Il centro sportivo Cambini Fossati accessibile a tutti

Milano, via Cambini, 4 (Centro sportivo Cambini Fossati), 23 novembre 2018 - alle 17

Un modello all'avanguardia in Italia

Venerdì 23 novembre 2018 è stato inaugurato il "Centro sportivo Cambini Fossati".

All'inaugurazione sono intervenuti:

  • Giuseppe Sala, sindaco di Milano,
  • Lisa Noja, delegata del sindaco per le Politiche sull’accessibilità,
  • Roberta Guaineri, assessore comunale al Turismo, sport e qualità della vita,
  • Chiara Bisconti, presidente di MilanoSport.

Costruito nel 1965, l’impianto sorge nei pressi di viale Padova, ha due palestre di 800 mq. dotate di tribune da 252 e 127 posti: la palestra ginnica e  quella dedicata al cestista e allenatore Aldo Giordani, tre campi da tennis coperti (uno con fondo sintetico, due in terra rossa) e un campo da calcio a cinque (con fondo in erba sintetica e coperto da tensostruttura).
Il Centro sportivo, da sempre un luogo significativo nella vita sportiva di Milano, è stato oggetto di importanti lavori di riqualificazione iniziati nel marzo 2016 che si sono conclusi nel settembre 2017 e che hanno restituito alla città un impianto totalmente rinnovato, pronto ad accogliere i moltissimi utenti che qui si recano per praticare varie discipline sportive: basket, pallavolo, calcio a cinque, tennis, ginnastica artistica e corsi di fitness.
I numeri dell’impianto parlano da sé: nei soli 4 mesi di apertura, nel 2017 sono stati registrati circa 11.900 accessi, un numero che equivale ad un potenziale di oltre 30.000 accessi l’anno.

Negli ultimi mesi il "Cambini Fossati", gestito da "Milanosport" (vedi Allegati e Collegamenti), è stato oggetto di un’importante operazione di riqualificazione e appare oggi completamente rinnovato e ampliato sia nelle strutture sia negli spazi. In particolare, sono stati completamente ristrutturati gli spogliatoi, l’atrio è stato dotato di un punto di primo soccorso, all'esterno sono state create nuove aree verdi, e una maggiore attenzione è stata posta al risparmio energetico e alla sicurezza, con il rifacimento degli impianti idrici, elettrici e meccanici. 
Gli interventi di ammodernamento sono stati, inoltre, finalizzati a garantire la massima fruibilità da parte degli utenti e del pubblico, con particolare attenzione alle persone con disabilità.

Sono state abbattute tutte le barriere architettoniche per gli accessi alla struttura: due nuovi ascensori consentono l’ingresso alle tribune delle palestre e agli spogliatoi, dove è stata demolita anche la scala di accesso, sostituita da una rampa adeguata alle norme vigenti in materia di sicurezza e accessibilità.
Per facilitare il percorso anche agli ipo-vedenti, sono state progettate delle mappe tattili, il cui obiettivo è quello di favorire l'orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo con l’utilizzo di scritte in rilievo e di colori fortemente contrastanti con quelli del fondo. Una attenzione particolare, quella per l’accessibilità, che ha superato la semplice applicazione delle regole tecniche con il supporto di alcune associazioni di categoria.