Imposta di soggiorno: servizi per i gestori

Il gestore della struttura ricettiva che riscuote l'imposta di soggiorno è tenuto a rilasciare una ricevuta nominativa (bollettario) recante l'importo versato a titolo di imposta per la durata del soggiorno. Il rilascio del bollettario è obbligatorio da parte dei gestori privi di partiva Iva.

In alternativa, l’importo del tributo dovrà essere riportato nella fattura fiscale rilasciata al cliente con la dicitura “operazione esclusa da IVA ex art.15 del D.P.R. 633/1972".

Le modalità di riscossione dell’imposta di soggiorno per le prenotazioni effettuate dal 1° marzo 2018 attraverso la piattaforma Airbnb sono regolate dall'accordo siglato tra il Comune di Milano e Airbnb. Maggiori informazioni sono reperibili nel seguito di questa pagina.

AVVISO IMPORTANTE - SOSTITUZIONE GEIS

Si comunica che, a breve, l’applicativo in uso per la gestione dell’imposta di soggiorno – GEIS -  cesserà di funzionare.

Il nuovo software – denominato “SOGGIORNIAMO” - che entrerà in produzione dal giorno lunedi 25 novembre, consentirà una migliore e più puntuale gestione dell’imposta e fornirà al Comune e agli utenti utilizzatori, la possibilità di gestire e controllare in maniera più snella le informazioni che li riguardano.
 
Le informazioni e i dati presenti in GEIS saranno automaticamente trasferiti nel nuovo sistema.

Per accedere al nuovo applicativo vi saranno comunicati, con successiva mail, le indicazioni e il link.

Nel periodo compreso tra il 18  e il 25 novembre 2019 potrete utilizzare, in luogo delle bollettari stampabili dal GEIS, la ricevuta qui allegata, avendo cura di continuare la numerazione progressiva e di conservare copia delle ricevute emesse.

Al fine di rendere agevole la gestione della transizione, vi invitiamo ad attendere la mail con le indicazioni per l’accesso al nuovo sistema,  senza intasare la casella dell’ufficio con domande alle quali troverete risposta nella comunicazione medesima.

I bollettari compilabili e stampabili online hanno sostituito pienamente i bollettari cartacei, che non sono più ritenuti validi e non devono essere più utilizzati.

La ricevuta da per gli ospiti, da stampare e consegnare oppure da spedire via mail, è scaricabile sul proprio PC collegandosi all'applicativo GEIS.

Attraverso il sistema GEIS vanno compilate le dichiarazioni trimestrali relative alle presenze registrate nella struttura.

La compilazione dei bollettari online popola, in modo automatico, la dichiarazione delle presenze tramite l‘acquisizione automatica dei dati inseriti.

L’imposta dovuta può essere ridotta nei limiti del 50% per eventi congressuali e fieristici di rilevante importanza. L’agevolazione è condizionata ad una riduzione dei prezzi praticati dalle strutture pari almeno al 20%.

Nel caso di versamento da parte dell’organizzatore di congressi, convegni o viaggi di gruppo, l’assolvimento dell’imposta deve avvenire preventivamente all'inizio del soggiorno al fine di consentire al gestore della struttura ricettiva di precisare nella fattura l’eventuale già avvenuto assolvimento del tributo.

Imposta assolta cumulativamente e preventivamente dall'organizzazione di congressi.
L’ente organizzatore chiede il rilascio delle credenziali per il GEIS, il gestionale dell’imposta di soggiorno.
Per ogni congresso l’ente organizzatore inserisce nel gestionale  il numero di partecipanti e il numero dei pernottamenti suddivisi per tariffa.
Effettua il riversamento alle case comunali tramite bonifico indicando il codice GEIS della dichiarazione.
L’organizzatore rilascia una ricevuta al partecipante attestante l’avvenuto pagamento dell’imposta di soggiorno. Lo stesso partecipante consegna copia all'albergatore, il quale deve inserire il numero dei soggetti e il numero dei pernottamenti soltanto al fine indicativo nella riga dedicata “assolta dagli organizzatori di congressi”.
Imposta di soggiorno assolta dalla struttura ricettiva.
La struttura procede alla dichiarazione mensile dell’imposta di soggiorno tramite GEIS e inserisce il numero dei soggetti e il numero dei pernottamenti degli ospiti partecipanti al congresso nella riga dedicata “riduzione eventi congressuali".

Chi vuole adibire la propria unità abitativa a B&B oppure casa o appartamento per vacanza è tenuto ad adempiere ai seguenti obblighi tributari:

  1. SCIA (solo per B&B)
  2. presentazione della comunicazione inizio attività (solo per case vacanza)
  3. imposta di Soggiorno
  4. Tari
    • la superficie dell’alloggio destinata all'attività deve essere correttamente identificata. Il contribuente dovrà presentare:
    • una denuncia di variazione in diminuzione per i mq sottratti all'uso domestico
    • una denuncia di nuova occupazione dichiarando la superficie utilizzata come B&B
    • planimetria in scala da cui risulti evidente la diversa destinazione dell’alloggio.
    • alla superficie utilizzata come Bed and Breakfast è applicata la tariffa Tari prevista per la specifica attività esercitata
    • per tutte le informazioni visitare la pagina Tari

È stato siglato l’accordo tra Comune di Milano e Airbnb, che regola la modalità di riscossione dell’imposta di soggiorno per le prenotazioni effettuate dal 1° marzo 2018 attraverso la piattaforma Airbnb.

Airbnb preleva, all'atto della prenotazione, l’imposta dovuta dall'ospite e la trasferisce al Comune alla scadenza stabilita dal Regolamento.

I proprietari delle unità locate attraverso Airbnb (o altri intermediari) devono indicare nel GEIS, in fase di dichiarazione, i dati (presenze e periodi) relativi ai soggiorni prenotati attraverso la piattaforma.

Esenzioni: in base all'accordo siglato, gli ospiti aventi diritto (vedasi Regolamento) dovranno chiedere direttamente ad Airbnb il rimborso delle somme indebitamente trattenute.

Per le locazioni non effettuate tramite la piattaforma AIRBNB, permangono in capo ai gestori tutti gli obblighi previsti dal Regolamento.

  • Mail

Accreditarsi all'utilizzo del sistema GEIS è indispensabile per:

  • compilare i bollettari online
    • Importante: i bollettari online hanno sostituito pienamente i bollettari cartacei, che non sono più ritenuti validi e non devono essere più utilizzati
  • inoltrare all'Amministrazione la dichiarazione trimestrale delle presenze registrate
  • verificare la propria situazione (versamenti-dichiarazioni inserite, ecc..)

Accedi al servizio

Per richiedere le credenziali GEIS inviare al seguente indirizzo il modulo di richiesta, allegando una copia del documento d’identità del dichiarante
impostasoggiorno@comune.milano.it

Modulistica

  • Online

La dichiarazione che i gestori delle strutture ricettive hanno l’obbligo di fornire al Comune – anche in caso di assenza di ospiti - deve essere trasmessa esclusivamente attraverso l'applicativo GEIS.

Scadenze
La compilazione online della dichiarazione attraverso accesso al GEIS deve avvenire entro il 15 del mese successivo al trimestre di riferimento.

Sulla base dei dati inseriti, verrà calcolato automaticamente l'importo da versare all'Ente.

Accedi al servizio

Per presentare la dichiarazione effettuare il login con le credenziali ricevute in precedenza (vedi paragrafo: “Ottenere le credenziali Geis”) e seguire la procedura indicata.

Accedi al servizio

  • Online

Scadenze

Gli albergatori dovranno procedere al versamento di quanto riscosso a titolo di imposta di soggiorno:

  • con periodicità trimestrale
  • entro il 15 del mese successivo al trimestre di riferimento.

Attraverso GEIS, l’albergatore inserisce i propri dati tramite un percorso guidato. Il software genera un avviso in tempo reale e lo rende disponibile per il pagamento.

Modalità per il versamento

  • tramite bonifico bancario
    • BANCA INTESA SANPAOLO
    • C/C n. 1000/00000196
    • IBAN IT76P0306901783100000000196
    • ABI 3069
    • CAB 01783
  • tramite versamento con il M.A.V. online
    • CAUSALE: indicare il "codice GEIS per causale bonifico" riportato sulla ricevuta di avvenuta trasmissione della dichiarazione mensile.

Accedi al servizio

Per presentare la dichiarazione
con le credenziali ricevute in precedenza (vedi paragrafo: “Ottenere le credenziali Geis”)
effettuare il login alla piattaforma GEIS >>
e seguire la procedura indicata.

Per eseguire il versamento Mav online
collegarsi al link https://www.portaleserviziisp.infogroup.it/
e seguire le istruzioni indicate nel paragrafo precedente.

  • Mail

A decorrere dal 1° gennaio 2013 i gestori delle strutture ricettive – ad esclusione dei casi di “locazione breve “ (DL 50/2017) - devono rendere il conto della propria gestione attraverso la presentazione di un documento contabile al Comune di Milano e sono soggetti alla giurisdizione della Corte dei Conti.

I gestori delle strutture ricettive, in quanto preposti alla riscossione dell'imposta di soggiorno, sono quindi qualificati come "agenti contabili di fatto" poiché hanno il maneggio e la custodia di denaro di pertinenza dell'erario pubblico.

Il modello 21 è scaricabile dall'applicativo GEIS alla voce Conto di Gestione.

Scadenze
Entro il 30 gennaio dell’anno successivo a quello di riferimento deve essere firmato dall'agente contabile e inoltrato all'indirizzo mail riportato di seguito.

Accedi al servizio

Dopo aver scaricato il “modello 21” dall'applicativo GEIS inoltrarlo al seguente indirizzo:
bil.impostasoggiorno@comune.milano.it 

  • Mail
  • Telefono

Per ricevere informazioni e consulenza rivolgersi al

Servizio Imposta di soggiorno
via S. Pellico, 16
tel. 020202
esclusivamente su appuntamento da prenotare online o telefonicamente.

Dal 1 giugno 2019 entreranno in vigore i nuovi orari di ricevimento del pubblico:
MARTEDI e GIOVEDI  dalle ore 9.00 alle ore 12:45
 

Accedi al servizio

Se si è effettuata la registrazione al portale del Comune di Milano con Profilo completo utilizzare il servizio online Prenota appuntamento accessibile dall'Agenda Online

Per prenotare un appuntamento rivolgersi al numero unico
02.02.02
attivo dal lunedì al sabato, dalle 8:00 alle 20:00