> Chi siamo    > Link utili    > Domande frequenti - Faq     > La nostra storia    >   
 

Gli strani movimenti retrogradi dei pianeti

Un affascinante problema dell'astronomia antica e le enigmatiche affermazioni di Seneca
Conferenza di Mauro Arpino; giovedì 7 maggio 2009 - ore 21:00

Se osserviamo i pianeti durante una sola una notte non noteremo nulla di speciale. Ma se li guardiamo sistematicamente per mesi ed anni, ci accorgeremo che essi si spostano sullo sfondo delle costellazioni dello Zodiaco. Per questo motivo erano chiamati dai greci "stelle erranti", da cui la parola "pianeta". Il problema però non è che i pianeti si spostano in cielo - in fondo anche la Luna si muove - il problema è che nel loro errare tra le stelle i pianeti si fermano, invertono la direzione del loro movimento, poi di nuovo si arrestano e ricominciano a spostarsi nella direzione iniziale, formando dei "cappi" nel cielo. Tale fenomeno è detto retrogradazione.

La ricerca di una spiegazione per queste enigmatiche traiettorie ha prodotto dei modelli teorici dell'universo come quello di Eudosso di Cnido (IV secolo a. C.), o il sistema ad epiciclo e deferente di Apollonio di Perga (III secolo a. C.). Sono entrambe cosmologie geocentriche che presupponevano la Terra ferma al centro di tutti i movimenti.

Si tratta di questioni ben note agli storici della scienza. Però esistono alcune testimonianze storiche che fanno intravedere uno scenario completamente differente. Secondo tali testimonianze lo studio dei movimenti dei pianeti avrebbe consentito di concludere che le retrogradazioni sono solamente una illusione dovuta al movimento della Terra.

Era stata dunque anticipata nel II secolo a. C. una spiegazione eliocentrica dei movimenti dei pianeti ben 17 secoli prima di Copernico? Forse l'eliocentrismo è stato dibattuto a lungo dagli astronomi di epoca ellenistica, contrariamente a quanto finora creduto.

Alcuni sconcertanti passi delle "Naturales quaestiones" di Seneca lo farebbero pensare.

Tariffe

Biglietto intero: 3,00 Euro

Biglietto ridotto: 1,50 Euro (fino a 18 anni e oltre i 60 anni)

Da ricordare

  • A conferenza iniziata non è consentito l'ingresso.
  • Le conferenze hanno generalmente una durata di circa un'ora.



Civico Planetario "Ulrico Hoepli"
c/o Giardini Pubblici "Indro Montanelli"
c.so Venezia, 57 - 20121 Milano
Fermata
Palestro della Metropolitana, Linea 1 (seguire le indicazioni "Museo Storia Naturale"; guardando la facciata del Museo, il Planetario è poche decine di metri a destra); Tram 9, 29, 30; Passante Ferroviario Porta Venezia

Tel. 02-88463340 (dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle 12:00)
Fax 02-88463559
 
   
Note legali e privacy | Credits inizio pagina