Anita Pirovano

Milano Progressista

Consigliera Comunale

Scrivi alla consigliera: 

Anita.Pirovano@comune.milano.it

Sono cresciuta con una sorella gemella, abituandomi da subito a ragionare al plurale, a usare molto più spesso il pronome noi piuttosto che l’io perchè "due non è il doppio ma il contrario di uno, della sua solitudine. Due è alleanza, filo doppio che non è spezzato" (E. De Luca). Ecco, il pensare e l'agire collettivo per me è elemento fondativo nella vita come nella politica. 
Mi sono laureata  in psicologia sociale, poi dottorata con una tesi etnografica, costruita in un anno di lavoro sul campo in una delle più complesse periferie di Milano.
Ho iniziato a fare politica nei movimenti e nella società: prima in Università, con l’associazione studentesca “ListeDiSinistra”, come rappresentante degli studenti nel Senato accademico dell’Università Bicocca; subito dopo all’ Arci, occupandomi di politiche sociali, coesione sociale e immigrazione nel direttivo provinciale e nel circolo Metissage.
Da tre anni sono coordinatrice metropolitana di Sinistra Ecologia Libertà.
Sono portiere di una squadra di calcio femminile, nata dalla voglia di fare sport e dalla convinzione che le pratiche quotidiane e il non prendersi troppo sul serio servono più dei convegni o delle manifestazioni per superare gli stereotipi di genere.
Ero e resto convinta da un’idea della politica da vivere a tutto tondo, senza separazioni tra istituzione e società. Forse anche per questo non è stato facile arrivare ad un partito come luogo dell’impegno, ma ci sono poi giunta anche grazie alla straordinaria carica innovativa di Nichi Vendola e alla sua capacità di sparigliare i rituali della politica, rimettendo al centro le persone, la passione, la bellezza.
Mi sono candidata al consiglio comunale perché sono innamorata della mia città e del mio quartiere, l’Isola, dove ho scelto di vivere da 10 anni e perché credo che le Città siano in questo momento il luogo in cui trovare risposte creative e concrete per uscire dalle tante crisi - tra cui quella della politica -che attraversano la società. Sono Capogruppo di Sinistra x Milano 
Nel 2011 abbiamo liberato Milano insieme a Giuliano Pisapia, ridato dignità alle istituzioni cittadine e, soprattutto, inciso molto e bene nel rendere la città accogliente e attrattiva. La sfida del governo del cambiamento continua ora con Sala Sindaco. Dalla mobilità dolce al welfare inclusivo, dall'accoglienza ai nuovi diritti, dal sostengo al reddito ai mondi del lavoro, dalla cultura diffusa al consumo zero di suolo, dalla rigenerazione urbana agli spazi sociali vivi e vivaci in centro come in periferia. Sogniamo una città a misura di tutti e di ciascuno e proviamo quotidianamente a costruirla con la partecipazione e il protagonismo dei milanesi. Anche di quelli venuti da altrove. 
La sinistra che mi piace è una sinistra utile e coraggiosa che non rinuncia alle sfide, soprattutto a quelle tanto difficili quanto ambiziose.