Imposta di soggiorno: servizi ed esenzioni

In questa pagina si trovano le informazioni e i servizi dedicati ai gestori delle strutture ricettive e le indicazioni utili ai cittadini in caso di esenzione o rifiuto.

Presentazione della dichiarazione


Entro il 15 del mese successivo al trimestre di riferimento occorre compilare la dichiarazione online - anche in caso di assenza di ospiti - attraverso l'applicativo SoggiorniAmo.

La compilazione dei bollettari online popola, in modo automatico, la dichiarazione delle presenze tramite l‘acquisizione automatica dei dati inseriti, che determina l'importo da versare all'Ente.

I bollettari cartacei non sono più validi e non devono essere più utilizzati.
 

Presentazione documento contabile annuale


Entro il 30 gennaio dell’anno successivo a quello di riferimento i gestori delle strutture ricettive – ad esclusione dei casi di “locazione breve “ (DL 50/2017) - devono rendere il conto della propria gestione attraverso la presentazione di un documento contabile al Comune di Milano e sono soggetti alla giurisdizione della Corte dei Conti.

I gestori delle strutture ricettive, in quanto preposti alla riscossione dell'imposta di soggiorno, sono quindi qualificati come "agenti contabili di fatto" poiché hanno il maneggio e la custodia di denaro di pertinenza dell'erario pubblico.

Per la presentazione del documento contabile annuale si utilizza il modello 21, scaricabile dall'applicativo SoggiorniAmo alla voce Conto di Gestione.

Gli albergatori dovranno procedere al versamento di quanto riscosso a titolo di imposta di soggiorno:

  • con periodicità trimestrale
  • entro il 15 del mese successivo al trimestre di riferimento.

Attraverso SoggiorniAmo, l’albergatore inserisce i propri dati tramite un percorso guidato. Il software genera un avviso di pagamento tramite PagoPA, scaricabile in tempo reale.

Il gestore della struttura ricettiva che riscuote l'imposta di soggiorno è tenuto a rilasciare una ricevuta nominativa (bollettario) recante l'importo versato a titolo di imposta per la durata del soggiorno.

La ricevuta per gli ospiti, da stampare e consegnare oppure da spedire via email, è scaricabile sul proprio PC dall'applicativo SoggiorniAmo.

Il rilascio del bollettario è obbligatorio da parte dei gestori privi di partiva Iva. In alternativa, l’importo del tributo dovrà essere riportato nella fattura fiscale rilasciata al cliente con la dicitura “operazione esclusa da IVA ex art.15 del D.P.R. 633/1972".

Sono esenti dal pagamento dell'imposta di soggiorno:

  • i minori di 18 anni
  • i giovani fino a 30 anni che pernottano negli Ostelli per la Gioventù, gestiti da soggetti pubblici o privati per il conseguimento di finalità sociali, culturali ed educative, così come definito dalla vigente normativa regionale
  • i familiari e/o affini o comunque accompagnatori, limitatamente al periodo di ricovero, di soggetti in degenza nelle strutture sanitarie sul territorio della provincia di Milano. Per ottenere l’esenzione devono presentare un’attestazione in base alle disposizioni di cui agli articoli 46 e 47 del D.P.R. n. 445 del 2000 e successive modificazioni, in cui si dichiara che il soggiorno presso la struttura ricettiva è finalizzato all'assistenza sanitaria nei confronti del familiare
  • i soggetti che, a seguito di ricovero ospedaliero, proseguono le cure presso le strutture sanitarie milanesi e della Provincia di Milano. L’esenzione si estende ai loro accompagnatori
  • chi soggiorna in residence, case e appartamenti per vacanze e nelle case per ferie gestite da enti no profit, come sopra individuati. L’esenzione si applica oltre il quattordicesimo giorno consecutivo di permanenza. Se la consecutività si interrompe, si ricomincia il conteggio per i successivi pernottamenti
  • il personale appartenente alle forze dell’Ordine e/o forze armate che per ragioni di servizio alloggia nella Città di Milano e limitatamente al servizio medesimo
  • gli studenti universitari fino a 26 anni, iscritti agli Atenei milanesi, che alloggiano nelle strutture ricettive
  • le persone con disabilità e i loro accompagnatori
  • tutti i volontari coordinati dalla Protezione Civile provinciale, regionale e nazionale e gli appartenenti ad associazioni di volontariato in caso di calamità e grandi eventi individuati dall'Amministrazione
  • chi è stato alloggiato nelle strutture ricettive a seguito di provvedimenti adottati dalle autorità pubbliche e/o dallo stesso Comune di Milano per far fronte a situazioni di emergenza sociale o di natura straordinaria.

Imposta non applicabile per motivi di ordine e sicurezza

Solo il Comune di Milano - non l’ospite - comunica preventivamente alle strutture ricettive le motivazioni di ordine e pubblica sicurezza che consentono la non applicazione dell’imposta.

Rifiuto del pagamento dell'imposta

L'ospite può rifiutare di pagare l'imposta di soggiorno autocertificando il proprio rifiuto e le ragioni che lo sostengono.

L’imposta dovuta può essere ridotta nei limiti del 50% per eventi congressuali e fieristici di rilevante importanza. L’agevolazione si applica se le strutture praticano una riduzione dei prezzi pari almeno al 20%.

In questi casi l'imposta di soggiorno può essere assolta direttamente dall'organizzatore, oppure dalla struttura ricettiva. Di seguito le modalità da seguire per la dichiarazione e il versamento in base all'alternativa scelta.

Imposta assolta dall’organizzatore
L’imposta deve essere versata preventivamente e cumulativamente all'inizio del soggiorno, per consentire al gestore della struttura ricettiva di precisare in fattura l’avvenuto assolvimento del tributo.

  1. L’ente organizzatore si accredita alla piattaforma SoggiorniAmo
  2. per ogni congresso, inserisce nel sistema il numero di partecipanti e il numero dei pernottamenti suddivisi per tariffa
  3. effettua il riversamento nelle casse comunali tramite l'avviso di pagamento PagoPA generato da SoggiorniAmo
  4. l'organizzatore rilascia al partecipante una ricevuta che attesta l’avvenuto pagamento dell’imposta
  5. il partecipante ne consegna una copia all'albergatore, il quale (soltanto al fine indicativo) dovrà inserire in SoggiorniAmo - nella riga “assolta dagli organizzatori di congressi” - il numero dei soggetti e il numero dei pernottamenti .

Imposta di soggiorno assolta dalla struttura ricettiva
La struttura procede alla dichiarazione trimestrale dell’imposta di soggiorno tramite SoggiorniAmo e inserisce nella riga “riduzione eventi congressuali":

  • il numero dei soggetti
  • il numero dei pernottamenti degli ospiti partecipanti al congresso.

Chi vuole adibire la propria unità abitativa a B&B oppure casa o appartamento per vacanza è tenuto ad adempiere ai seguenti obblighi amministrativi e tributari:

  1. presentazione SCIA (solo per B&B)
  2. presentazione comunicazione inizio attività (solo per case vacanza)
  3. imposta di soggiorno
  4. Tari
    • per il pagamento della Tari la superficie dell’alloggio destinata all'attività deve essere correttamente identificata. Il contribuente dovrà presentare:
      - una denuncia di variazione in diminuzione per i mq sottratti all'uso domestico
      - una denuncia di nuova occupazione per dichiarare la superficie utilizzata come B&B
      - planimetria in scala da cui risulti evidente la diversa destinazione dell’alloggio
    • alla superficie utilizzata come B&B è applicata la tariffa Tari prevista per la specifica attività esercitata
    • per tutte le informazioni visita la pagina Tari

Un accordo tra Comune di Milano e Airbnb regola la modalità di riscossione dell’imposta di soggiorno per le prenotazioni effettuate attraverso la piattaforma Airbnb.

In sintesi l'accordo prevede i seguenti passaggi operativi:

  1. imposta: all'atto della prenotazione, Airbnb preleva l’imposta dovuta dall'ospite e la trasferisce al Comune alla scadenza stabilita
  2. dichiarazione: quando dichiarano l'imposta di soggiorno sulla piattaforma Soggiorniamo, i proprietari (o gli intermediari) devono indicare i dati (presenze e periodi) relativi ai soggiorni prenotati attraverso la piattaforma Airbnb
  3. esenzioni: gli ospiti che ne hanno diritto chiedono direttamente ad Airbnb il rimborso delle somme indebitamente trattenute.

Per le locazioni non effettuate tramite la piattaforma Airbnb, permangono in capo ai gestori tutti gli obblighi previsti dal Regolamento.

Per ricevere informazioni e consulenza occorre fissare un appuntamento col Servizio Imposta di soggiorno.

Per le prenotazioni:

  • tel. 02.02.02
    attivo dal lunedì al sabato, dalle 8:00 alle 20:00
  • via Internet attraverso l'Agenda Online »
    - richiede la registrazione al sito del Comune di Milano o un’utenza SPID

Il ricevimento avviene il martedì e giovedì dalle 9.00 alle 12:00.

  • Online

I gestori delle strutture ricettive devono registrarsi alla piattaforma software SoggiorniAmo.

Accreditarsi a SoggiorniAmo è indispensabile per gestire l'imposta di soggiorno poiché è l'unico veicolo che consente di:

  • compilare i bollettari online, che hanno sostituito pienamente i bollettari cartacei
  • inoltrare la dichiarazione trimestrale delle presenze registrate
  • generare avvisi di pagamento PagoPA per il versamento dell'imposta di soggiorno
  • verificare la propria situazione (versamenti, dichiarazioni inserite ecc.).

Per maggiori dettagli sul funzionamento e l'utilizzo di SoggiorniAmo scarica la presentazione nella sezione Allegati.

Accedi al servizio

Utenti già registrati
Per chi era già registrato al vecchio sistema gestionale (GEIS) è in corso l’invio delle nuove credenziali, accompagnato dalle istruzioni per l’accesso.

Se hai ricevuto le nuove credenziali, clicca e accedi a SoggiorniAmo »
Nella stessa pagina è disponibile un form di richiesta per chi ancora non le avesse ricevute.

Nuovi utenti
Per i nuovi utenti la registrazione si effettua direttamente sulla piattaforma SoggiorniAmo.
Registrati ora »

  • Sportello

Chi ha diritto all'esenzione o alla riduzione dell'imposta deve compilare il modulo di autocertificazione.

L'ospite può anche esimersi dal pagamento dell'imposta di soggiorno, compilando una dichiarazione in cui precisa le motivazioni del rifiuto.

Accedi al servizio

Scaricare il modulo da utilizzare e consegnarlo al gestore della struttura ricettiva.