goccia di via Ferrante Aporti 120, in zona Stazione Centrale - Martesana (Istituto comprensivo Ciresola), e nella realizzazione di una play street ottenuta chiudendo per due giorni, gli ultimi dell’anno scolastico, la via antistante la scuola Sottocorno, a Rogoredo, per permettere alle bambine e ai bambini di giocare in strada.

La firma dei patti è avvenuta oggi, alla presenza dell’assessore alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open data, Lorenzo Lipparini (firmatario del Patto) e dei colleghi Laura Galimberti, assessora all’Educazione e Pierfrancesco Maran, assessore all’Urbanistica che ha partecipato all’evento in via Monte Piana. Questo è l’apice di un percorso di coinvolgimento dei cittadini, singoli o riuniti in associazioni e di altre istituzioni, in questo caso le scuole, per la realizzazione di progetti e iniziative con finalità educative, sui quartieri della città.

"Lo strumento dei patti di collaborazione - ha dichiarato l’assessore Lipparini - è nato per rendere semplice e allo stesso tempo concreta la partecipazione dei cittadini a progetti di cura degli spazi pubblici proposti e realizzati dal basso, col beneficio dell’intera comunità. In questi mesi di pandemia i progetti non si sono fermati e abbiamo anzi accompagnato un numero crescente di patti. Possiamo dire con soddisfazione che ormai questo strumento è non solo conosciuto dai cittadini ma sempre più richiesto e utilizzato, a testimonianza del desiderio di questa città di essere parte della sua trasformazione in meglio, anche nei suoi spazi più piccoli ma estremamente importanti per chi li desidera vivere e usare".

"Con la firma di questo patto di collaborazione - dichiara l’assessora Laura Galimberti - si fa concreta la logica delle scuole aperte alla città. Una compenetrazione che deve funzionare anche al contrario: in questo caso, infatti, sarà il quartiere a offrire ai bambini e alle bambine dell’Istituto Ciresola uno spazio per implementare l’outdoor education, pratica fondamentale su cui vogliamo puntare molto, soprattutto in questo periodo complesso".

Patto Parchetto Piccola Goccia - Ic Ciresola
Nel parchetto saranno realizzate attività didattiche e di socialità, all’aria aperta, destinate agli alunni e alle alunne della scuola primaria Ciresola. Il parco, vera risorsa di tutto il quartiere, sarà collegato alla scuola da un percorso creativo e al resto del quartiere e sarà completamente accessibile, con cartelli multilingue.

Hanno sottoscritto il Patto di collaborazione: Scuola Primaria IC Ciresola (via Venini) Associazione Fas, Associazione Reteambiente Circolo Legambiente, Associazioni Genitori ETS.

Il parchetto “Piccola Goccia” è stato realizzato con il sostegno di Fondazione Cariplo tramite Associazione Labsus - Laboratorio per la Sussidiarietà e da Italia Nostra Onlus - Centro di Forestazione Urbana.

Patto Play Street Monte Piana - Ic Sottocorno
La strada chiusa in occasione della fine della scuola è una prima sperimentazione, riuscita, di come gli spazi urbani possano essere destinati ad un uso condiviso e nuovo da parte dei più piccoli.

Hanno sottoscritto il Patto di collaborazione: Istituto comprensivo “Pasquale Sottocorno”, Associazione verdeFestival, Associazione È-Vento, Associazione Vivi Rogoredo, Associazione Primavera 2005, Associazione "Un libro in movimento".

La realizzazione del murales è stata possibile grazie al supporto della Fondazione Pasquinelli che ha donato le risorse necessarie alla Associazione “Un libro in movimento” e di Cities4CSR.
Il Patto di Collaborazione è stato infine possibile grazie ad un accordo stipulato tra Comune di Milano e Arup S.p.A. che ha portato alla sperimentazione della Play Street.

Il Patto di collaborazione è stato infine possibile grazie ad un accordo stipulato tra Comune di Milano e Arup Italia S.r.l. che, attraverso una metodo di ricerca per valorizzare il gioco nelle città, elaborato insieme a Real play coalition (costituita da Arup, Lego, Ikea, Unicef e National Geographic), e attraverso un percorso di partecipazione con la scuola e il quartiere, ha portato alla sperimentazione della Play street.

Play Street nasce da una proposta contenuta nella strategia di Adattamento 2020 per facilitare la ripresa dopo il periodo di pandemia e ripensare l’utilizzo dello spazio urbano secondo i principi alla base della Real Play Coalition, la coalizione nata nel 2018 per studiare il valore del gioco nella crescita e nell’apprendimento dei bambini di tutto il mondo.

Hanno reso possibile il progetto la Direzione Progetto Città Resilienti e la Direzione Servizi Scolastici educativi, la direzione Mobilità e Amat (Agenzia milanese per l’Ambiente e per il Territorio).

Aggiornato il: 10/06/2021