Aree cani. Oltre 581.590 metri quadri nel verde

Ogni cittadino potrà prendersi cura dell’area sotto casa. Nell’ultimo anno 9 nuovi spazi dedicati agli amici a quattro zampe

Chiara Bisconti Benessere Qualità della vita Sport e tempo libero Risorse umane e organizzazione

17/06/2012



Sono oltre 581.590 i metri quadrati in parchi e giardini, compresi il parco delle Cave e il parco Nord, dedicati appositamente ai cani e nove le aree nuove realizzate tra giugno 2011 e giugno 2012. Nell’ambito dell’avviso pubblico (le cui linee guida sono state approvate dalla Giunta a fine maggio) che consentirà a cittadini e associazioni di collaborare e sponsorizzare la manutenzione di parchi, aiuole e giardini, chi lo vorrà potrà decidere di prendersi cura anche dell’area cani sotto casa, per aiutare il Comune a tenerla bella e pulita.

“Questa Amministrazione sta ampliando, giorno dopo giorno, le possibilità di intervento diretto sul territorio di cittadine e cittadini”, ha dichiarato l’assessora al Benessere, Qualità della vita, Sport e Tempo libero Chiara Bisconti. “Siamo convinti che qualità della vita significhi potersi occupare in prima persona del proprio quartiere, delle piazze, dei parchi. Vogliamo una città sempre più vicina ai bisogni degli animali e che permetta di migliorare la vita quotidiana di tutti i milanesi, a due o a quattro zampe”.

“I padroni di cani, insieme alle mamme con i loro bambini, sono i frequentatori più assidui e attenti dei nostri parchi e, per questo, abbiamo pensato che fosse giusto dare loro la possibilità di prendersi cura di spazi che conoscono bene e in cui passano molto tempo tutti i giorni”, ha dichiarato l’assessore alla Mobilità, Ambiente, Arredo urbano e Verde Pierfrancesco Maran. “Ci tengo a ricordare, inoltre, che il prendersi cura nel modo giusto del verde di Milano comincia fin dai piccoli gesti quotidiani, come il mantenerli puliti, nel rispetto di tutte le altre persone, e animali, che li frequentano”.

Il totale delle aree cani a Milano è 319, la Zona che ne presenta di più è la 6, con 46 spazi, seguita dalla 9 (41) e dalle Zone 3, 4 e 8, a pari merito con 34 aree. Quelle realizzate nell’ultimo anno si trovano in viale Beatrice d’Este (Zona 1), in via Olgettina (Zona 3), nel giardino Mario Capponi, tra via Aicardo e via Boeri (Zona 5), nel parchetto di via Koch (Zona 6, 2 aree), nel parco Antonio Annarumma (tra via Creta e via Risceglie) e in piazzale Brescia (Zona 7) e tra le vie Don Grioli, Cialdini e Pellegrino Rossi (Zona 9). Inoltre, è in fase di completamento la realizzazione di una nuova area cani in via Luraghi (quartiere degli Olmi). Infine, a Milano ci sono 10 aree in cui lo spazio è suddiviso in due, per cani di taglia piccola e grande: in via Nervesa e nel giardino Francesco Rucci (Zona 4), in via Comisso, viale Giovanni da Cermenate e nel giardino Mario Capponi (Zona 5), al parco Don Luigi Giussani, in via Koch e nel giardino delle Crocerossine (Zona 6), in piazzale Brescia (Zona 7) e nel parco Guido Vergani (Zona 8).

A Milano è stimata la presenza di circa 120mila cani, di cui solo 85mila sono regolarmente iscritti all’anagrafe canina. Il Comune di Milano ricorda che la microchippatura è un obbligo di legge dal 2004, e che la sanzione per i padroni che non provvedono a effettuarla varia dai 25 ai 150 euro. Solo dal 14 al 25 maggio, durante la campagna voluta dall’Amministrazione per sensibilizzare i milanesi sulla necessità di far ‘microchippare’ il proprio cane, sono state circa 2mila le applicazioni eseguite. Un centinaio, invece, quelle effettuate il 19 maggio, giornata in cui al Parco Canile di via Aquila la ‘chippatura’ è stata gratuita.

Sul sito del Comune di Milano, nell’area Informazioni - Aree verdi - Aree per cani, è possibile scaricare l’elenco completo e la mappa, oltre che il ‘Regolamento d’uso del verde’.