COWPARADE Milano 2007: mucche d'artista in giro per la città

14 aprile – 17 giugno - la più originale mostra contemporanea open air

Maurizio Cadeo - Arredo Decoro Urbano e Verde

05/12/2006



Cowparade è la grande mostra a tema di arte contemporanea che dal 1998, da un’idea del famoso scultore svizzero Pascal Knapp, invade tutti gli anni le vie delle metropoli del mondo portando la creatività degli artisti in mezzo alla gente. Fino ad oggi Cowparade è stata in scena in 40 città (New York, Chicago, Sidney, Londra, Parigi, San Paolo, Tokyo, ecc.) coinvolgendo centinai di creativi, attirando in media per ciascuna edizione oltre un milione di visitatori.

Il 2007 vede Milano protagonista della manifestazione grazie al sostegno dell’Assessore all’Arredo, Decoro Urbano e Verde Maurizio Cadeo. 100 “mucche d’artista” in vetroresina, grandezza naturale, trasformate “ad arte” da artisti, stilisti, designer, architetti, fotografi affermati, invaderanno le strade, le piazze, i giardini della città.
“L’arredo urbano di una città - ha detto l’Assessore Cadeo - non deve essere solo una questione di elementi statici, ma deve avere anche qualcosa di vivo, che crei entusiasmo, aggregazione e movimento di idee. Una città non deve essere solo bella, deve essere soprattutto bella da vivere”.

Le mucche verranno esposte, tra le altre location, a Palazzo Reale, in Galleria Vittorio Emanuele, Via Dante, Piazza della Scala, al Pac, alla Triennale, in zona Tortona, in Bovisa, nelle metropolitane di Loreto, Duomo, Cadorna e negli aeroporti di Linate e Malpensa.
Arte, ma anche moda, design, architettura. Cowparade rappresenta un’importante riflessione sull’identità “visiva” milanese. Lo sviluppo armonioso del suo arredo, il piacere della percorribilità, la riqualificazione del decoro urbano, la fruibilità artistica con iniziative ed eventi collaterali che coinvolgono tutta la cittadinanza.
Cowparade è dunque un laboratorio di ricerca artistica, di idee e creatività a 360 gradi, ma è anche un movimento internazionale che sperimenta forme e linguaggi innovativi, diffondendo l’arte e l’immediatezza della sua forza comunicativa.

Cowparade ha una doppia finalità: far conoscere gli artisti di oggi con un evento di portata internazionale e raccogliere fondi attraverso l’asta battuta da Sotheby’s a favore della Fondazione Onlus Champions for Children, fondata dal noto calciatore Clarence Seedorf per aiutare, sostenere ed educare i bambini che vivono in condizioni critiche o in paesi colpiti da guerre e calamità. Dalla prima Cowparade ad oggi la manifestazione è riuscita a devolvere in beneficenza più di 20 milioni di euro.


Il progetto Cowparade si sviluppa in più fasi:

Artisti, creativi e personaggi affermati vengono invitati a progettare su bozzetto predisposto la loro idea di “mucca d’artista”.
Un invito via Internet coinvolge artisti e creativi in modo allargato. Tutti possono partecipare, scaricando i bozzetti dal sito www.cowparademilano.it.

Tutti i bozzetti pervenuti vengono selezionati da un comitato artistico composto da Maurizio Cadeo (Assessore Arredo, Decoro Urbano e Verde Comune di Milano), Gisella Borioli (Direttore Artistico Cowparade), Paolo Casserà (Organizzatore), Alessandro Riva (critico e curatore), Stefano Giovannoni (designer), Emilio Haimann (Creative Director), Michela Gattermayer (direttore responsabile di “Velvet”), Flora Vallone (architetto paesaggista).

I bozzetti scelti dal comitato artistico vengono proposti ai Mecenati (azienda/sponsor) che “adottano” le mucche d’artista per i due mesi dell’esposizione, creando di fatto un forte sodalizio tra imprenditoria e cultura, mentre una mostra in un luogo significativo milanese presenta i bozzetti al pubblico.

Il bozzetto si fa opera d’arte. Gli artisti dipingono e trasformano le mucche in vetroresina a grandezza naturale, che vengono raccolte in una “stalla” simbolica con funzione di atelier, con l’assistenza di alcuni studenti dell’Accademia di Brera. La stalla è teatro di un ricco calendario di incontri con gli artisti, performance dal vivo ed eventi speciali.

Il 14 aprile è previsto il grande evento di inaugurazione della mostra open air delle “mucche”, posizionate in città per la durata di due mesi, a ridosso dell’apertura del Salone del Mobile, la più grande manifestazione di Milano con impatto internazionale.

Un’asta battuta da Sotheby’s sarà la tappa finale della manifestazione, con la vendita a scopo benefico delle mucche d’artista ad un pubblico di collezionisti e appassionati, a favore della fondazione Onlus Champions for Children.