> Chi siamo    > Link utili    > Domande frequenti - Faq     > La nostra storia    >   
 

Arte e astronomia

Dipinti astronomici: la rappresentazione del cielo nel corso dei secoli
Conferenza di Monica Aimone; giovedì 17 ottobre 2013 - ore 21:00

"...guardare le stelle mi fa sempre sognare, così come lo fanno i puntini neri che rappresentano le città e i villaggi su una cartina. Perché, mi chiedo, i puntini luminosi del cielo non possono essere accessibili come quelli sulla cartina della Francia? Come prendiamo il treno per andare a Tarascona, così prendiamo la morte per raggiungere le stelle..."

Queste parole, scritte da Vincent Van Gogh, ci danno un’idea del fascino che quei "puntini luminosi" esercitavano sulla mente del pittore. Ma è solo uno fra i tanti. Infatti, sin dall’antichità le bellezze del cielo hanno suscitato curiosità ed interesse e influenzato molto le rappresentazioni artistiche: Innumerevoli nella nostra storia sono gli esempi di splendide opere pittoriche con chiari riferimenti astronomici.

Ma è durante il periodo della Rivoluzione Scientifica, tra il XVI e il XVIII secolo, che arte ed astronomia, più che in ogni altra epoca, stringono un forte legame.

Le nuove idee cosmologiche, il nuovo modello di universo e quindi la conseguente perdita della centralità dell’uomo, fino ad allora indiscussa, portò ad un forte scontro, non solo fra gli scienziati, ma anche fra intellettuali e teologi. E gli animati dibattiti influenzarono in molti casi anche il lavoro di letterati ed artisti.

In particolare fu la figura di Galileo Galilei ad affascinare i suoi contemporanei: le sue osservazioni astronomiche con il cannocchiale ebbero infatti una notevole influenza sugli artisti del XVII secolo, poiché in molte loro opere si riscontrano chiari riferimenti alle scoperte del grande scienziato.

Sotto il cielo stellato del Planetario, una serata dedicata all’arte, alla scoperta di piccoli e grandi capolavori della storia dell’Umanità …

In collaborazione con AstrOfficina

Tariffe

Biglietto intero: 3,00 Euro

Biglietto ridotto: 1,50 Euro (fino a 18 anni e oltre i 60 anni)

Da ricordare

  • A conferenza iniziata non è consentito l'ingresso.
  • Le conferenze hanno generalmente una durata di circa un'ora.



Civico Planetario "Ulrico Hoepli"
c/o Giardini Pubblici "Indro Montanelli"
c.so Venezia, 57 - 20121 Milano
Fermata
Palestro della Metropolitana, Linea 1 (seguire le indicazioni "Museo Storia Naturale"; guardando la facciata del Museo, il Planetario è poche decine di metri a destra); Tram 9, 29, 30; Passante Ferroviario Porta Venezia

Tel. 02-88463340 (dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle 13:00)
Fax 02-88463559
 
   
Note legali e privacy | Credits inizio pagina