> Chi siamo    > Link utili    > Domande frequenti - Faq     > La nostra storia    >   
 

Il cielo in una stanza

La storia e il funzionamento del Planetario di Milano
Conferenza di Fabio Peri; martedì 12 maggio 2015 - ore 21:00

Il Civico Planetario di Milano “Ulrico Hoepli”, collocato all’interno della verde cornice dei Giardini Pubblici di Porta Venezia, è stato inaugurato nel 1930 ed ancora oggi è il più grande Planetario italiano e tra i maggiori in Europa e nel mondo.

È stato donato alla città di Milano dall’editore Ulrico Hoepli e prende il nome dall'apparecchio situato al centro della sala, detto appunto “proiettore planetario”, un simulatore di cielo costituito da un insieme di proiettori e ingranaggi piuttosto complicati, in grado di riprodurre stelle, pianeti, Sole, Luna e i loro movimenti in cielo.

Come è nata l’idea di costruire un simile apparecchio? Come funziona? Cosa fa esattamente un “planetarista”?

Un invito a conoscere meglio la storia dei planetari in generale e questo Istituto in particolare, uno dei centri di eccellenza della cultura scientifica milanese, un “teatro delle stelle” dove si incontrano scienza, musica, letteratura, arte e poesia.

In collaborazione con AstrOfficina

Tariffe

Biglietto intero: 5,00 Euro

Biglietto ridotto: 3,00 Euro; fino a 18 e da 65 anni, MUSEOCARD abbonamento Civici Musei, dipendenti comunali

Biglietto gratuito: portatori di handicap

Da ricordare

  • A conferenza iniziata non è consentito l'ingresso.
  • Le conferenze hanno generalmente una durata di circa un'ora.



Civico Planetario "Ulrico Hoepli"
c/o Giardini Pubblici "Indro Montanelli"
c.so Venezia, 57 - 20121 Milano
Fermata
Palestro della Metropolitana, Linea 1 (seguire le indicazioni "Museo Storia Naturale"; guardando la facciata del Museo, il Planetario è poche decine di metri a destra); Tram 9, 29, 30; Passante Ferroviario Porta Venezia

Tel. 02-88463340 (dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle 13:00)
Fax 02-88463559
 
   
Note legali e privacy | Credits inizio pagina