> Chi siamo    > Link utili    > Domande frequenti - Faq     > La nostra storia    >   
 

Il lascito dei Gesuiti

Il loro ruolo nella storia dell'Astronomia è tanto sorprendente quanto sconosciuto
Conferenza di Mauro Arpino; giovedì 7 maggio 2015 - ore 21:00

Fondata da Ignazio di Loyola il 15 agosto 1534 con altri sei studenti in una cappella di Montmartre, la Compagnia di Gesù si votò alla missione ovunque il papa li avesse inviati. Nel 1550 Ignazio fondò il Collegio Romano per supplire alla carenza di scuole pubbliche e gratuite. Ben presto divenne un centro di studio di rilievo internazionale. Qui studiò Matteo Ricci, primo missionario cattolico a entrare in Cina dal XIII secolo. Nel 1607 Ricci, Lì Madòu in mandarino, assieme a Xu Guangqi, un matematico cinese convertito, tradusse i primi libri degli Elementi di Euclide. Dopo di lui numerosi gesuiti seguirono le sue orme in Cina e costruirono osservatori astronomici, insegnarono, riformarono il calendario cinese, introdussero i telescopi.

In Europa Francesco Maria Grimaldi descrisse per primo il fenomeno della diffrazione della luce, mentre Niccolò Zucchi fu il primo a impiegare specchi al posto di lenti per costruire telescopi. Nel XIX secolo, padre Angelo Secchi presentò la prima classificazione degli spettri stellari contribuendo in modo decisivo alla nascita della moderna astrofisica.

I discepoli di Ignazio di Loyola giunsero davvero alla “fine del mondo”, là dove nessun ordine religioso si era mai spinto, fin nel cuore della Città Proibita a Pechino. Ammirati e odiati, (la Compagnia di Gesù fu soppressa tra il 1773 e il 1814), moltissimi furono martirizzati. Ovunque portarono l'astronomia.

E se ora state appuntando sulla vostra agenda la data di questa conferenza state utilizzando il calendario gregoriano introdotto nel 1582 da papa Gregorio XIII.

Un altro lascito dei gesuiti.

In collaborazione con AstrOfficina

Tariffe

Biglietto intero: 5,00 Euro

Biglietto ridotto: 3,00 Euro; fino a 18 e da 65 anni, MUSEOCARD abbonamento Civici Musei, dipendenti comunali

Biglietto gratuito: portatori di handicap

Da ricordare

  • A conferenza iniziata non è consentito l'ingresso.
  • Le conferenze hanno generalmente una durata di circa un'ora.



Civico Planetario "Ulrico Hoepli"
c/o Giardini Pubblici "Indro Montanelli"
c.so Venezia, 57 - 20121 Milano
Fermata
Palestro della Metropolitana, Linea 1 (seguire le indicazioni "Museo Storia Naturale"; guardando la facciata del Museo, il Planetario è poche decine di metri a destra); Tram 9, 29, 30; Passante Ferroviario Porta Venezia

Tel. 02-88463340 (dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle 13:00)
Fax 02-88463559
 
   
Note legali e privacy | Credits inizio pagina