Il tempo in cella si fa valore

Roma (Fatto quotidiano - Kento), 22 settembre 2021

A Milano l'esordio del giovane rapper Simba

"C'è differenza tra violenza e lotta", ed è una differenza bella, importante.
Emerge forte dai testi di Alex Simbana - in arte El Simba - un giovane rapper che ho conosciuto dietro i cancelli del carcere minorile Beccaria, di Milano.
"Rubare il tempo in cella passandolo a scrivere, trasformandolo in valore- dice Alex - cosicché i giorni passano veloci ultimamente, perché si avvicina il suo concerto d'esordio (venerdì 24 settembre), al teatro del Beccaria, aperto anche al pubblico dei liberi.
'Puntozero teatro', la compagnia che gestisce lo spazio, ha organizzato questo evento nei minimi dettagli, curandone la produzione e la regia, mentre le musiche sono prodotte da Gianluca Messina di 'Suoni sonori': magistrale nello spaziare dal classico boombap degli anni Novanta ai suoni più contemporanei.
I biglietti si possono acquistare online ed prenotare, perché - pare - che i posti stiano andando a ruba: il consiglio è di non perdere questo appuntamento.
Sono ormai parecchi i ragazzi che, dopo un periodo di detenzione, provano a fare strada nel mondo della musica, e qualcuno c'è già riuscito.
Simba, però, non assomiglia a nessuno di quelli che avete sentiti, e dimostra una consapevolezza e una maturità decisamente in contrasto con la giovanissima età.
Dietro le sbarre ha avuto modo di misurarsi con il palco sia come rapper sia come attore teatrale, e il rapporto con i giganti che ha portato in scena - da Sofocle a Shakespeare - ha ispirato la sua penna quanto il rap italiano e d'oltreoceano.
Simba non nega gli errori e le scelte sbagliate fatte in passato, ma cerca nella musica un'occasione di riscatto e di espressione urgente e necessaria, quindi partecipare a questo spettacolo sarà un'occasione unica anche per capire che tipo di attività si possono svolgere in un carcere minorile quando si incontrano volontà, passione e impegno. 

Aggiornato il: 22/09/2021