Onsite Studio&Piovenefabi

Il “Progetto sul Castello in 60 Tavole” si propone di trasformare la strada ad alta percorrenza che circonda il Castello Sforzesco in una piazza pedonale. Considerando la pedonalizzazione di piazza Castello un tema urbano e non un esercizio di arredo urbano, il progetto propone l’ampliamento dell’area pedonale a tutto l’emiciclo che circonda il castello – una struttura urbana circolare continua che collega la piazza del Castello a Parco Sempione. Ponendosi in continuità con il Foro Bonaparte dell’Antolini – che sperimenta la dimensione astratta del vuoto come struttura – e l’esperienza piermariniana – che ha prodotto un’infrastruttura di paesaggio in cui gli elementi alberati producono vere e proprie stanze ed aule ipostile – il progetto considera l’area intorno al Castello come un unico sistema continuo definendo i suoi bordi con un grande spazio trasparente, matematico e curvo creato dal volume degli alberi e dal ritmo regolare delle colonne dei tronchi. Il suolo continuo in calcestre che si collega direttamente al Parco Sempione annulla le differenze funzionali rendendo disponibile un salon aperto e coperto, interamente percorribile, occupabile con libertà oppure vuoto e silenzioso. La dimensione decorativa delle aiuole novecentesche che ora circondano il fossato è annullata da un unico manto erboso che si adatta alla topografia irregolare che raccorda la quota del castello e quella dell’emiciclo esterno. Grazie a questo intervento di ripulitura, la moltitudine di spazi frammentati e opachi viene ricomposta in un grande vuoto trasparente. Come una camera di compensazione, Piazza Castello crea un luogo per la transizione tra la dimensione urbana e quella paesaggistica, tra il mondo minerale e quello naturale, tra il sistema dell’infrastruttura e quello dello spazio aperto, tra la città ed il parco.
Per info visita il sito web del progetto e il libro sfogliabile

Condividi il progetto


Scarica il progetto

Onsite Studio&Piovenefabi

Info Studio

Fondato a Milano nel 2006 è diretto da Angelo Lunati e Giancarlo Floridi mira a coniugare attività di ricerca e pratica accademica con una forte completezza professionale. I progetti cercano un approccio sensibile al tono del contesto in cui si situano investigando allo stesso tempo le potenzialità dei materiali e della costruzione.
Per info visita il sito di Onsite Studio e di Piovenefabi