Teatro-terapia per i sex-offenders

Milano (fuoridalcomune.it - Nicola Maselli), 20 luglio 2019

Al via a settembre, a Bollate, il laboratorio teatrale

È stato siglato l'accordo tra il carcere di Bollate e l'associazione "TeatroInBolla", e dal prossimo settembre fino a dicembre 2019 i teatro-terapeuti Salvatore Ladiana e Marsil Yakoub, supportati da Aurora Zibaldi, antropologa-non attrice e Marika Pepe, sociologa e pedagogista, condurranno un laboratorio di teatro-terapia con i detenuti del Settimo reparto, dove sono recluse persone condannate per reati sessuali.
Non è la prima volta che "TeatroInBolla" affronta questa sfida. Già nel 2015 l'associazione aveva svolto un laboratorio analogo, sempre a Bollate, e sempre con i detenuti del Settimo reparto.
A parlarne alla redazione di "Fuoridalcomune.it" era stato lo stesso Salvatore Ladiana pochi mesi fa: "Lavorare con il corpo insieme a chi ha violato il corpo - aveva detto - non è facile, e nel momento in cui entravo in carcere cercavo di resettare completamente la storia dei detenuti".
"Teatroinbolla" è un'associazione di teatro-terapia, disciplina che consente di esprimere il proprio potenziale creativo attraverso training che si svolgono in un ambiente protetto, così da consentire di esprimersi liberamente, senza paura del giudizio degli altri e soprattutto del proprio.