Luigi Tommaso Amicone

Forza Italia Berlusconi Presidente

Consigliere Comunale

Scrivi al consigliere:

luigi.amicone@comune.milano.it

Sono figlio di una famiglia di immigrati. Di padre abruzzese e madre pugliese. Nato a Milano nel 1956. Sposato con la valtellinese Annalena. Ho sei figli. Dopo la maturità tecnica (perito chimico) e le battaglie in difesa della libertà nella scuola degli anni 70 - battaglie ingaggiate da cattolico che, grazie all’educazione ricevuta da don Luigi Giussani, non si è mai vergognato di essere tale - mi sono laureato in Scienze Politiche (1982) e in Lettere Moderne (1988), mentre mi guadagnavo da vivere con le prime collaborazioni giornalistiche e con l’insegnamento della religione cattolica (attestato all'insegnamento autorizzato e firmato dal cardinale Carlo Maria Martini) al liceo scientifico statale di Milano Luigi Cremona. Giornalista professionista (1990), dal 1988 al 1993 sono stato inviato agli esteri per Il Sabato. Settimanale per il quale ho raccontato la prima guerra in Iraq, le guerre civili in Libano e in Irlanda del Nord, la caduta del comunismo a Varsavia, Praga, Berlino e Mosca negli anni 1989-1991. Nel 1995, dopo tre anni di impiego al mensile di CL Tracce e di libero insegnamento della letteratura italiana al libero liceo Don Gnocchi di Carate Brianza, ho fondato il settimanale Tempi, di cui sono stato direttore fino al 2016. Ho scritto qualche libello (esordendo con “Nel nome del niente” Rizzoli,1982, prima rivisitazione del ’68 in chiave critica) e collaborato al Foglio dell'amico fraterno Giuliano Ferrara. Con il quale, nel primo decennio del secondo millennio, ho condiviso tutte le battaglie culturali “ratzingeriane” di libertà e difesa della vita. Nel giugno 2016 sono entrato per la prima volta in politica e sono stato eletto con circa 1700 preferenze in consiglio comunale a Milano nella lista di Forza Italia.