Orientamento e reinserimento lavorativo dei detenuti

In esecuzione penale esterna e degli ex detenuti

Incontro organizzato nell'ambito del progetto 'Sguardo oltre il carcere, rafforzamento della società civile nell'inclusione sociale e nella tutela e promozione dei diritti dei detenuti ed ex detenuti in Camerun'.

  • 16 dicembre 2020 - dalle 9:30 alle 12:30

Coordinamento a cura di:

  • Ufficio progetti Cooperazione internazionale (Coe);
  • Unità Relazioni e cooperazione tra città - Area relazioni internazionali - del Comune di Milano;
  • Ufficio del Garante dei diritti delle persone private della libertà personale del Comune di Milano. 

Introduzione:

  • Silvia La Ferla, responsabile Unità Relazioni e cooperazione tra città - Area Relazioni internazionali - Gabinetto del Sindaco del Comune di Milano;
  • Francesco Maisto, Garante dei diritti delle persone private della libertà personale del Comune di Milano.

Intervengono:

  • Ornella Villella, responsabile del Servizio Celav, Politiche sociali - Area diritti, inclusioni e progetti - del Comune di Milano;
  • Monica Gasparini, referente del Servizio 'Puntoacapo', Politiche sociali - Area diritti, inclusioni e progetti - del Comune di Milano;
  • Danilo Vismara, Ceo di Labo Raee (Amsa/a2a),
  • Guillere Kotto Nsombe, psicologo e responsabile del percorso di reinserimento lavorativo di detenuti ed ex detenuti a Douala (Camerun).

Seguirà un dibattito, in collegamento con il Camerun (evento con traduzione).

Locandina

Incontro ricco di spunti, di esperienze e di riflessioni - tra Milano e il Camerun - sul tema dell’orientamento e del reinserimento lavorativo delle persone detenute in esecuzione penale esterna e di quelle ex-detenute.

Si è parlato di promozione della persona, dell’istruzione e del lavoro come strumenti di rieducazione della persona detenuta ed ex-detenuta e di contrasto alla recidiva, dell’importanza della costruzione di relazioni tra persone dentro il carcere, la società e le persone fuori dal carcere.

Report

Aggiornato il: 16/02/2021