La strada statale 415 sarà prolungata sino a piazza Bologna

Partono i lavori per la Paullese in citta’

Via al primo lotto, 22 milioni di euro, per il completamento dello svincolo con la Tangenziale Est- Nuova viabilità a Rogoredo-Montecity - Fine dell’intervento entro il 2007 .

Giorgio Goggi - Trasporti e Mobilità

29/07/2005



      La Statale Paullese, che collega Milano con la provincia di Cremona e termina oggi sulla Tangenziale Est all’altezza di San Donato Milanese, verrà prolungata sino a piazza Bologna, come prevede la variante di Piano Regolatore approvata nel 1980. E’ questo uno degli interventi viabilistici più importanti programmati dalla giunta Albertini che metterà ordine su un’area strategica della città, quella a Sud-Est, interessata dal futuro insediamento Rogoredo-Montecity e dal nodo d’interscambio Rogoredo-San Donato, già in parte servita da importanti infrastrutture quali la Tangenziale Est, il Passante Ferroviario e la linea Metropolitana 3.
      Proprio in questi giorni è in corso, da parte dell’amministrazione comunale, la consegna dei lavori all’Associazione d’imprese che si è aggiudicata l’appalto.
      Sono 5 i lotti in cui è stato suddiviso l’intervento che ricostituisce, spostato più a Sud, l’itinerario suburbano della Vecchia Paullese, da Porta Romana a Peschiera Borromeo, e di cui restano alcuni spezzoni rappresentati dalle vie Muratori, Tertulliano e Bonfadini. Il primo lotto, che sta per partire, comporta una spesa complessiva di 22 milioni di euro, con fine lavori entro il 2007.
      Il progetto per questo lotto prevede l’adeguamento completo dello svincolo esistente tra la Tangenziale Est e la Paullese, con il completamento delle rampe oggi mancanti, in modo da collegare la Tangenziale con la viabilità cittadina dei quartieri di Rogoredo e via Bonfadini. Verrà inoltre smantellato il semaforo esistente all’incrocio tra via Rogoredo e via Feltrinelli: al suo posto due rotatorie con precedenza alla francese, vale a dire a chi viaggia all’interno dell’anello, come avviene nelle altre rotatorie costruite in città in questi anni.
      I lavori saranno organizzati per fasi al fine di limitare al massimo le interferenze sul traffico, sia sulla Tangenziale che sulla viabilità urbana.