Affidamento o dispersione delle ceneri

In caso di cremazione di una salma si può richiedere al Comune l’autorizzazione per l’affidamento delle ceneri oppure l’autorizzazione alla dispersione delle stesse. Per maggiori informazioni consultare i paragrafi seguenti.

  • Sportello

L’affidamento delle ceneri a un familiare del defunto dell’urna cineraria da custodire presso la propria abitazione (luogo di residenza legale) può avvenire quando vi sia stata espressa volontà del defunto o volontà manifestata dal coniuge (o dal soggetto con legame comprovato dall’iscrizione nel registro delle unioni civili) o, in mancanza di questi, dal parente più prossimo. Nel caso di concorso di più parenti dello stesso grado, servirà la maggioranza assoluta di essi.
Per ottenere l’affidamento delle ceneri occorre l’autorizzazione del Comune in cui è avvenuto il decesso oppure, in caso di ceneri già tumulate, del Comune in cui è tumulato il defunto.
Qualora le ceneri siano affidate ad un familiare e l’affidatario volesse rinunciare all’affido, lo stesso potrà gestire le relative pratiche presso gli uffici comunali di Via Larga, per definire la nuova destinazione delle ceneri.
Nel caso di decesso dell’affidatario gli aventi titolo dovranno definire la nuova destinazione delle ceneri. 
In relazione alla destinazione delle ceneri: 
•    Per l’acquisto o la tumulazione in celletta consultare “Assegnazione di cellette”
•    Per il trasporto delle ceneri fuori comune consultare “Trasporto fuori comune”
•    Per trasporto all’estero consultare “Trasferire ceneri o resti ossei all’estero dopo esumazione ordinaria o estumulazione da celletta o colombaro”
•    Per la tumulazione in colombaro consultare “Assegnazione di colombaro/tumulazioni aggiuntive”
•    Per la tumulazione in tomba di famiglia consultare “Tumulazione in Tomba di Famiglia”
•    Per nuovo affido o dispersione consultare questo paragrafo


NOTA BENE: non si deve procedere alla consegna dell’urna in uno dei cimiteri cittadini prima di aver definito presso gli uffici di Via Larga le pratiche di rinuncia e nuova destinazione del defunto.
 

Accedi al servizio

Per l’affidamento delle ceneri a seguito di funerale rivolgersi a:

Ufficio Funerali, Sepolture e Cremazioni
via Larga, 12 - 1° piano, stanza 115/120
orario: (presentarsi almeno 30 minuti prima della chiusura dell’ufficio) 

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 15:30 per tutti i servizi. 
  • sabato e festivi infrasettimanali dalle 8:30 alle 12:00 per tutti i servizi (ingresso da Via Rastrelli)
  • domenica dalle ore 8:30 alle ore 12: 00 per decessi in abitazione e decessi in casa di cura sprovviste di camera mortuaria (ingresso da Via Rastrelli)

Per l’affidamento in caso di esumazione ordinaria e/o estumulazione da colombaro o celletta, o rinuncia all'affido

Ufficio rinnovi sepolture, esumazioni ed estumulazioni
via Larga, 12 – 1° piano - stanza 107
orario: (presentarsi almeno 30 minuti prima della chiusura dell’ufficio):

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 15:30. 

Modulistica

  • Modulo affidamento ceneri
    compilato in triplice copia, tutte firmate in originale dall'affidatario
  • documento da cui risulti la volontà di affidamento
  • copia di un documento d’identità, in corso di validità, dell’affidatario e dei parenti che manifestano la volontà
  • Marca da bollo da Euro 16,00 da applicare su uno dei moduli "affidamento ceneri".

  • Sportello

Le ceneri possono essere disperse in aree appositamente destinate all’interno dei cimiteri oppure in natura (per esempio in mare, nei laghi e nei fiumi è consentita nei tratti liberi da natanti e da manufatti) o in aree private all’aperto, con il consenso del proprietario. E’ vietata nei centri abitati.
La dispersione è consentita nel rispetto della volontà del defunto, che può essere manifestata nei seguenti modi:
1.    manifestazione in vita della volontà dichiarata in una disposizione testamentaria (cioè volontà espressa, in vita, dal defunto, in uno scritto da depositare e pubblicare a cura di un notaio c.d. “testamento olografo”, oppure in un testamento pubblico oppure in un testamento segreto)
2.    iscrizione in vita ad Associazione legalmente riconosciuta, avente tra i propri scopi quello della cremazione del corpo dei propri associati
3.    in assenza dei punti 1) e 2) la volontà del defunto può essere espressa dal coniuge (o dal soggetto con legame comprovato dall’iscrizione nel registro delle unioni civili). In mancanza di queste figure, dal parente più prossimo entro il 6° grado e, in caso di esistenza di più parenti dello stesso grado, dalla maggioranza assoluta dei parenti di pari grado. Tale manifestazione è resa davanti all’Ufficiale di Stato Civile, che redige e sottoscrive il relativo processo verbale, previa identificazione dei dichiaranti tramite idoneo documento d’identità, in corso di validità. Il processo verbale può essere reso nel Comune di residenza in vita o di decesso del defunto o nel Comune di residenza del dichiarante.
Chi può disperdere le ceneri?
L’incaricato della dispersione può essere stato individuato dal defunto stesso oppure può trattarsi del coniuge (o del soggetto con legame comprovato dall’iscrizione nel registro delle unioni civili), di un altro familiare, dell’eventuale esecutore testamentario, del rappresentante legale dell’Associazione di Cremazione alla quale il defunto era eventualmente iscritto.
Chi autorizza la dispersione?
La dispersione delle ceneri è autorizzata dal Comune in cui è avvenuto il decesso oppure, in caso di ceneri già tumulate, dal Comune in cui è tumulato il defunto.

Accedi al servizio

Per richiedere l’autorizzazione alla dispersione delle ceneri a seguito di funerale rivolgersi a:

Ufficio Funerali, Sepolture e Cremazioni
via Larga, 12 - 1° piano, stanza 115/120
orario: (presentarsi almeno 30 minuti prima della chiusura dell’ufficio)

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 15:30 per tutti i servizi
  • sabato e festivi infrasettimanali dalle 8:30 alle 12:00 per tutti i servizi (ingresso da Via Rastrelli)
  • domenica dalle ore 8:30 alle ore 12:00 per decessi in abitazione e decessi in casa di cura sprovviste di camera mortuaria (ingresso da Via Rastrelli)

Per dispersione in caso di ceneri già tumulate in celletta o colombaro

Ufficio rinnovi sepolture, esumazioni ed estumulazioni
via Larga, 12 – 1° piano - stanza 107
orario: (presentarsi almeno 30 minuti prima della chiusura dell’ufficio):

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 15:30

Modulistica

Per richiedere l’autorizzazione alla dispersione delle ceneri compilare il Modulo dichiarazione dispersione in triplice copia, tutte firmate in originale da presentare assieme alla copia di documento di identità in corso di validità di chi richiede la dispersione.

Sono necessari inoltre:

  • disposizione testamentaria del defunto cioè la volontà espressa in vita dal defunto in uno scritto da depositare e pubblicare a cura di un notaio (il cosiddetto “testamento olografo”), oppure in un testamento pubblico oppure in un testamento segreto

oppure

  • iscrizione in vita ad un’Associazione legalmente riconosciuta avente tra i propri scopi quello di raccogliere la volontà di cremazione e di dispersione delle ceneri dei propri associati
  • marca da bollo da Euro 16,00, da apporre sul processo verbale, nel caso in cui la volontà del defunto venga manifestata dagli aventi titolo con processo verbale
  • marca da bollo da Euro 16,00 da applicare sull'autorizzazione alla dispersione

Per richiedere informazioni e chiarimenti per affidamento o dispersione di ceneri a seguito di un funerale rivolgersi al seguente numero 02.884.62160/62167 

Per richiedere informazioni e chiarimenti per affidamento in caso di esumazione ordinaria, estumulazione da colombaro o celletta, dispersioni di ceneri già tumulate rivolgersi al seguente numero 02.884.62150/62174