> Chi siamo    > Link utili    > Domande frequenti - Faq     > La nostra storia    >   
 

Vega

Il fascino di una stella che ancora deve svelare i suoi segreti
Conferenza di Mauro Arpino; sabato 23 agosto 2014 - ore 21:00

Nelle notti d'estate brilla vicino allo zenit la stella Vega, la quinta più luminosa del cielo, collocata nella costellazione della Lira. La mitologia greca identifica in questo disegno di stelle la cetra appartenuta a Orfeo, il cui suono melodioso poteva commuovere persino le pietre.

Vega costituisce uno dei vertici del cosiddetto “Triangolo estivo” assieme alle stelle Deneb e Altair. Circa 12.000 anni fa, a causa di un lento moto dell'asse terrestre – la precessione – Vega svolgeva il ruolo di stella polare.

Posta ad una distanza di soli 25 anni-luce dal Sole è quindi una delle stelle più vicine a noi. La sua massa è circa il doppio di quella solare e ha una luminosità circa 37 volte superiore a quella della nostra stella.

Ma Vega ha alcune peculiarità davvero interessanti. Per esempio possiede un'elevatissima velocità di rotazione che le conferisce un'insolita forma di pallone da rugby. E poi c'è la questione dell'eccesso di emissione di radiazione infrarossa scoperto negli anni Ottanta del XX secolo dal satellite IRAS. Sarebbe causato dalla presenza attorno a Vega di un disco di polvere circumstellare indice di un processo di formazione ancora in atto. D'altronde Vega ha solo un decimo dell'età del Sole. Alcune irregolarità osservate nel disco indicherebbero la presenza di almeno un pianeta di massa paragonabile a Giove.

Una stella quindi che ancora deve svelare i suoi segreti. Sarà per questo che è stata spesso impiegata come “location” per ambientare racconti di fantascienza?

In collaborazione con AstrOfficina

Tariffe

Biglietto intero: 5,00 Euro

Biglietto ridotto: 3,00 Euro; fino a 18 e da 65 anni, MUSEOCARD abbonamento Civici Musei, dipendenti comunali

Biglietto gratuito: portatori di handicap

Da ricordare

  • A conferenza iniziata non è consentito l'ingresso.
  • Le conferenze hanno generalmente una durata di circa un'ora.



Civico Planetario "Ulrico Hoepli"
c/o Giardini Pubblici "Indro Montanelli"
c.so Venezia, 57 - 20121 Milano
Fermata
Palestro della Metropolitana, Linea 1 (seguire le indicazioni "Museo Storia Naturale"; guardando la facciata del Museo, il Planetario è poche decine di metri a destra); Tram 9, 29, 30; Passante Ferroviario Porta Venezia

Tel. 02-88463340 (dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle 13:00)
Fax 02-88463559
 
   
Note legali e privacy | Credits inizio pagina