> Chi siamo    > Link utili    > Domande frequenti - Faq     > La nostra storia    >   
 

Meccanica quantistica

Lo strano mondo della nostra teoria fondamentale del moto
Conferenza di Fabio Scardigli (Politecnico di Milano; Yukawa Institute for Theoretical Physics, Kyoto, Japan); martedý 27 maggio 2014 - ore 21:00

Fin dai suoi primi anni, la fisica quantistica ha incuriosito, meravigliato, a tratti sbalordito le menti dei ricercatori e poi anche di un pubblico via via pi¨ ampio. Echi degli aspri dibattiti avvenuti negli anni Venti e Trenta tra i padri fondatori, da Einstein a Bohr, da Schr÷dinger, a Dirac e Heisenberg ispirano ancor oggi fruttifere e fondamentali discussioni.

Con il passare del tempo, le immense capacitÓ esplicative della teoria quantistica si sono manifestate in qualsiasi settore della fisica teorica o applicata, in chimica, in biologia, svelandoci possibilitÓ talvolta altrimenti impensabili.

Tuttavia, il dibattito sui fondamenti logici e fisici della Teoria dei Quanti non si Ŕ mai appannato. Al contrario, questioni fondamentali, in apparenza astratte, trovano oggi un concreto punto di contatto con la reale possibilitÓ di progettare e costruire uno specifico dispositivo quantistico, piuttosto che un altro.

Questa sera ripercorreremo i punti iniziali che hanno acceso la rivoluzione quantistica (legge di corpo nero, effetto fotoelettrico, spettri e atomo di Bohr). Vedremo poi la nascita della vera e propria meccanica quantistica, a metÓ degli anni Venti, ad opera di de Broglie, Heisenberg, Schroedinger. Le previsioni bizzarre di tale teoria, come l'effetto tunnel, o la diffrazione degli elettroni, sempre perfettamente confermate dagli esperimenti. Riporteremo anche le critiche di alcuni padri fondatori, in particolare Einstein e Schroedinger, che ancora oggi alimentano le discussioni e la ricerca. Accenneremo infine alle linee di ricerca pi¨ recenti, sulle quali torneremo pi¨ ampiamente in una prossima conferenza.

Fabio Scardigli attualmente Ŕ docente a contratto presso il Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano. Dopo il dottorato di ricerca in Fisica ottenuto studiando RelativitÓ Generale presso l'Istituto di Fisica Teorica di Berna (ITP) con Petr Hajicek, Fabio Scardigli Ŕ stato ricercatore post-doc presso il Centro di Astrofisica Relativistica (CENTRA) dell'Istituto Superior Tecnico di Lisbona, nel gruppo di Jose' Lemos. Successivamente il dottor Scardigli ha svolto le sue ricerche per due anni presso lo Yukawa Institute for Theoretical Physics di Kyoto (Giappone), dove ha lavorato con Misao Sasaki. E' stato poi per quattro anni research fellow al Leung Center for Cosmology and Particle Astrophysics della National Taiwan University, Taipei, nel gruppo di Pisin Chen. E' autore di oltre 30 articoli scientifici. I suoi interessi di ricerca si concentrano sulle teorie della gravitÓ, sui principi di incertezza generalizzati applicati alla cosmologia e ai buchi neri, sui fondamenti della meccanica quantistica.

In collaborazione con AstrOfficina

Tariffe

Biglietto intero: 3,00 Euro

Biglietto ridotto: 1,50 Euro (fino a 18 anni e oltre i 60 anni)

Da ricordare

  • A conferenza iniziata non Ŕ consentito l'ingresso.
  • Le conferenze hanno generalmente una durata di circa un'ora.



Civico Planetario "Ulrico Hoepli"
c/o Giardini Pubblici "Indro Montanelli"
c.so Venezia, 57 - 20121 Milano
Fermata
Palestro della Metropolitana, Linea 1 (seguire le indicazioni "Museo Storia Naturale"; guardando la facciata del Museo, il Planetario Ŕ poche decine di metri a destra); Tram 9, 29, 30; Passante Ferroviario Porta Venezia

Tel. 02-88463340 (dal lunedý al venerdý, dalle ore 9:00 alle 13:00)
Fax 02-88463559
 
   
Note legali e privacy | Credits inizio pagina