> Chi siamo    > Link utili    > Domande frequenti - Faq     > La nostra storia    >   
 

L'anno della Capra

Miti orientali e calendario cinese
Conferenza di Chiara Pasqualini; giovedì 19 febbraio 2015 - ore 21:00

19 febbraio 2015: Capodanno cinese. Una delle maggiori festività della Cina è legata al cielo!

Nell’antica Cina l’osservazione e la comprensione dei fenomeni del cielo era di fondamentale importanza. Ciò era dovuto al fatto che i cinesi consideravano l’imperatore qualcosa di divino, che era tale per volere del cielo e di conseguenza tutti i fenomeni che si verificavano sulla volta celeste avevano un evidente riscontro sulla terra, sulle attività umane e soprattutto sul comportamento e le decisioni dell'imperatore. Anche il calendario nasce dalle osservazioni del cielo. Uno dei calendari antichi più avanzati, il calendario lunisolare cinese, approssima l’anno solare usando i mesi lunari. Ma perché ogni anno la data del capodanno cinese è diversa? Perché il capodanno viene chiamato anche festa della primavera?

L’influenza della Cina si ritrova in molti paesi limitrofi. In Giappone ad esempio il setsubun, il giorno che segna l’inizio della primavera, è celebrato seguendo l’antico calendario cinese ed è a inizio febbraio. La misura del tempo in Cina si basa su cicli che sono fondati su dottrine filosofiche e osservazioni astronomiche.

Ogni anno è simboleggiato da un animale dello zodiaco cinese, per un totale di dodici, che si alternano ciclicamente. Ma come è nato il ciclo dei dodici animali dello zodiaco cinese? Perché il prossimo sarà l’anno della capra e che cosa rappresenta questo animale? Osservando la volta del Planetario, cercheremo di rispondere a queste domande e di descrivere le tradizioni e i miti legati alle stelle secondo la cultura millenaria cinese.

In collaborazione con AstrOfficina

Tariffe

Biglietto intero: 5,00 Euro

Biglietto ridotto: 3,00 Euro; fino a 18 e da 65 anni, MUSEOCARD abbonamento Civici Musei, dipendenti comunali

Biglietto gratuito: portatori di handicap

Da ricordare

  • A conferenza iniziata non è consentito l'ingresso.
  • Le conferenze hanno generalmente una durata di circa un'ora.



Civico Planetario "Ulrico Hoepli"
c/o Giardini Pubblici "Indro Montanelli"
c.so Venezia, 57 - 20121 Milano
Fermata
Palestro della Metropolitana, Linea 1 (seguire le indicazioni "Museo Storia Naturale"; guardando la facciata del Museo, il Planetario è poche decine di metri a destra); Tram 9, 29, 30; Passante Ferroviario Porta Venezia

Tel. 02-88463340 (dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle 13:00)
Fax 02-88463559
 
   
Note legali e privacy | Credits inizio pagina