Iscrizione anagrafica per cittadini extra UE

Tutti i cittadini stranieri non appartenenti all’Unione europea con regolare permesso di soggiorno hanno l’obbligo di richiedere l’iscrizione anagrafica.

L’iscrizione anagrafica non è necessaria per il personale diplomatico e consolare.

L'Ufficiale d'Anagrafe effettua le iscrizioni nei due giorni lavorativi successivi alla presentazione della dichiarazione e provvede successivamente ad accertare la sussistenza dei requisiti previsti.

Gli effetti giuridici delle iscrizioni anagrafiche decorrono dalla data di presentazione della dichiarazione.

In caso di false dichiarazioni sarà informata l’autorità giudiziaria. Chi dichiara il falso a un pubblico ufficiale va incontro alla decadenza dai benefici e a sanzioni penali.

In caso di esiti negativi degli accertamenti, l'Ufficio Anagrafe comunica l’interruzione del procedimento. L'interessato potrà riaprire la pratica presentando memorie o documenti utili alla sua conclusione.

I cittadini provenienti dai Paesi non aderenti all’Unione Europea devono compilare il modulo d’iscrizione e presentare:

  • visto di ingresso originale e in fotocopia (solo per chi proviene dall'estero)
  • codice fiscale originale e in fotocopia
  • permesso di soggiorno originale e in fotocopia
  • un documento di identità a seconda dei casi:
    • per chi proviene dall’estero: passaporto
    • per chi è già iscritto in un comune italiano: carta d’identità originale e in fotocopia
  • la documentazione prevista per i casi specifici, elencata nella sezione Modulistica dei servizi presenti in questa pagina.

In caso di incompletezza dei dati sul documento di identità, è necessario presentare una dichiarazione consolare con i dati anagrafici completi, rilasciata dal proprio Consolato o Ambasciata. La dichiarazione deve essere legalizzata dalla Prefettura di Milano, a meno che il Paese di provenienza non sia esente dall’obbligo di legalizzazione in base alla Convenzione dell’Aja del 1961.

Per registrare i vincoli di parentela tra componenti del nucleo familliare o comunicare una variazione di dati anagrafici (es. registrare il matrimonio avvenuto all'estero) è necessario produrre:

  • la documentazione originale del paese di provenienza, tradotta e legalizzata dal Consolato Italiano competente per territorio
    oppure
  • una dichiarazione consolare rilasciata dal proprio Consolato o Ambasciata, legalizzata dalla Prefettura di Milano (per l'elenco dei paesi esenti da legalizzazione occorre fare riferimento alla Conv. Aja 1961).

Da questa scheda è possibile accedere a più servizi in particolare a quelli che fanno riferimento al trasferimento di un intero nucleo familiare e al trasferimento di minore per cittadini stranieri extra EU.

  • Online

Per presentare la richiesta avvalendosi di un consulto personale è possibile prenotare un appuntamento presso gli sportelli di una sede anagrafica a scelta.

Accedi al servizio

La prenotazione dell'appuntamento avviene esclusivamente online.
- il servizio richiede la registrazione al sito del Comune di Milano o su SPID
- se non sei registrato vai alla pagina di registrazione >>

Accedi al servizio

Modulistica e documenti

Per tutti


Documenti da allegare in base al proprio status


Documenti da allegare a seconda del contratto di abitazione

1. residenza in un immobile di Edilizia Residenziale Pubblica

  • copia del contratto di locazione o del verbale di consegna dell’immobile debitamente sottoscritti dall’Ente Gestore
  • se la richiesta riguarda l’ampliamento del nucleo familiare, dovrà essere allegata la relativa autorizzazione rilasciata dall'Ente Gestore

2. proprietà di immobile sito in uno stabile di Edilizia Residenziale Pubblica

  • indicare sulla dichiarazione gli estremi del rogito

3. contratto di locazione non registrato o in corso di registrazione presso l'Agenzia delle Entrate

  • copia del contratto di locazione

4. contratto scritto di comodato d'uso gratuito non registrato o in corso di registrazione presso l'Agenzia delle Entrate

  • copia del contratto di comodato

5. contratto verbale di comodato d'uso gratuito

  • indicare al punto 6) della dichiarazione la natura del contratto e allegare la dichiarazione di assenso da parte del proprietario dell'immobile (in allegato in fondo alla pagina)

6. ospitalità presso il proprietario o l’affittuario dell'immobile

  • indicare al punto 6) della dichiarazione i dati dell'immobile (estremi del rogito o della registrazione del contratto di locazione) e del soggetto ospitante e allegare la dichiarazione di assenso (Assenso affittuario o proprietario) da parte del proprietario/affittuario dell'immobile (in allegato in fondo alla pagina)

7. colf, badanti o altri soggetti al servizio del proprietario o dell’affittuario

  • copia del contratto di lavoro esistente tra lavoratore e proprietario/affittuario.

Chi è in possesso di patente e/o libretto di circolazione emessi dall’autorità italiana deve presentarne una copia allegata alla domanda.

Ricorda
I documenti sopra indicati attestano la regolarità del titolo di occupazione. In loro assenza, la dichiarazione di residenza sarà irricevibile.

  • Pec
  • Posta
  • Fax

Accedi al servizio

Solo per chi possiede un indirizzo di posta elettronica certificata

Inviare la documentazione richiesta a:
ServiziAlCittadino@postacert.comune.milano.it

  • indicare come oggetto della email la sigla APR 
  • allegare al messaggio
    • scansione della dichiarazione recante la firma autografa
    • copia del documento d'identità del richiedente

Inviare una raccomandata A/R a:

1. in caso di trasferimento di residenza dall’estero o da altro Comune italiano
Ufficio Stranieri
Area Servizi al Cittadino
via Larga, 12 - 20122 Milano

2. in caso di cambio di abitazione nell'ambito dello stesso Comune
Ufficio Coordinamento Anagrafe
Area Servizi al Cittadino
via Larga, 12 - 20122 Milano

Inviare la documentazione richiesta via fax al numero:
02 884.60164

Modulistica e documenti

Per tutti


Documenti da allegare in base al proprio status


Documenti da allegare a seconda del contratto di abitazione

1. residenza in un immobile di Edilizia Residenziale Pubblica

  • copia del contratto di locazione o del verbale di consegna dell’immobile debitamente sottoscritti dall’Ente Gestore
  • se la richiesta riguarda l’ampliamento del nucleo familiare, dovrà essere allegata la relativa autorizzazione rilasciata dall'Ente Gestore

2. proprietà di immobile sito in uno stabile di Edilizia Residenziale Pubblica

  • indicare sulla dichiarazione gli estremi del rogito

3. contratto di locazione non registrato o in corso di registrazione presso l'Agenzia delle Entrate

  • copia del contratto di locazione

4. contratto scritto di comodato d'uso gratuito non registrato o in corso di registrazione presso l'Agenzia delle Entrate

  • copia del contratto di comodato

5. contratto verbale di comodato d'uso gratuito

  • indicare al punto 6) della dichiarazione la natura del contratto e allegare la dichiarazione di assenso da parte del proprietario dell'immobile (in allegato in fondo alla pagina)

6. ospitalità presso il proprietario o l’affittuario dell'immobile

  • indicare al punto 6) della dichiarazione i dati dell'immobile (estremi del rogito o della registrazione del contratto di locazione) e del soggetto ospitante e allegare la dichiarazione di assenso (Assenso affittuario o proprietario) da parte del proprietario/affittuario dell'immobile (in allegato in fondo alla pagina)

7. colf, badanti o altri soggetti al servizio del proprietario o dell’affittuario

  • copia del contratto di lavoro esistente tra lavoratore e proprietario/affittuario.

Chi è in possesso di patente e/o libretto di circolazione emessi dall’autorità italiana deve presentarne una copia allegata alla domanda.

Ricorda
I documenti sopra indicati attestano la regolarità del titolo di occupazione. In loro assenza, la dichiarazione di residenza sarà irricevibile.

  • Pec
  • Posta
  • Fax

Qualora il cambio di residenza/indirizzo preveda il trasferimento di minore e di un solo genitore è necessario allegare all'istanza una dichiarazione di assenso sottoscritta da quest'ultimo, unitamente alla fotocopia di un suo valido documento di riconoscimento.

Nel caso in cui non sia possibile produrre tale dichiarazione, è necessario allegare una dichiarazione contenente le generalità e la residenza del genitore assente ove conosciuta. In questo modo, al genitore assente verrà inoltrata d'ufficio la richiesta del cambio di residenza del minore.

Accedi al servizio

Solo per chi possiede un indirizzo di posta elettronica certificata

Inviare la documentazione richiesta a:
ServiziAlCittadino@postacert.comune.milano.it

  • indicare come oggetto della email la sigla APR 
  • allegare al messaggio
    • scansione della dichiarazione recante la firma autografa
    • copia del documento d'identità del richiedente

Inviare una raccomandata A/R a:

1. in caso di trasferimento di residenza dall’estero o da altro Comune italiano
Ufficio Stranieri
Area Servizi al Cittadino
via Larga, 12 - 20122 Milano

2. in caso di cambio di abitazione nell'ambito dello stesso Comune
Ufficio Coordinamento Anagrafe
Area Servizi al Cittadino
via Larga, 12 - 20122 Milano

Inviare la documentazione richiesta via fax al numero:
02 884.60164

Argomenti: